"Superare le correnti gravitazionali"

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Wed May 27, 2009 12:12

Giorgio Gaber - Se ci fosse un uomo

http://www.youtube.com/watch?v=UMR3Z6YGJxI" onclick="window.open(this.href);return false;

Le parole veramente profetiche...

***************************************
A proposito, ora finalmente i link si aprono in una finestra diversa, e quindi diventa molto più comodo seguirli. :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Wed May 27, 2009 21:49

http://www.youtube.com/watch?v=LdfNTO_o-3k&hl=it" onclick="window.open(this.href);return false;

Beethoven, Symphony No 7, II - Karajan, Berliner Phil (Secondo movimento)

L'ho sentito oggi nella mia testa; questo brano mi ha sempre fatto un effetto potentissimo, ma adesso è proprio come se mi facesse letteralmente decollare... :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Thu Jun 25, 2009 16:46

“Le nuove coordinate sono state tracciate. Sei TU il Centro del Grande Cambiamento”.

"Note dettate dal profondo che prendono luce, una dopo l'altra..."

http://www.youtube.com/watch?v=B9uH3YQeaFU" onclick="window.open(this.href);return false;

Più guardo questo video, e più mi piace… :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Mon Jul 06, 2009 10:25

Stanotte, mentre io cercavo di allinearmi con il mio momento corrente della verità, si è fatta viva con me la famosa colonna sonora del Titanic, di cui finora stranamente non conoscevo le parole.

E quindi stamattina sono andata a cercarle in rete, e ho trovato tutte le conferme “ad hoc” di cui avevo bisogno.

Celine Dion MY HEART WILL GO ON ITALIANO

http://www.youtube.com/watch?v=1HTvNhoy ... re=related" onclick="window.open(this.href);return false;

“Every night in my dreams
I see you, I feel you,
That is how I know you go on

Far across the distance
And spaces between us
You have come to show you go on


Near, far, wherever you are
I believe that the heart does go on
Once more you open the door
And you're here in my heart
And my heart will go on and on


Love can touch us one time
And last for a lifetime
And never let go till we're one

Love was when I loved you
One true time I hold to
In my life we'll always go on

Near, far, wherever you are
I believe that the heart does go on
Once more you open the door
And you're here in my heart
And my heart will go on and on

There is some love that will not go away

You're here, there's nothing I fear,
And I know that my heart will go on
We'll stay forever this way
You are safe in my heart
And my heart will go on and on”.
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

Lalla
Posts: 197
Joined: Thu Dec 11, 2008 15:14

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Lalla » Mon Jul 06, 2009 18:41

Ciao a tutti, non sono sicura di poter esprimere quello che voglio dire... ma posso provare. Mi sembra di vivere a volte in una favola e a volte in un incubo; mi sembra di capire tutto quello che sta succedendo e un momento dopo non ci capisco piu niente :mrgreen: .

Poi è che tutti parlano dell'amore, del cuore...cosa devo dire...Non è mai stato il mio punto forte l' amore, voglio un mondo di bene a tante cose e a tante persone ma... dico questo perché una volta amavo tutto e il mio cuore abbracciava proprio tutto (intendo QUELL AMORE). Ma ai tempi quelli "come noi" non erano ben visti, almeno nel mio paese...non entro nei dettagli, ma cosi ho imparato a nascondere l'AMORE... Si vede che l'ho fatto talmente bene che non mi ricordo neanch' io dove l'ho nascosto :mrgreen: :mrgreen: .
A parte l'ironia, non so se potrò ancora sentire quel bellissimo sentimento... ci provo, ma non riesco. In cambio sento tanta rabbia, tanta agitazione, tanta ansia, tanta tristezza (senza un motivo) e...dopo qualche minuto è come se niente fosse...un incubo :evil: .

La parte bella è la voccina che mi sta affiancando ormai da piu di un mese, che mi insegna a pensare piu profondamente a me stessa, alla mia anima( LEI è convinta che io ho un'anima) pensare a NOI. Noi come un nuovo formato, un nuovo essere....

