Buongiorno e Benvenuti!

Post Reply
User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka » Wed Dec 10, 2008 17:44

Buongiorno e benvenuti nella sezione italiana del forum!

Come avrete già visto, il nostro sito http://www.irinushka.eu/ ospita, oltre alla “casetta russa”, anche la “casetta italiana” e la “casetta inglese”.

Ognuna di queste “casette” ha un modo tutto suo di accompagnare e di riflettere i processi inerenti all’avanzamento della nuova realtà sul pianeta Terra.

La diversità dei “profili e pattern” energetici delle varie lingue, le loro particolari caratteristiche acustiche permettono di ricostruire il puzzle complessivo dell’Onda trasformativa in modo più completo, di avere un regime di monitoraggio più ampio, più ridondante, più sinergico, più multivocale.
Il forum, a differenza del sito, è uno spazio in cui dialogare quotidianamente, per captare ed interpretare le sfumature della nuova realtà "a livello capillare", cosa che non è possibile se si usa il formato degli articoli.
Al forum russo che esiste da anni, noi parliamo di tante cose, non necessariamente spirituali nel senso stretto della parola. Perché qualsiasi argomento che ci sta a cuore, che ci interessa, che ci eccita, potrebbe essere la nostra specifica linea dedicata tramite cui collegarsi con il Tutto.

Sono molto, molto contenta ed emozionata di poter dare il via agli incantesimi verbali in lingua italiana!
Al nome mio personale e al nome di tutte le Forze che hanno sotto tutela il nostro sito e tutte le sue specifiche aree di comunicazione, vi auguro che la vostra permanenza al forum sia piacevole, interessante, istruttiva e stimolante :) .

Vi auguro che riusciate a comprendere e ad essere compresi, a sentirvi a vostro agio, ad apprendere tantissime cose nuove, a scambiare naturalmente e spontaneamente con gli altri la vostra unicità e le vostre ricchezze interiori.

Per poter scrivere i vostri messaggi al forum, bisogna registrarsi, eseguendo la classica procedura di registrazione. I comandi sono in lingua inglese, altrimenti come avremmo fatto ad avere uno spazio comunicativo internazionale?

Grazie per essere qui e non esitate ad interpellarmi, se doveste riscontrare qualche difficoltà di ambientazione! :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Luca » Wed Dec 10, 2008 18:58

Grazie,
sarà un piacere condividere una parte della danza in questo spazio.
Come una danza è un movimento che si può fondere con la musica, così la Vita che si sta manifestando è la fusione del movimento del corpo e della mente con la musica dell'Anima e dello Spirito.

Il mio nome è Luca

e confido che il danzare assieme porti alla manifestazione di quello spettacolo che è il variopinto, luminoso, imprevedibile e sempre cangiante volto di Dio

e che sempre più possiamo aiutarci a percepirlo nel nostro specchio!

A presto e più tardi invierò un post su alcune mie "impressioni".
Un abbraccio.
Luca

P.S.: grazie Irina per questo spazio ma sopratutto per gli illuminanti contenuti!

Image

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka » Thu Dec 11, 2008 9:25

Luca, che bello averti qui! :D
In effetti, questo spazio incoraggia molto il danzare e il dipingere insieme, il fluire fuori spontaneo e naturale, la capacità di comunicare captando le note, i ritmi e le eccitazioni della “Karaoke spirituale”, dei nostri individuali “diapason vibrazionali”.

Nella sezione russa del forum assai spesso noi accompagniamo i nostri messaggi con dei link musicali che “all’improvviso” ci viene voglia di condividere con gli altri, potenziando così le risonanze e i campi di forza che qui sono di casa.

E, a proposito dei brani musicali, eccovene uno che stimola in modo particolare la nostra sensibilità verso i ritmi (di noi stessi e degli altri), che ci fa sentire partecipi al regime di un riallineamento acustico globale:

http://it.youtube.com/watch?v=oOATC_m5T ... re=related
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

last
Posts: 4
Joined: Thu Dec 11, 2008 16:29

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by last » Thu Dec 11, 2008 17:10

Salve,

io non so e perciò pongo domande.

Io non so nulla poiché non immagino nulla, e non sento nulla a parte la compassione per il dolore della vita cosciente, in cui ogni forma è una forma di coscienza. Non conosco e non sento nulla di spirituale, di cuore, di Amore, di Anima, di Sé, di Dio.. ma osservo questa crescente, dilagante euforia "spiritualistica", quest'onda di desiderio e speranza di piacere, di desiderio di essere, di fame di essere, di potere, di creare e di avere, questo imponente movimento del pensiero umano per essere altro da ciò che esso è o per divenire certo di essere davvero il centro e l'artefice del suo mondo, questa nuova conoscenza concettuale ed emozionale che cresce e si muove come una valanga, nutrita da sempre più "intrusioni concettuali extrafisiche" (passatemi l'espressione) nel cervello umano... senz'altro la rivincita del "dio desiderio" che si risveglia, riscuotendosi dal letargo dei limiti materiali precedentemente creati ed accettati. Senza dubbio un eccitante spettacolo della rappresentazione umana, dell'ego della razza umana, in bilico sulla distruzione di tutto ciò che umano non è. Uno spettacolo temporaneo, comunque, poiché avviene nel tempo.

Quali sono le vostre verità, qui? Quali sono le credenziali? A cosa vi appoggiate di essere, che sia prima della notizia della "vostra nascita" e che sia dopo la "notizia della vostra morte"? Da cosa non dipendete per esistere ed affermare "io so ed io sono questo o quello"?

Rispettosamente .

User avatar
Massimo
Posts: 210
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Massimo » Thu Dec 11, 2008 19:41

last wrote:Salve,

io non so e perciò pongo domande.

Io non so nulla poiché non immagino nulla, e non sento nulla a parte la compassione per il dolore della vita cosciente, in cui ogni forma è una forma di coscienza. Non conosco e non sento nulla di spirituale, di cuore, di Amore, di Anima, di Sé, di Dio.. ma osservo questa crescente, dilagante euforia "spiritualistica"...
Ciao last,
prima di tutto grazie per il tuo post perché è sincero e trasmette molto bene quello che tu senti veramente.

E quello che senti non è un banale scetticismo o un’ideologica negazione dello spirito e della spiritualità, ma piuttosto una difficoltà vera a sintonizzarti su certe lunghezze d’onda che per altri sembrano del tutto naturali, oltre che reali.

Oltretutto, molte delle cose che dici sono vere ed innegabili, certamente per molti (un pessimista potrebbe dire per moltissimi) il New Age, la spiritualità, le cosiddette vie alternative, non sono altro che un modo diverso per raggiungere gli stessi risultati di gratificazione egoica e/o consolazione personale che altri cercano con il successo personale, lavorativo o sociale, o con la cura della famiglia e dei figli, o, andando sempre più “in basso”, con la dedizione ad un hobby o alla squadra del cuore. Oppure, come sostieni, il rifugio di chi non essendo stato capace di ottenere altre gratificazioni o altri ruoli, ha deciso di inventarsene qualcuna o qualcuno incontestabile per definizione.

Però il fatto che tutto ciò sia vero per molti (o moltissimi) non cancella il fatto che per altri (pochi o pochissimi, ma potrebbero anche essere in realtà molti o moltissimi) non sia affatto così. Questi sentono le loro “verità irrazionali” con la stessa sincerità, chiarezza e distaccata imparzialità con le quali tu senti le tue verità razionali e sulla base di esse prendono decisioni e fanno scelte non meno importanti e “motivate” di quelle che fai tu. E non è che sia, sinceramente, facile o anche solo possibile, sostenere, dopo aver razionalmente esaminato le loro esistenze e le conseguenze delle loro scelte, che queste abbiano portato a risultati “peggiori” o “sbagliati”.