Un'altra bella cosa è l'entita che Mirella mi ha fatto conoscere (e che ringrazio per questo) che mi ha aiutato e mi aiuta tutt'ora a superare una mia paura.

Faccio un poì fatica quando il mio corpo mi oltrepassa, ma per il resto va tutto bene...una favola :wink: Non riesco a fare altro, mi lascio andare, lascio scivolare...vivo con l'idea che io non capisco niente. So soltanto che siamo, che viviamo tra due mondi....che tutto andrà bene...
Un abbraccio a tutti!

Daniele
Posts: 302
Joined: Fri Mar 20, 2009 11:39
Location: Roma, Italia

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Daniele » Mon Jul 06, 2009 18:53

In gamba, Lalla !!!

stefano
Posts: 338
Joined: Tue Mar 17, 2009 17:05

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by stefano » Mon Jul 06, 2009 19:14

Lalla wrote:Ciao a tutti, non sono sicura di poter esprimere quello che voglio dire... ma posso provare. Mi sembra di vivere a volte in una favola e a volte in un incubo; mi sembra di capire tutto quello che sta succedendo e un momento dopo non ci capisco piu niente :mrgreen: .

Poi è che tutti parlano dell'amore, del cuore...cosa devo dire...Non è mai stato il mio punto forte l' amore, voglio un mondo di bene a tante cose e a tante persone ma... dico questo perché una volta amavo tutto e il mio cuore abbracciava proprio tutto (intendo QUELL AMORE). Ma ai tempi quelli "come noi" non erano ben visti, almeno nel mio paese...non entro nei dettagli, ma cosi ho imparato a nascondere l'AMORE... Si vede che l'ho fatto talmente bene che non mi ricordo neanch' io dove l'ho nascosto :mrgreen: :mrgreen: .
A parte l'ironia, non so se potrò ancora sentire quel bellissimo sentimento... ci provo, ma non riesco. In cambio sento tanta rabbia, tanta agitazione, tanta ansia, tanta tristezza (senza un motivo) e...dopo qualche minuto è come se niente fosse...un incubo :evil: .

La parte bella è la voccina che mi sta affiancando ormai da piu di un mese, che mi insegna a pensare piu profondamente a me stessa, alla mia anima( LEI è convinta che io ho un'anima) pensare a NOI. Noi come un nuovo formato, un nuovo essere....

Un'altra bella cosa è l'entita che Mirella mi ha fatto conoscere (e che ringrazio per questo) che mi ha aiutato e mi aiuta tutt'ora a superare una mia paura.

Faccio un poì fatica quando il mio corpo mi oltrepassa, ma per il resto va tutto bene...una favola :wink: Non riesco a fare altro, mi lascio andare, lascio scivolare...vivo con l'idea che io non capisco niente. So soltanto che siamo, che viviamo tra due mondi....che tutto andrà bene...
Un abbraccio a tutti!

è un momento in cui a mio parere le ombre di ciascuno emergono e gli vengono messe di fronte.
l'ombra può emergere solo quando la luce fa il suo lavoro.
sino a che tali ombre non verranno integrate comprendendole.
è la famosa "jihad" o lotta interiore da sempre presente.
Inutile dire "non esiste"o cose di questo genere.
perchè a mio avviso chi ritiene non esista dice semplicemente il falso.
Non si tratta solo di "pensare" che qualcosa non esista.
significa viverlo
in un mondo relativo tutto ha un suo controaltare
luce-ombra.
sino a che non si arriva alla comprensione della "paradossale" integrazione degli apparenti opposti si rimane fermi.

anche volendo pensare in termini assoluti... mica è vero che tutto è LUCE...
lo diventa quando le ombre vengono integrate...
si parla e si legge tanto, si "sente" tanto dentro di se, ma sino a che la vita di tutti i giorni non ha questa integrazione di fatto è paritetico a un continuare a dormire sonni pesanti.
questo sempre a mio parere.

un abbraccio

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Mon Jul 06, 2009 22:43

Secondo me, è sempre e comunque la questione dei collegamenti.

Io ho scoperto l’esistenza di “QUELL’AMORE” nel momento in cui mi sono ancorata alle Griglie Cristalline della Terra (nel novembre del 2007, i famosi “dieci giorni che sconvolsero il mondo” - il mio mondo :D ).
Il mio cambiamento interiore è stato così enorme che continuavo a tastare e a “pizzicare” ogni parte di me, per assicurarmi che fosse davvero reale. :lol:

Ed era reale sì, anche se le possibilità per manifestarlo nelle inquadrature del piano fisico dovevano ancora maturare (e stanno tuttora maturando, anche se, al mio sentire, ormai manca veramente poco).

Questo campo semplicemente è sceso su di me e mi “ha presa” (chiedendo comunque il mio consenso per ogni nuovo giro di apertura, per ogni ulteriore modifica del mio metabolismo energetico), si è semplicemente manifestato da sé, senza che io facessi qualche sforzo consapevole per richiamarlo verso di me.

Probabilmente, è successo perché a livello strutturale io ero pronta e anche perché, come mi ha spiegato allora lo stesso Ambasciatore dei Cieli, senza quell’ancoraggio alle Griglie Cristalline, non avrei potuto svolgere il mio lavoro dell’intermediario energetico nelle condizioni dell’installazione sulla Terra del nuovo Sistema Operativo.

Questo campo dell’Amore è reale, e quindi chiunque può entrare là dentro (e prendervi una residenza fissa), se solo disporrà di se stesso in tal senso, e questo autoabbandono c’entra assai poco con ciò che voi vi ostinate a chiamare “ombre” (io non ho mai usato questo termine perché mi sembra poco dignitoso e automutilante, tutt’al più possiamo parlare del comportamento sottomanifestato che però non ha affatto bisogno di essere sradicato o corretto, ma semplicemente di essere spostato su altri binari).

Avete presente l’operazione quando, arrivati al confine di certi paesi, con dei binari ferroviari più ampi, il carrello del treno, per poter muoversi, ha bisogno di essere allargato?

Ecco, ora si tratta di spostare i nostri “treni” dell’esistenza sottomanifestata sui nuovi binari; chiamiamoli “binari dell’esistenza completamente manifestata”, oppure nuovi corridoi vibrazionali, oppure nuovi regimi della stabilità.

Non ha importanza che tipo di carico stia trasportando il treno; e in tutti i casi, il treno non trasporta né le luci né le ombre, né il bene né il male, ma piuttosto dei particolari regimi della ricerca individuale, dei “play” individuali, dei sensi del pensiero individuale, e altre tarature di origine – la “motherboard” vibrazionale intorno alla quale possono essere configurati questi o quei contesti circoscritti della trasmissività.

Quindi è inutile cercare di fare l'inventario o di mettere le cose in ordine dentro il proprio treno (dentro il proprio spazio del pensiero), magari sforzandosi di eliminare alcuni carichi “di dubbia provenienza” oppure facendo delle domande tipo: “A che scopo mi serve questo carico?”

Se c'è, vuol dire che serve, magari, fa parte di qualcosa di più esterno (un tipo di oscillazione, un disegno ritmico che ci servirà ad agganciare altri treni), di qualcosa che sfugge alla nostra attuale visuale e al nostro attuale sapere.

Piuttosto, sarebbe utile concentrarsi su come servire meglio l’operazione dell’allargamento del carrello (del suo spostamento sui nuovi binari), e per farlo, basta tirare in ballo un qualunque aspetto della propria trasmissività energetica; anche delle cose del tutto semplici e banali che ci fanno provare un sentimento di autentica autoammirazione e creano dei collegamenti con le nostre inclinazioni naturali divine, entrano in risonanza con la nostra natura profonda, con il "play" della nostra anima.