Il problema, che in fin dei conti è il problema di tutta l’umana esistenza, è che un approccio totalmente razionale come quello che, pur con notevole acume e correttezza stai applicando tu, non può, per definizione, dare le risposte *importanti*, che io chiamerei fondamentali, quelle sul perché, sul senso, su chi ha creato cosa e perché, su cosa ci facciamo qui, e nemmeno sul perché uno nasce a Milano figlio ricco di famiglia ricca invece di nascere a Nairobi figlio povero di famiglia malata di AIDS... semplicemente perché la mente che osserva razionalmente la realtà fisica non ha i dati che le servirebbero per rispondere a quelle domande.

Quindi le scelte a quel punto sono solo due: o si accettano supinamente i limiti della mente razionale e ci si dice che nulla c’è né prima né dopo (né durante, se è per questo) e lo si fa non perché la mente razionale possa darci certezze in questo senso, ma proprio per il motivo opposto (il che in sé è alquanto irrazionale, me lo concederai... :wink: ) o si cercano le risposte con altri mezzi, per altre vie.

E queste vie e questi mezzi, di nuovo per definizione, non possono avere una dimostrazione razionale, mostrare delle credenziali razionalmente accettabili, perché se così fosse non sarebbero altro che un’altra versione, magari più “colorita” o “fantasiosa”, creata dalla mente razionale (e, per inciso, questa è un’ottima ragione per dubitare di tutte quelle colorite e alla fine così “umane” e lineari (e chiuse) versioni spirituali che pretendono di “spiegare” in modo compiuto la realtà dell’Universo).

E qui, tu mi dirai, sorge il problema: come si fa a decidere se credere o no ad una certa versione delle cose se la propria mente non può ricevere alcuna conferma, alcuna prova? A questo punto perché non credere a Babbo Natale o a Giove e Giunone che litigano in cielo...

Il consiglio che posso darti, da scettico innamorato della propria mente razionale, è quello di cercare di abbandonare, a tratti, per dei momenti, la propria visione razionale dell’esistenza proprio perché evidentemente insufficiente e provare a sintonizzarsi su altri canali, su quello che Irinushka chiama pensare-sentire, sulle proprie sensazioni più profonde, sul sentire se stessi direi a prescindere dal tempo, dallo spazio, dalle convenzioni (sociali, razionali, culturali...).

Si può anche prendere spunto da un post, da un articolo di blog o da certe affermazioni o certi modi di vedere le cose che alla propria mente non tornano o sembrano vuoti.

O da una musica, da una canzone...

In tutti i casi si tratta di, consapevolmente, provare a non usare la mente razionale e a vedere se c’è altro, se ci sono delle “sensazioni” che non possono essere spiegate razionalmente, ma che lo stesso sono lì, esistono... certamente all’inizio non è una cosa facile, né immediata, credo richieda un po’ di pazienza, magari volendo anche qualche tecnica di meditazione, ma fondamentalmente richiede la consapevolezza e la convinzione sincera (e in questo caso anche razionale) che se si vuole andare oltre, la via non può essere quella razionale pura e unica.

Se la cosa inizia, allora diventa possibile provare a sentire quali “versioni” ci tornano, nonostante non siano dotate di prova provata incorporata, e quali altre invece no e in base a queste “sensazioni” continuare il proprio cammino in una direzione piuttosto che in un’altra...

Oppure ci si accontenta della non-risposta che dà la mente razionale e quindi si continua a contribuire alla costruzione di un mondo senza vie d’uscita, di un mondo senza senso e senza speranza...