Basta semplicemente essere presenti, oscillando nella modalità del “Io non so" in versione ondulare oppure anche del "Credo di sapere come si fa" (sempre in versione ondulare), che gradualmente si trasformeranno nel “I know how just in time” - i riferimenti motori della nostra nuova esistenza ondulare. :)

Un abbraccio a tutti noi, e anche a tutti NOI! :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

stefano
Posts: 338
Joined: Tue Mar 17, 2009 17:05

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by stefano » Tue Jul 07, 2009 11:57

"Questo campo dell’Amore è reale, e quindi chiunque può entrare là dentro (e prendervi una residenza fissa), se solo disporrà di se stesso in tal senso, e questo autoabbandono c’entra assai poco con ciò che voi vi ostinate a chiamare “ombre” (io non ho mai usato questo termine perché mi sembra poco dignitoso e automutilante, tutt’al più possiamo parlare del comportamento sottomanifestato che però non ha affatto bisogno di essere sradicato o corretto, ma semplicemente di essere spostato su altri binari)"

certo che è reale, certo che puoi entrarci.
è il famoso "regno".
si può benissimo non chiamarle ombre, chiamiamole pure "sottomanifestazioni".
Il succo non cambia, solo che la parola "sottomanifestazione" ha per il nostro orecchio e sentire un carico emotivo meno pesante rispetto a "ombra" (e si lega all'atavica paura del buio che ci portiamo appresso)
mai detto vadano "sradicate", dico che vanno osservate, comprese, integrate (nel senso anche da te citato allargando il proprio essere) e come dici anche tu spostate su altri binari (e quindi anche se la parola suona poco bene per chi non ama essere giudicato in sintesi significa "correggere").
Per essere integrate vanno sapute vedere, non fare finta che non esistano o pensare non esistano.
Sarebbe la peggiore delle cose, perchè continuerebbero a lavorare nell'inconscio senza il nostro benchè minimo controllo su di esse (e so già che anche la parola controllo farà storcere il naso perchè anch'essa nel nostro inconscio è intrisa di cariche negative)
Sta proprio qui la fine della jihad, la comprensione che servono e che semplicemente vanno accettate e integrate non rifiutate.
se su un binario scarto da questo binario devo "correggere" la traiettoria per rimanerci.
In sostanza quello che intendo è che si dicono le stesse cose, ma alcune parole al nostro orecchio (e magari sarebbe da osservare anche questo) ci suonano "automutilanti" perchè (a mio parere) vengono da noi stessi caricate di significati emotivi che poco hanno a che fare con il loro significato "neutro".

stefano
Posts: 338
Joined: Tue Mar 17, 2009 17:05

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by stefano » Tue Jul 07, 2009 12:03

forse sarebbe anche da chiederci come mai non sappiamo rimanere "neutri" di fronte a semplici parole.
secondo me sino a che non si riuscirà a rimanere equilibrati di fronte a determinate parole piuttosto che ad altre saremo in un certo qual modo "dipendenti" da esse.
e quindi paradossalmente molto lontani dal nostro Centro.

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Tue Jul 07, 2009 12:08

Diciamo che sta a noi scegliere il regime del "play" con ciò che abbiamo in dotazione (a livello del premanifestato, del sottomanifestato e del completamente manifestato). :)

Il succo della faccenda è comunque questo: accettare se stessi completamente; magari prendendosi in giro per certe proprie caratteristiche (anzi, secondo me, questa capacità di ridere di sé a cuor leggero è più o meno l’equivalente dell'essere veramente conduttivi), ma non giudicandole come qualcosa di negativo o di “malfatto”, come qualcosa che “è meglio perdere che trovare”.
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7026
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Irinushka » Tue Jul 07, 2009 12:41

stefano wrote:forse sarebbe anche da chiederci come mai non sappiamo rimanere "neutri" di fronte a semplici parole.
secondo me sino a che non si riuscirà a rimanere equilibrati di fronte a determinate parole piuttosto che ad altre saremo in un certo qual modo "dipendenti" da esse.
e quindi paradossalmente molto lontani dal nostro Centro.
Diciamo che le parole stesse, oggi come oggi, non sono affatto neutre, ci eccitano, stimolano la nostra trasmissività, ci aiutano a mettere a fuoco i nostri nuovi “know how just in time” esistenziali, e questo è un bene enorme, solo che per farlo rendere, bisognerebbe “dimenticare” il vecchio regime di usare le parole, passando dalle parole - “etichette” alle parole – portatrici delle oscillazioni, alle parole - indicatori stradali dei passaggi multidimensionali verso la realtà completamente manifestata. :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

Lalla
Posts: 197
Joined: Thu Dec 11, 2008 15:14

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Lalla » Tue Jul 07, 2009 14:39

QUELL'AMORE... Certo che esiste... Problema è che una volta che lo conosci, che entri in contatto con lui... niente ti può più soddisfare :( . Lo cerchi e lo cerchi fino a che lo trovi ancora. Almeno questo è ciò che succede a me. Ho avuto un padre molto saggio, mi ha insegnato molte cose... Parte dei suoi insegnamenti li ho seguiti, ma parte no. Uno di quelli che non ho seguito è stato quello del cuore :oops: . Diceva che niente vale se il cuore non è di mezzo. Mi diceva anche che ognuno ha il diritto di esprimersi come vuole o come sente di farlo e che nessuno ha il diritto di giudicare gli altri... Ma che ognuno di noi ha il dovere di ascoltare gli altri e di prendere quello che va bene per lui, o che gli serve. Mi diceva anche che tutto quello che ci sta circondando è una cosa virtuale, con pochissime cose reali; che la razza umana è mezza cieca... Non vi dico quante volte abbiamo avuto da dire su questa cosa perché ai tempi per me non aveva alcun senso, quello che mi faceva arrabbiare di più era che più io ero contro e più lui si divertiva... e odiavo "arriverà presto il momento quando tu e gli altri capirete". Un'altra cosa che non riuscivo proprio a mandare giù era quella che lui se ne infischiava proprio di coloro che aiutava, nel senso che a lui non importava se quella persona era buona o cattiva; se quella persona meritava o no di essere aiutata... se lui se la sentiva, lo faceva e basta... Una cosa che mi è rimasta bene nel mio cervello ( presumiamo che ci sia un mio cervello) è che dobbiamo stare attenti alle parole che usiamo... possono fare molto bene ma anche molto male.... Posso assicurarvi che è vero. Tutto questo ve l'ho detto perché ieri è successa una cosa strana. Io vado in banca tre volte alla settimana, ho tempo di studiare le persone che entrano là... Una donna in particolare attira sempre la mia attenzione, viene più o meno due volte al mese. E' molto anziana, molto silenziosa, mai agitata, sorride sempre, molto educata ma... non socializza. Ieri per la prima volta mi ha detto una cosa mentre passava davanti a me: " la vita, mia cara signora, è un passaggio, a volte brutto a volte bello ma sempre un passaggio". Un abbraccio!

stefano
Posts: 338
Joined: Tue Mar 17, 2009 17:05

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by stefano » Tue Jul 07, 2009 14:48