Beh, mi fermo qui, anche se mi rendo conto che tanto di più ci sarebbe da dire, ma per ora aspetto i tuoi (e di altri) commenti! :)

Anna
Posts: 55
Joined: Wed Dec 10, 2008 21:27
Location: Belluno

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Anna » Sat Dec 13, 2008 18:04

Buonasera a tutti mi chiamo Anna e sono felice di poter leggere questo forum, mi dispiace solo di saper poco l'inglese e per nulla il russo ma.........non è una cosa che alla fine conta molto, qui c'è una bellissima vibrazione e nella quale mi immergerò ben volentieri.......un abbraccio Anna

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Luca » Sat Dec 13, 2008 19:22

Caro Last,
il tuo disperato grido di aiuto ha risuonato per un pò in me.
Sono stato combattuto se rispondere o meno e come al solito poi....lo faccio :)

Ma non ti accompagnerò in una discussione teorica di ciò che io sento, non ti offrirò la mia visione, non ti racconterò di come la mia vita sia stata trasformata e meravigliosamente animata....

ma farò un dono.

Il dono è la lettura di un testo.

già immagino l'espressione quando leggerai il contenuto ... beh spero che arrivi quantomeno un sorriso!

....ma dopo il sorriso.... apri il cuore

viviamo tempi speciali e quando chiediamo arriva...anche se diversamene da ciò che immaginiamo e spesso in quantità superiori di quelle a cui siamo abituati

ma tu..sarai pronto..ad ascoltarti?

Un abbraccio e che la Tua disperazione diventi la Tua Benedizione!

http://www.stazioneceleste.it/kryon/K_Man03.htm

Image
Image
per sapere cosa rappresenta l'immagine e capire la sincronicità che vi è dietro :)
ecco un primo punto di partenza
http://it.wikipedia.org/wiki/Amore_e_Psiche_(Canova)

User avatar
Fiamma
Posts: 3
Joined: Sat Dec 13, 2008 11:15

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Fiamma » Sat Dec 13, 2008 23:16

Ciao, ho letto anche io, non a caso questo messaggio era anche per me:)
grazie per aver dato la possibilità di condividere questi argomenti attraverso
questo forum interattivo:)
ciao

last
Posts: 4
Joined: Thu Dec 11, 2008 16:29

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by last » Mon Dec 15, 2008 10:05

Buongiorno, Massimo e Luca,

è bello osservare la risposta che voi incarnate. La risposta vuole rispondere, esprimersi, dire "io", e può soddisfare questa fame di esprimersi solo attraverso dei corpi coscienti in un contesto temporale.

Luca, conosco Kryon & company, ma poiché la mia esistenza, così come appare, è un evento limitato nel tempo ed intermittente, ciò che proviene da essi - o da qualsiasi altra "presenza" -, dipende dalla mia stessa presenza e perciò partecipa della stessa temporalità e dell'illusione del divenire, in ambito concettuale e perciò della memoria concettuale, e ciò che io posso apprendere, ricordare o dimenticare, non può essere veramente "me stesso" ma solo un'immagine temporanea.

Il fatto di esistere, invece, non è un "fatto" della memoria o dell'immaginazione, non è il racconto di una personalità, di un ego psicologico, non è la sua storia di successi o di insuccessi, non le sue credenze o paure, non le sue gioie o sofferenze: tutto questo è immaginazione ed io non accredito ciò che è immaginario, benché l'immaginazione crei incessantemente mondi su mondi e i personaggi che li popolino.
Io non trovo nulla che possa guadagnare al di là di concetti e della loro emulazione/dimostrazione nella forma (forse poiché non sono mai stato attratto dal gioco di "vincere/perdere", di "premio/punizione", di "essere/non essere").

Io non ho chiesto aiuto, in quanto non trovo in me alcun soggetto esistente di per sé che ne possa aver bisogno: non c'è nessuno che possa perdersi e nessuno che debba essere "salvato".
Ma chiedo di "voi", di chi pensate di essere e diventare, in che cosa credete e che cosa temete, che si nutre della vostra attenzione ed energia, giocando di voi appropriati ruoli in tali scenari concettuali ed emozionali che si dispiegano nel tempo.

Rispettosamente.

(p.s.: sono consapevole dell'uso abbondante del pronome "io", ma è il risultato dell'ignorante linguaggio della "cultura umana", pertanto vogliate considerarlo solo quale elemento del tipo di comunicazione linguistica, quale è).

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Luca » Mon Dec 15, 2008 12:01

Caro Last,
e del Canova, di quell'opera non dici nulla? :D
il tuo arpeggio mentale è interessante ma non offre una vibrazione con cui io possa interagire in una dinamica di amore e quindi, consapevole del mio limitato modo, sottolineo il senso di disperazione che ne emana che seppur non consapevole in te, a quanto affermi, è comunque un grido nell'universo.

Questa però è la mia sensazione che quindi esprime solo un aspetto della realtà.

Invito però, se lo ritenete una via da esplorare, ad andare oltre al virtuosismo mentale e verbale ma ascoltare l'anima che trasmette l'opera del Canova, che può far risuonare ciò che io intendo...
il resto è vibrazione
ma ciò che io cerco è l'Essere.

un abbraccio. :D :D :D
Luca
Last edited by Luca on Mon Dec 15, 2008 17:31, edited 1 time in total.

User avatar
Massimo
Posts: 210
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Massimo » Mon Dec 15, 2008 12:58

Ciao last,

l'immagine immediata che mi ispira il tuo post è quella della divisione per zero, "vietata" perché non ha risultato (http://it.wikipedia.org/wiki/Divisione_per_zero) e grazie alla quale, se impiegata nelle dimostrazioni, permette di dimostrare qualunque cosa (vedi l'esempio per dimostrare che 2=1).

Fuor di metafora, tu dici di non chiedere, ma scrivi un post in cui chiedi, dici di non credere alle cose immaginarie, ma scrivi e partecipi a questo mondo immaginario del quale non riconosci la realtà né l'esistenza.

Non c'è modo di contestare la tua posizione perché, esattamente come la divisione per zero, non dà alcun risultato o ne dà infiniti, ma vuoti, privi di spunti esistenziali : è verissimo che il fatto di esistere non dipende dalla personalità, dalla storia di successi, etc. etc., ma ciò non significa affatto che possa solo essere ciò che sostieni tu. Ciò che tu sostieni può portare, a rigor di logica, solo alla completa immobilità, all'assenza totale di azioni e pensieri, alla totale negazione di qualunque sensazione (cioè di qualunque input esterno a qualunque livello, sensoriale, mentale, "sensitivo"). E quindi?

Insomma, è una posizione accettabilissima da un punto di vista puramente astratto e strettamente logico, ma totalmente sterile: a che serve allora parlarne e, specialmente, perché tu, che sostieni quella posizione, arrivi addirittura a scrivere in un forum? :shock: - :D :D :D

Direi poi che ci sono altre incongruenze per così dire "minori" in quello che hai scritto: nel primo post dici di non sentire né sapere nulla perché nulla immagini e nella stessa frase dici di sentire la compassione per il dolore della vita cosciente...

Sempre nel primo post chiedi:
A cosa vi appoggiate di essere, che sia prima della notizia della "vostra nascita" e che sia dopo la "notizia della vostra morte"? Da cosa non dipendete per esistere ed affermare "io so ed io sono questo o quello"?
pretendendo implicitamente che noi (noi chi?) sosteniamo che la nostra esistenza sia giustificata da qualcosa che c'era prima e che ci sarà dopo: anche questo, sinceramente, non credo lo stia sostenendo nessuno di noi, certamente non in quei termini e, se non capisco male quello che scrivi, anzi la "nostra" idea è esattamente opposta.