Lalla wrote:QUELL'AMORE... Certo che esiste... Problema è che una volta che lo conosci, che entri in contatto con lui... niente ti può più soddisfare :( . Lo cerchi e lo cerchi fino a che lo trovi ancora. Almeno questo è ciò che succede a me. Ho avuto un padre molto saggio, mi ha insegnato molte cose... Parte dei suoi insegnamenti li ho seguiti, ma parte no. Uno di quelli che non ho seguito è stato quello del cuore :oops: . Diceva che niente vale se il cuore non è di mezzo. Mi diceva anche che ognuno ha il diritto di esprimersi come vuole o come sente di farlo e che nessuno ha il diritto di giudicare gli altri... Ma che ognuno di noi ha il dovere di ascoltare gli altri e di prendere quello che va bene per lui, o che gli serve. Mi diceva anche che tutto quello che ci sta circondando è una cosa virtuale, con pochissime cose reali; che la razza umana è mezza cieca... Non vi dico quante volte abbiamo avuto da dire su questa cosa perché ai tempi per me non aveva alcun senso, quello che mi faceva arrabbiare di più era che più io ero contro e più lui si divertiva... e odiavo "arriverà presto il momento quando tu e gli altri capirete". Un'altra cosa che non riuscivo proprio a mandare giù era quella che lui se ne infischiava proprio di coloro che aiutava, nel senso che a lui non importava se quella persona era buona o cattiva; se quella persona meritava o no di essere aiutata... se lui se la sentiva, lo faceva e basta... Una cosa che mi è rimasta bene nel mio cervello ( presumiamo che ci sia un mio cervello) è che dobbiamo stare attenti alle parole che usiamo... possono fare molto bene ma anche molto male.... Posso assicurarvi che è vero. Tutto questo ve l'ho detto perché ieri è successa una cosa strana. Io vado in banca tre volte alla settimana, ho tempo di studiare le persone che entrano là... Una donna in particolare attira sempre la mia attenzione, viene più o meno due volte al mese. E' molto anziana, molto silenziosa, mai agitata, sorride sempre, molto educata ma... non socializza. Ieri per la prima volta mi ha detto una cosa mentre passava davanti a me: " la vita, mia cara signora, è un passaggio, a volte brutto a volte bello ma sempre un passaggio". Un abbraccio!

tuo padre era davvero "molto saggio" a mio parere (ma anche secondo te a quanto leggo) Io non ho avuto la tua stessa fortuna con un genitore. mio padre e mia madre sono persone molto più "normali".
soprattutto quando ti parlava di "fare le cose con il cuore" e quando nei fatti ti dimostrava il suo completo disinteresse per quanto dicono o giudicano gli altri nei confronti di una persona.
Se lui se la sentiva bene altrimenti lasciava perdere.
così in teoria dovrebbe essere.
ti ha mostrato la sua completa "aderenza" al Suo Centro e il suo seguire il suo dettame interiore a prescindere da tutto e tutti.
Quella è la stessa via mostrata dai "Grandi" Maestri.
così in pratica dovremmo abituarci (a mio parere) a vivere.
in più bisognerebbe imparare a stare bene attenti a "ciò che esce dalla bocca dell'uomo"
perchè non è ciò che entra a contaminarlo ma ciò che esce....
ed evidentemente spesso ce lo dimentichiamo... presi da turbini interiori e non assolutamente in grado di osservarli e capirne la loro vacuità.

Un abbraccio

Daniele
Posts: 302
Joined: Fri Mar 20, 2009 11:39
Location: Roma, Italia

Re: "Superare le correnti gravitazionali"

Post by Daniele » Tue Jul 07, 2009 14:56

Davvero incredibile quanto fosse saggio tuo padre soprattutto sui discorsi sulla illusorietà del tutto e sulla cecità umana, non è davvero da tutti ragionare così.
Immagino che non ti farà piacere sentirtelo dire in questa forma ma è così :wink:

A riguardo delle leggi del cuore ti riporto una frase che mi ha detto un mio carissimo amico.
A fronte delle sue perplessità su come comportarsi con le persone suo padre (appunto...) gli rispondeva: "tu lascia aperta la porta e fai entrare tutti, il cuore saprà scegliere"

Per quanto riguarda quanto ti ha detto la anziana signora... credo sappia che se la vita è un passaggio perlomeno fino a qui tutto bene, anche perchè come ben sai il sole esiste per tutti
Un bacio

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 10 guests