In questo secondo post parli di perdersi e di salvarsi: credo sia difficile (leggasi "impossibile" :) ) trovare, sia nel forum che nel sito e (estendendo la cosa anche al commento di Luca) anche nelle canalizzazioni di Kryon, un'impostazione basata sul concetto di salvezza o di smarrimento, di esistenze che possano essere salvate o viceversa condannate all'oblio più o meno eterno.

In attesa di una cordiale precisazione, porgo distinti saluti! 8)

User avatar
Fiamma
Posts: 3
Joined: Sat Dec 13, 2008 11:15

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Fiamma » Mon Dec 15, 2008 14:55

Ciao, io non sono una persona illuminata e sono qui per capire e per imparare :D
Riporto un pezzo del messaggio di Last che poi mi sembra una considerazione logica alquanto interessante in modo tale da dire anche io la mia in merito:
last wrote: Luca, conosco Kryon & company, ma poiché la mia esistenza, così come appare, è un evento limitato nel tempo ed intermittente, ciò che proviene da essi - o da qualsiasi altra "presenza" -, dipende dalla mia stessa presenza e perciò partecipa della stessa temporalità e dell'illusione del divenire, in ambito concettuale e perciò della memoria concettuale, e ciò che io posso apprendere, ricordare o dimenticare, non può essere veramente "me stesso" ma solo un'immagine temporanea.
ma tu parti dal presupposto che tutto quello che memorizzi o ricordi, detto in parole semplici, sia falso o illusorio? sempre se ho inteso bene il messaggio, perchè credo che non è detto che deve essere per forza un illusione ma potrebbe essere parte di una verità più grande che spesso non si riesce a vedere del tutto, o come qualcosa che può avere più di un significato o soluzione, poi già il fatto di porsi delle domande su se stessi vuol dire, sempre a mio parere, che non è che sia proprio come un pc.
saluti a tutti :)

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka » Mon Dec 15, 2008 16:29

last wrote: Quali sono le vostre verità, qui? Quali sono le credenziali? A cosa vi appoggiate di essere, che sia prima della notizia della "vostra nascita" e che sia dopo la "notizia della vostra morte"? Da cosa non dipendete per esistere ed affermare "io so ed io sono questo o quello"?
Ciao, last!

Proverò a risponderti anch’io.

Nella sezione russa del forum quasi un anno fa io avevo aperto un topic intitolato Fede.doc.

Ora sono andata a rileggere i miei vecchi post sull’argomento, con l’idea di poterli magari riassumere in italiano, però non mi sembra il caso: la situazione nel frattempo è andata parecchio avanti, e là dove prima servivano tante parole per spiegare un concetto, ora basta molto meno. È un po’ come i computer che all’inizio occupavano interi piani o stanze ed ora stanno nel palmo della mano ed hanno anche una potenza infinitamente maggiore. :)

In generale, che cosa noi facciamo qui, sul piano fisico?

Vibriamo, ci eccitiamo, “facciamo corrente” e poi la “mettiamo a terra” (ottenendo questa o quella condizione della stabilità tangibile per noi), e lo facciamo reagendo sia alle nostre naturali predisposizioni e tarature individuali (ai nostri individuali campi del destino, al nostri specifici modi di riflettere la luce ecc.), sia a quelle delle Griglie Cristalline (almeno in questi ultimi tempi).

Stiamo diventando degli “homo conductivus” e degli “homo excita” (vi prego, aiutatemi a formare questo neologismo, a mo’ di “homo sapiens” :lol: )

E quali correnti generiamo? È qui che viene il bello: spetta a noi decidere in quali disegni e corsie vibrazionali essere coinvolti con le nostre risorse trasmissive, quali parti di noi noi vogliamo espandere e sentire “sotto carica”, qual è il tipo della stabilità esistenziale che fa al caso nostro.

Ognuno di noi ora è libero di costruirsi un suo specifico “ambiente del living”, quello in cui “eccitarsi” (nell’ampio senso del termine), quello in cui “far quadrare i propri conti”, quello in cui attingere alla verità in prima persona (facendo a meno dei vari “sentito dire”, anche di quelli più autorevoli, sia laici che religiosi).

Come è anche vero che uno può scegliere di non “stare al gioco”, di non “eccitarsi”; di non “condurre”, di voler continuare ad ignorare qual è (potrebbe essere) la sua vera portata esistenziale.

Una delle metafore che, secondo me, descrivono bene l’attuale stato delle cose, è di una tela artistica che sotto le immagini di superficie (a volte di una falsità così evidente che salta all’occhio, a volte di una falsità assai ben mascherata) nasconde l’originale. Per accedere all’originale (che però non è piatto, ma multidimensionale), bisogna “grattare” via questo o quel pezzo di superficie, scoprendo gradualmente che cosa c’è sotto, e regolandosi di conseguenza.

Questo graduale, personalizzato ed interattivo “gratta e vinci”, per quel che mi riguarda, è una cosa magica e bellissima, una cosa che mi toglie il respiro per la sua grandiosità e per la sua integrità che convivono con un’estrema semplicità e disinvoltura.
È una cosa ricca sia di sorprese e di “suspense” che di conferme e di riscontri tangibilissimi; è un’esistenza che mi riscalda dentro (per inciso: per me la parola “riscaldare” è tutt’altro che metaforica; quando mi concentro sulla comunicazione mentale con le mie fonti – non quelle remote, ma quelle vicine, quelle che si trovano sul piano fisico – dentro di me si accende una “stufetta”, insieme ad un ampio spettro di sensazioni indescrivibili e probabilmente non del tutto umane, e il mio corpo entra in un regime diverso, in uno stato quantistico?, diventa il filo conduttore attraverso cui io mi sento fondermi con il Tutto :) ).

Nell’insieme, questo nuovo stato delle cose potrebbe forse essere chiamato “una fede civile”.
Ed è una condizione che unisce la fede in sé stessi (questa è una condizione sine qua non) e la fede nella Forza divina e primordiale che però viene percepita a livello personale e tangibile, come una parte integrante della mia onda esistenziale, come un mio sponsor e un mio partner (con cui danzare il “pas de deux”), e non come un concetto astratto e metafisico.
È una fede reale, una fede uguale alla realtà, una fede che si trasforma in realtà, una fede che genera la realtà, non è affatto un semplice credo.

Però è anche qualcosa che esiste in un’unica copia, è una mia cosa privata, una mia personale interfaccia con il Creato, è un mio “mistero” personale che esclude qualsiasi forma di “trasfusione diretta” di questo mio stato di cose verso gli altri.

Però, mentre la trasfusione non è possibile, è invece possibile la condivisione, ed è questo lo scopo di questo forum. Condividere le nostre particolari modalità del “gratta e vinci”, incoraggiarci e sostenerci a vicenda, gioire e ridere e fluire insieme. :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

last
Posts: 4
Joined: Thu Dec 11, 2008 16:29

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by last » Mon Dec 15, 2008 18:17

Cari tutti,

vi ringrazio molto per le vostre interessanti ed intelligenti risposte, conclusioni, metafore, repliche, e per le descrizioni del vostro mondo personalizzato.

Fiamma, grazie per il tuo interessamento, ma non sono intervenuto per aprire un dibattito o una disputa: come dice Massimo, nel mio caso è applicabile la divisione per zero.

So che questi argomenti sono di carattere personale, poiché attengono a pensieri, credenze, emozioni, sentimenti che sono il mondo privato della personalità, e diventano "universali" solo allorchè vi sia sufficiente riconoscimento ed accordo su essi, cosicché essi diventano realtà comunemente accettata e perciò percepita, poiché la mente non esiste senza la credenza fondamentale in un mondo "oggettivo" cui appellarsi per la propria legittimazione. Mondo pensato = mondo creato. Tale mondo "oggettivo" è il prodotto del pensiero: il pensiero rende "reale" qualsiasi cosa "tocchi", a cominciare dall'idea di "reale", ed è esso che crea l'immagine di un "io" che "viene da" e "va verso", con questo o quello, che si muove in un "ambiente che lo contenga, che sia il mare, la terra, il paradiso o la mente di Dio.
In tutto questo movimento/mutamento incessante ed inarrestabile, certamente non esiste l'immobilismo o l'assenza di pensiero, emozione, azione: l'azione non esiste o desiste a causa dell'io ma è l'io che esiste o desiste a causa dell'azione. E tutto è azione, benché il pensiero sia costretto, per sua natura, a differenziare per differenziarsi, e a differenziarsi per differenziare.

Irinushka, sono rimasto affascinato dal mondo che ti dà vita, colore, forma, significato: grazie molte anche a te e per la tua generosità.

Grazie ancora a tutti.

Rispettosamente.

User avatar
Massimo
Posts: 210
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Massimo » Mon Dec 15, 2008 19:58

Caro last,

mi pare che stiamo facendo dei passi in avanti, adesso mi pare di capire che qualcosa in qualche modo esista, ed è già una bella consolazione! :D

Tu stai sostenendo, mi pare, che non è il pensiero (o il Verbo, la Parola) che crea la realtà, ma viceversa è l'azione, il movimento, che crea sia la realtà che quella che possiamo definire come una sua riflessione cioè il pensiero insieme alle varie sensazioni sensoriali... tutto ciò mi ricorda "antichi" studi di filosofia, il divenire di Eraclito contrapposto all'Essere immutabile e Uno di Parmenide... per arrivare poi ai giorni nostri con Emanuele Severino del quale mi pare di capire tu capovolga la tesi: non è l'Essere che è eterno ed immutabile nonostante l'apparente divenire che noi osserviamo, ma è proprio il Divenire che è eterno e unico e l'essere non che è un suo sottoprodotto più o meno illusorio...

Mah, sono sicuramente discussioni e approcci intellettualmente piuttosto stimolanti, oserei dire anche divertenti per chi apprezza il genere :D , però anche così continuano a sembrarmi, come dicevo prima, sterili. Nota bene che non voglio dare a questo aggettivo una connotazione negativa, ma parlo proprio solo del fatto che non mi pare possano indicare delle soluzioni e degli approcci al mistero dell'esistenza e inoltre sono "bloccanti".

Mi pare che se uno trasferisce questi concetti sommamente astratti, ma diciamo pure (per ipotesi) VERI e PROVATI, sul piano sul quale si trova questo forum (e il sito), cioè su un piano molto pratico anche se straordinariamente e innegabilmente spirituale, allora quando uno trova la certezza in quella visione, comunque se ne possa fare ben poco per vivere, al massimo può assumere una posizione totalmente fatalista, distaccata e disinteressata che ha certamente anche i suoi pregi (e certamente non è così strana, penso a molte filosofie orientali, specialmente indiane, ma anche all'atarassia degli scettici (coi quali tra l'altro penso saresti andato molto d'accordo)), ma anche enormi limiti.

In pratica, ci si "condanna" a vivere un'esistenza completamente passiva, di pura osservazione, al limite di pura reazione agli eventi, con in più la consapevolezza che tutto ciò che si osserva e si percepisce è illusorio... Non ti nascondo che esistono parti di me che a volte non vedono l'ora di rifugiarsi in una simile visione per poter finalmente liberarsi dall'"obbligo" di esistere, di creare, di desiderare, però di solito a quel punto vado a dormire... e poi mi passa... :D

PS: credo sia chiaro e mi pare tu abbia già dimostrato di averlo ben capito, ma per sicurezza lo dico chiaramente, che le mie battute più o meno spiritose non indicano certo una mia qualche supponenza nei tuoi confronti o una qualche mancanza di rispetto.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests