Fatti di cronaca

User avatar
Arcobaleno
Posts: 241
Joined: Sun May 23, 2010 15:48

Re: Fatti di cronaca

Post by Arcobaleno » Sun Nov 20, 2011 9:41

Anche io vi ringrazio per queste considerazioni
perchè negli ultimi giorni si sono rifatti vivi atteggiamenti
e reazioni che ho sempre considerato sabbia negli occhi
con cui ho lottato così a lungo
e mi sono resa conto che solo con tanta tanta morbidezza
e dolcezza potrò accompagnarli verso "nuove sistemazioni"

La differenza tra "detesto" e "non mi piace" è abissale
e senza cadere nella solita solfa del dare energia a ciò che odi
sento che la Vita le persone noi stessi e la Materia tutta
hanno così bisogno di incoraggiamento, di sorrisi, di gentilezza
da commuovermi quando noto che basta davvero poco,
e che quel poco è in fondo Tutto.

Vi abbraccio forte e vi auguro una domenica
dolce, calda, avvolgente.

Valentina

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Il trionfo della polifonia

Post by Irinushka » Tue Nov 22, 2011 9:09

In questi ultimi giorni sul forum russo si è sentita molto la tendenza a cercare di scoprire "com'è fatto l'elefante", basandosi sui particolari frammenti del fenomeno accessibili ai singoli osservatori. :)

Le discussioni non erano del tutto "lisce", c'erano dei punti di vista alternativi che in qualche modo si scontravano e facevano scintille (anche se di carattere gentile), c'era anche un certo disagio latente, come se qualcosa stesse prudendo, e nello stesso tempo si sentiva moltissimo la necessità di unire insieme le nostre voci; è stata perfino evocata una canzone di un cantautore russo intitolata "La polifonia":



Un trionfo della polifonia, questa è la chiave principale...

Ieri sera mi è venuto da mettere a verbale queste considerazioni:

Ecco, usando l'espressione di Landers, stiamo cercando di inquadrare insieme "l'elefante", "guardando sia con gli occhi che con i talloni". :lol:

È un'unificazione, un'unificazione della Forza che ci sta spronando, anche se certe reazioni ed echi che non sono consoni alla nostra specifica conduttività potrebbero crearci un senso di disagio, e se provassimo ad elevarci al di sopra di questo disagio?

Siamo in grado di aprirci a questo regime?

A percepire noi stessi contemporaneamente dentro la nostra specifica forza e anche dentro la forza collettiva, dentro la forza universale?

Chissà se non ci arriverà qualche nuova taratura o regolazione...

Sento un crescente bisogno di giocare a carte scoperte (in russo si usa la stessa parola per dire "carte da gioco" e anche "mappe"), di metterle a disposizione sul tavolo (invitando, ma non forzando gli altri giocatori a fare altrettanto), è questo atteggiamento, è questo credo che vuole da noi la Terra, è questo regime che è in grado di sbilanciare e di smuovere "il calcare" e "la sovraesposizione" dello stato delle cose.

Un'altra cosa che vorrei esprimere, è che adesso la Vita potrebbe anche trattarci con la non dolcezza, con la non gentilezza, minacciarci con la non gentilezza, semplicemente perché non ha ancora a disposizione abbastanza "gentilezza in contanti".

Se però noi gliela regaliamo, in modo del tutto gratuito, e a prescindere dalla persona, ecco che lei, la Vita, avrà più gentilezza a disposizione per eventuali reazioni di ritorno..., in questo momento è tutto così "sfidante", così struggente, si preannuncia un decollo, un avanzamento forse nemmeno preventivato, come se stesse per aprirsi una certa valvola, al centro della laguna principale...

***************************************

E poi stanotte sono stata svegliata da un avviso che sì, in effetti, si è aperta una certa "valvola" nel sottoterra, liberando una certa sostanza "fissante ed appiccicosa", come una colla (NON terrestre) che a questo punto potrà collegare tra di loro diversi stati della materia e diversi eventi e diverse scale della ragione e anche diverse emozioni, potrà circolare liberamente sul nostro territorio, cambiandone i riferimenti e i connotati.

Un avanzamento sconvolgente, in un certo senso, perché di colpo ha messo tutti quanti (compresi i vari addetti ai lavori) davanti ad una condizione che fino a questo momento non sembrava compatibile con la conduttività terrestre, era una specie di "aldilà" off limits.

Per quel che mi riguarda, stanotte l'acustica era eccezionale, pazzesca, certe conferme mi sono state servite su un piatto d'argento, e ora mi sembra evidente che il motore di ricerca dovrà usare altre equazioni, quelle corrispondenti alla forza della realtà modificata.

Perché se è cambiata la forza, la forza basilare che tiene insieme lo stesso spazio terrestre, è evidente che cambierà anche quello che riempie questo spazio, che si manifesta in questo mondo...

Perciò... ascoltate, ascoltate soprattutto la vostra fede, ed eventualmente ventilatela, la fede sarà un punto di fissaggio fondamentale di tutto quanto...

Sia di qua che di là...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Il trionfo della polifonia

Post by Andrew » Tue Nov 22, 2011 10:28

Irinushka wrote:È un'unificazione, un'unificazione della Forza che ci sta spronando, anche se certe reazioni ed echi che non sono consoni alla nostra specifica conduttività potrebbero anche crearci un senso di disagio, e se provassimo ad elevarci al di sopra di questo disagio?

Siamo in grado di aprirci a questo regime?

A percepire noi stessi contemporaneamente dentro la nostra specifica forza e anche dentro la forza collettiva, dentro la forza universale?

Chissà se non ci arriverà qualche nuova taratura o regolazione...
Nel tardo pomeriggio di ieri, prima di un colloquio di lavoro, ho cominciato a sentire qualche sintomo fisico leggero, come se fosse una pre-febbre od una pre-influenza.

Poi, durante il colloquio, sono emersi dei punti di vista riguardanti un progetto che dovrei seguire l'anno prossimo che ad un certo momento mi hanno quasi fatto perdere l'equilibrio. Tutto ad un tratto mi sono state evidenti ad un ulteriore, nuovo livello la non produttività e la non conduttività di ciò di cui si stava parlando, non solo per me a livello individuale, ma anche per gli altri soggetti coinvolti che però non sembravano esserne minimamente consapevoli.

Da li é cominciata una certa sensazione di disagio che sentivo essere non solo mia, come se in qualche modo la questione lavorativa fosse stata (anche) un'esca per far emergere l'emozione che sentivo, per unire il cosmico al mio domestico.

Come usare questa emozione in modo produttivo? Come trasformarla in una situazione vincente? Come andare oltre l'apparenza di una situazione semplicemente umana? :roll: :?: :?

Poco dopo essermi posto queste domande, scoprivo nel forum russo che proprio di questo si stava parlando... :mrgreen:
Irinushka wrote:Sento un crescente bisogno di giocare con le carte scoperte (in russo si usa la stessa parola per dire "carte da gioco" e anche "mappe"), di metterle a disposizione sul tavolo (invitando, ma non forzando gli altri giocatori a fare altrettanto), è questo atteggiamento, è questo credo che vuole da noi la Terra, è questo regime che è in grado di sbilanciare e di smuovere "il calcare" e "la soraesposizione" dello stato delle cose.
Condivido questo desiderio/bisogno di Irina. Giocare con le carte aperte e scoperte pone le basi per un gioco completamente differente, in cui anche gli altri partecipanti e pure lo stesso tavolo possono diventare co-giocatori e co-vincitori. :D
Irinushka wrote:Un'altra cosa che vorrei esprimere, è che adesso la Vita potrebbe anche trattarci con la non dolcezza, con la non gentilezza, minacciarci con la non gentilezza, semplicemente perché non ha ancora a disposizione abbastanza "gentilezza in contanti".
Non é certamente un caso che il mondo dell'economia sottomanifestata sta avendo importanti problemi di liquidità, di mancanza di contanti. Forse é proprio giunto il momento di immettere una liquidità Nuova nel sistema, una liquidità che ha dei connotati non più soltanto umani...

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Wed Nov 23, 2011 10:13

Irinushka wrote: Sento un crescente bisogno di giocare a carte scoperte (in russo si usa la stessa parola per dire "carte da gioco" e anche "mappe"), di metterle a disposizione sul tavolo (invitando, ma non forzando gli altri giocatori a fare altrettanto), è questo atteggiamento, è questo credo che vuole da noi la Terra, è questo regime che è in grado di sbilanciare e di smuovere "il calcare" e "la sovraesposizione" dello stato delle cose.
Ieri, rileggendo il testo del mio post, ho trovato un errore di battitura nella parola "sovraesposizione", mancava una lettera, ho corretto, e poi ho pensato che fosse comunque assai significativo: come se io avessi già cominciato a togliere dei pezzi strutturali al fenomeno stesso della sovraesposizione... :mrgreen:

E infatti, nella pubblicazione sull'Eoslailai è stata mantenuta la cosiddetta versione errata... :)

*******************************************
Per quel che riguarda tutto il resto, stanotte invece non ho sentito nessuna comunicazione di servizio tranne una sola parola, molto significativa per me, ma ci devo ancora lavorare. :)

Invece stamattina, alzandomi, ho sentito un riferimento ad un'altra canzone russa, in particolare a questo pezzo finale:

"Che tutti gettino via le cariche e le pallottole:
Il confine è ormai vicino
E che tutti gli ufficiali si mettano addosso
Le proprie medaglie e le decorazioni".


Si tratta dell'esercito dei nobili russi che combattevano contro i bolscevichi, per cui, ovviamente, non è il caso di fare i paragoni troppo diretti, però il concetto di mollare il concetto stesso di combattere, di buttar via "le cariche e le pallottole", e anche un invito ad esporre in modo visibile "le decorazioni", rivolto "agli ufficiali" (possiamo dire, i segni di riconoscimento della propria forza e della propria validità, del proprio coraggio) mi sembra assai pertinente a quello che stiamo vivendo...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Fri Nov 25, 2011 11:31

Sono due o tre giorni che faccio molta fatica a comporre le mie "istantanee" del momento corrente, è quasi come se non ci fosse più nessuna solidità da nessuna parte, ma solo la "sospensione" continua a tutti i livelli, la sostanza trasformativa, nient'altro che la sostanza trasformativa surriscaldata, che si eccita, che si sposta, che corre di qua e di là, che si presenta in mille modi, così come vuole lei, e noi possiamo notare solo alcuni aspetti di questo correre, di questo autorevole mega-spostamento e questo notare parziale è abbastanza impegnativo e poco dolce, per il nostro equilibrio..., in un certo senso, stanno meglio coloro che non notano niente (coloro che non hanno gli occhi per vedere, coloro che non sono "attrezzati" per vedere, perché non sono qui per vedere, per comporre nuove equazioni ed algoritmi e ritmi della Vita).

Ho scritto la parola "sospensione" e poi ho letto nella Wikipedia questa frase:

"In chimica una sospensione è una miscela in cui un materiale finemente suddiviso è disperso in un altro materiale in modo tale da non sedimentare in tempo breve".

E allora vi presento un paio di riferimenti di sfondo che ho sentito in questo periodo: "aria condizionata" e "buenos aires" - da intendere, ovviamente, non alla lettera, ma come un'indicazione che sta succedendo qualcosa (di buono e di giusto) a livello dell'atmosfera, una certa (auto)regolazione dei flussi, dei flussi della ragione e della consapevolezza, un ricalcolo dei vari regimi della causalità che avviene come un confronto ravvicinato tra le varie forze, terrestri e non, e tra i loro rispettivi motori di ricerca.

Per evitare che anche il nostro cervello vada in stato di sospensione :mrgreen: (giuro che l'altro ieri non riuscivo a calcolare i numeri più semplici, da prima elementare, Massimo mi è testimone! :mrgreen: ) credo che sia molto importante configurare in modo appropriato le nostre inquadrature correnti, il nostro relazionarsi corrente con la Vita.

Per esempio, non aprire troppe porte (o finestre) durante la stessa "sessione", altrimenti assorbiremo troppa luce e poi non sapremo come usufruirne nei nostri interessi immediati, insomma, ci vuole la fermezza, ci vuole la disciplina da imporre al coro (in parte polifonico in parte cacofonico) delle sollecitazioni, illuminazioni e pre-illuminazioni varie: "tu sì, tu no, tu aspetta nell'anticamera, di te mi occuperò più tardi, ma non adesso, e tu invece spostati ad una debita distanza di sicurezza, così mi stai asfissiando..." :)

E siccome "La Carrozza Verde" oggi insiste per essere la mia colonna sonora, riporto qui il post che ho postato in questo stesso topic alla fine di novembre del 2010:
Irinushka wrote:Come illustrazione del momento corrente sono lieta di proporvi questa dolcissima ninna nanna in lingua russa che si è fatta viva con me stamattina.

È intitolata "La Carrozza Verde" e sono riuscita a trovare un video con i sottotitoli in inglese:

http://www.youtube.com/watch?v=NUxPEfvP ... re=related" onclick="window.open(this.href);return false;

Riassumendo il concetto, durante la notte, mentre tutti stanno dormendo: orsacchiotti, piccoli ricci, e anche piccoli esseri umani :) , sopra la Terra sta volando la magica Carrozza Verde che trasporta la Primavera (il regno dello spirito).

La Carrozza Verde corre velocissima nei cieli sopra la Terra, e nessuno può starle dietro né seguire i suoi movimenti, però poi al mattino, uno si avvicina alla finestra, dà un'occhiata e si rende conto che sì, è decisamente arrivata la Primavera. :D

Inoltre la parola "Prima-vera" è una delle mie sciarade multilingue preferite che si scompone in queste due parti:

"Prima" in italiano e "vera" come "Вера" (fede/fiducia) in russo, ed ecco che nasce questo bellissimo significato: Prima di tutto occorre avere fede/fiducia (fede in se stessi, nella Nuova Realtà, nelle nuove condizioni umane) e allora sì che ci sarà la Primavera e la "Divina materia"...
P.S. E con questo post sono arrivata al post numero 3500... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

La realtà di cortesia è servita

Post by Irinushka » Mon Nov 28, 2011 15:52

Irinushka wrote:"Il riferimento di sfondo: "Bolivar cannot carry double», "Bolivar è stanco e non potrà sopportare il peso di entrambi"(O Henri "Roads We Take").

Mi sa che si tratta di due ordini esistenziali, di due regimi acustici, di due "colonne sonore" completamente diversi: uno - associato al servizio e alla realizzazione della personalità, al motore di ricerca della personalità (Single Mеn), e l'altro - al servizio di questa anima collettiva in via di formazione.

O così o cosà, e "Bolivar", quel cavallo simbolico visto come l'habitat complessivo della stabilità e della produttività terrestre, davvero non è in grado di "portare entrambi", altrimenti potrebbe cominciare a fare i capricci, e rifiutare del tutto di portare chiunque a qualsiasi destinazione con le buone maniere.

E le scelte sono state fatte, appunto, a favore della colonna sonora collettiva, e questo è un fatto decisamente reale e decisamente incontestabile, anzi, molto più reale di tanti fatti che continuano a succedere nella nostra visuale e che noi continuiamo a percepire come reali... :wink:
Da questo venerdì sono in possesso di informazioni che esitavo a mettere sul forum, mi sono permessa di fare qua e là qualche accenno velato, in attesa di vedere come sarebbero andate le cose..., ed ecco, mi sembra che l'andamento (oppure anche il non andamento) delle cose, insieme a certe condivisioni fatte in privato, mi stia suggerendo di rendere queste informazioni di dominio pubblico.

Vi ricordate che durante la nostra seduta informale dell'11.11.11 Metatron ha parlato di una certa condizione decisamente insolita, come un "nulla" che separa ma anche in qualche modo unisce l'ordine della realtà precedente e quello successivo, e ha anche avvertito che non è una condizione che possiamo comprendere con la mente?

Bene, sono lieta di annunciarvi che siamo proprio in mezzo a questo "nulla": non c'è più la realtà di prima, i codici che la gestivano sono stati sciolti, prosciolti, scollegati, ritirati, in compenso siamo stati dotati della "realtà di cortesia", formata da dei codici sostitutivi. :mrgreen:

Sono dei codici che riproducono più o meno fedelmente la nostra realtà familiare, il nostro familiare senso dell'ambiente, altrimenti non potremmo reggere lo choc (quella scena in "Matrix" dove Neo e Morpheus discutono con disinvoltura di tutto e di più con nient'altro intorno che un tavolo e un paio di sedie in mezzo al nulla :mrgreen: ), però non c'è un contatto reale tra noi e il mondo, non c'è una reale aderenza, tutti i legami diretti sono stati "micro-sospesi", è una realtà "con la condizionale".

Tutte le richieste, per esempio, per fare qualcosa, per interagire con qualcuno, vengono convertite (dalla "centralina del nulla", dalla centralina della "realtà di cortesia") in una certa richiesta di stabilità e di equilibrio e di autoriconoscimento e si provvede a fornirci gli equivalenti attualmente disponibili, che a volte possono essere abbastanza azzeccati, e a volte mica tanto; inoltre la centralina spesso ci risponde con dei "file zippati", quindi ci restituisce in output dei "grumi vibrazionali" che noi dobbiamo successivamente disimballare, mettere al loro posto e poi trattare come se fossero realtà.

Questo regime della "realtà di cortesia" è comunque un gran bel servizio (e non sto affatto ironizzando), perché per il nostro equilibrio ne abbiamo davvero bisogno (in queste notti ho sperimentato un pochino le sensazioni di cosa vuol dire veramente la condizione in cui tutti i fili, o anche solo alcuni fili del tessuto della realtà sono stati sciolti e posso assicurarvi che non è umanamente sostenibile convivere con questa condizione, per di più per alcune settimane di fila).

I codici sostitutivi: da una parte sono, devono essere piuttosto verosimili, corrispondere alle nostre aspettative ed abitudini correnti (altrimenti che servizio di cortesia è? :mrgreen: ), ma d'altra parte hanno anche il compito di "attaccarci" in fretta e furia i nuovi saper fare e saper essere (quelli che useremo successivamente nella nostra legittima realtà terrestre ricaricata) e quindi si verificheranno mille e una differenze, mille e una deviazioni rispetto a quello che noi riteniamo un ordine familiare "certo".

Ed è un nostro compito "sacrosanto" notare queste deviazioni, queste incongruenze, queste stranezze, queste non conferme, questi errori ed errorini della ricerca (come il gatto del "Matrix" che è un'imperfezione del sistema), e quindi più noteremo questi "gatti" in transito e più tenderà ad indebolirsi la nostra dipendenza dalla vecchia realtà, e più sentiremo dentro di noi le forze per migrare nell'ordine alternativo.

Non posso affatto promettere che le prossime settimane saranno dolci, perché questo passaggio è davvero pazzesco, mette alla prova tutto quanto e a tutti i livelli, e comunque, visto che noi NON siamo stati portati temporaneamente fuori dalla dimensione terrestre (dentro la Terra Cava o in qualche posto sicuro nella Federazione Galattica della Luce per poi tornare a casa gentilmente ristrutturata durante la nostra assenza :mrgreen: ), dobbiamo comunque occuparci della terrestricità, esserci nella terrestricità, in particolare, usando moltissimo la Parola, perché è proprio la Parola ad essere il nostro mezzo di aggancio con il Tutto, il nostro "Super-correttore" e anche il nostro "cavallo di battaglia", il nostro Bolivar. :)

È anche probabile che i codici di sostituzione che ci sono stati forniti per creare la realtà di cortesia, non siano affatto uguali per tutti, che a seconda di ciò che siamo e di ciò che siamo stati chiamati a servire, questi codici possano variare parecchio, e questa è la prima grossa differenza che io metto ufficialmente a verbale e che probabilmente potrà essere ulteriormente confermata nei prossimi giorni.

Quindi siamo usciti ufficialmente dalla prigionia del vecchio regime... E cosa importa se ora siamo rimasti temporaneamente sprovvisti della realtà, vi sembra davvero una cosa di cui preoccuparsi sul serio? :mrgreen:
In qualche modo le cose andranno a posto, ma quali cose e a quali posti, lo verremo a sapere - INSIEME - nelle prossime puntate... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Wed Nov 30, 2011 10:12

Irinushka wrote:
Bene, sono lieta di annunciarvi che siamo proprio in mezzo a questo "nulla": non c'è più la realtà di prima, i codici che la gestivano sono stati sciolti, prosciolti, scollegati, ritirati, in compenso siamo stati dotati della "realtà di cortesia", formata da dei codici sostitutivi. :mrgreen:

Sono dei codici che riproducono più o meno fedelmente la nostra realtà familiare, il nostro familiare senso dell'ambiente, altrimenti non potremmo reggere lo choc (quella scena in "Matrix" dove Neo e Morpheus discutono con disinvoltura di tutto e di più con nient'altro intorno che un tavolo e un paio di sedie in mezzo al nulla :mrgreen: ), però non c'è un contatto reale tra noi e il mondo, non c'è una reale aderenza, tutti i legami diretti sono stati "micro-sospesi", è una realtà "con la condizionale".

... È anche probabile che i codici di sostituzione che ci sono stati forniti per creare la realtà di cortesia, non siano affatto uguali per tutti, che a seconda di ciò che siamo e di ciò che siamo stati chiamati a servire, questi codici possano variare parecchio, e questa è la prima grossa differenza che io metto ufficialmente a verbale e che probabilmente potrà essere ulteriormente confermata nei prossimi giorni.
Usando un modo di dire dei miei connazionali: “ogni tanto si spegne, ogni tanto si interrompe, ogni tanto non è proprio in funzione...” :mrgreen: (ma intanto c’è una vasta gamma delle possibilità per vivere e per interpretare il blackout)... :mrgreen:
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Thu Dec 29, 2011 19:23

È ormai vicinissimo, questo straordinario 2012, e già questi ultimi giorni del 2011 non sono del tutto “normali” (possiamo chamarli para-normali? :lol: in quanto stanno respirando, stanno registrando le evaporazioni e il vigore della Vita diversa da quella terrestre), "assorbono un sacco di spazio" (e noi a patire la sindrome dell'indigestione di tutta questa Forza immensa, di tutta questa sovraeccitabilità... :mrgreen: )

Cercano anche di aiutarci a capire, di dotarci con delle nuove unità del pensiero autonomo, ma queste unità dell'interpretabilità e della ragione, questi meccanismi dell'illuminazione non riescono ancora a collocarsi in modo giusto dentro il nostro conscio..., lo eccitano sì, lo sovraccaricano sì, ma ancora non riescono ad assimilarsi in modo corretto...

Percepisco questi giorni come una specie di “corrimano educativo” predisposto dallo spirito, un corrimano relativamente instabile, caotico, ma anche molto denso, molto ispirato, il corrimano che ci avvicina a...***, il corrimano che continua a muoversi e a riconfigurarsi alla ricerca di un assetto ottimale, per aiutarci a lanciarci bene nel nostro futuro autentico, nel nostro futuro reale... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

alessandra
Posts: 14
Joined: Fri Nov 25, 2011 3:57

Re: Fatti di cronaca

Post by alessandra » Fri Dec 30, 2011 7:27

Irinushka wrote:
È ormai vicinissimo, questo straordinario 2012, e già questi ultimi giorni del 2011 non sono del tutto “normali” (possiamo chamarli para-normali? :lol: in quanto stanno respirando, stanno registrando le evaporazioni e il vigore della Vita diversa da quella terrestre), "assorbono un sacco di spazio" (e noi a patire la sindrome dell'indigestione di tutta questa Forza immensa, di tutta questa sovraeccitabilità... :mrgreen: )
Appena sveglia quando l'alba ancora non si fa vedere ( questo è il momento della giornata in cui ci si può fidare ) ...mi viene proprio da dire..
"Presso di me c'è"
Presso di me c'ero io
sentivo proprio la mia presenza, la mia consapevolezza il mio io grande ,mi ha mostrato una "lampata"di passato pieno di errori che lei/lui stesso ha messo sulla mia strada.
In questa "lampata"ho percepito il prima e l'adesso , quello che è e quello che non è , l'assenza del tempo, e ho ingoiato pacchetti di fiducia ...avrei dovuto scrivere in quel momento per poter trasmettere questa strana condizione di sospensione ma allo stesso tempo ricca e piena.

Nonstante l'inquinamento da lavoro ( generalmente le mie energie si disperdono chissà dove..)
mi sentivo ( anche adesso) pervasa da un'energia "scoppiettante" con annessa una sensazione di ...pentola a pressione vedi...
Irinushka wrote:Gli asterischi *** sostituiscono una parola molto parlante e di per sé neutra che ho sentito in russo (замах), e che potrebbe essere tradotta in italiano come: vigore, portata, spinta, bracciata, propulsione, tiro, battuta, scoppio, urto e altre sfumature ancora.

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Fri Dec 30, 2011 10:29

Qualche giorno fa mi è stato preannunciato che questo venerdì (mi) sarebbero successe delle cose importanti, poi ho ricevuto un "avviso di 48 ore", poi un altro avviso - "di 24 ore", comunque quando sono andata a dormire ieri sera la sensazione di questa Forza Maggiore ancora impensabile che preme per esprimersi era così forte da coprire ogni altro input o sensazione.

E poi stanotte, non so a che ora di preciso, è successo che il mio volume esistenziale è stato fatto ruotare, si vedeva proprio un'immagine di una figura geometrica che viene fatta ruotare con delle frecce, forse con il cambiamento di angolazione di 90 gradi, ma non ne sono sicura.

Di conseguenza cambia la forma, cambia la conduttività, cambiano i momenti della Forza, cambiano i regimi, cambiano le connessioni e chissà cos'altro...

La cosa divertente è che durante questa operazione (forse perché ieri pomeriggio abbiamo parlato un po' con Raffaele che ha l'incarico di provvedere alla guarigione complessiva dello stesso spazio terrestre e quindi il concetto delle "cure miracolose" e anche degli oggetti animati e consapevoli era nell'aria :wink: ) mi è venuta un'associazione con la pubblicità divertente che in questi giorni ho visto in TV: il letto che si avvicina e poi, presa la medicina consigliata, si allontana, è così buffa l'immagine del letto che si sposta da solo di qua e di là, per di più cercando di far finta di niente... :lol:

Ed è stato ancora Raffaele a fare qualche breve commento a proposito di questo mio nuovo assetto esistenziale e se non ricordo male, mi ha perfino fatto le congratulazioni per l'operazione ben riuscita... :)

Ora che ci penso, qualche giorno fa ho sentito questo suggerimento enigmatico: che mi "toccherà fare la clessidra", e forse sono davvero arrivata al limite, al bordo della versione precedente del mio assetto esistenziale, per poi sviluppare quella cosa là:
Irinushka wrote:Gli asterischi *** sostituiscono una parola molto parlante e di per sé neutra che ho sentito in russo (замах), e che potrebbe essere tradotta in italiano come: vigore, portata, spinta, bracciata, propulsione, tiro, battuta, scoppio, urto e altre sfumature ancora.
Che ha reso possibile questa insolita rotazione dello spazio...

Poi mi sono addormentata e nel sogno ho visto Lena, la mia "madrina" (mi appare sempre nei momenti esistenziali cruciali) e abbiamo avuto questo dialogo.

Lei: Quello che fai tu e vedi tu, nessun altro lo può fare né vedere...

Io: Vorrei raccontarle gli ultimi sviluppi (e mi mettevo a riassumere quello che è appena successo, insieme al commento di Raffaele).

Lei: Però tutte queste cose straordinarie come possono essere applicate nella vita pratica? Magari, dovrai fare qualcosa di diverso?

Io: Non posso, sono un impianto energetico e quindi conduco e servo quel particolare tipo di carburante che fa per me, però sono sicura che presto tutto questo avrà anche dei risvolti pratici, dei risvolti pratici impressionanti... :)

Nelle mie avventure di stanotte c'era anche dell'altro, ma ora non sto a metterlo a verbale, piuttosto mi dedico ai preparativi per le festa di domani... :)

E intanto osservo... :wink:
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Fri Dec 30, 2011 17:37

Ho fatto la torta con le noci, ficchi secchi e una mela e ci ho anche messo sopra la glassa di cioccolato fondente...:-)

E sarà anche un "debutto" per il bellissimo piatto ricevuto in dono da Maria Teresa... :)

Non so se domani mi sarà possibile fare gli auguri sul forum, perciò comincio a farli adesso...

Il 2012: è un enigma e un rebus, è una sfida alla nostra familiare percezione della materialità, è un alleato e tante altre cose ancora...

Un grande abbraccio a tutti! :D
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Sun Jan 01, 2012 11:17

Ecco, è arrivato, questo *** 2012, e penso proprio che ieri abbiamo fatto del nostro meglio per accoglierlo e per spalancargli le porte, sia dentro di noi che nello spazio della Vita esterna...

E anche certe mie reazioni decisamente inconsuete dopo la mezzanotte :lol: confermano senza ombra di dubbio che la scala esistenziale sia definitivamente cambiata... :roll: :)

Un abbraccio molto commosso e anche un po' scosso a tutti voi! :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Andrew » Mon Jan 02, 2012 11:04

Oggi mi sono svegliato verso le 5 percependo la notte in corso come decisamente mossa e particolarmente "strana".

Poco prima di riprendere sonno ho sentito che stava accadendo qualcosa a livello del tempo, e si é fatto vivo un commento (letteralmente) lapidario del tipo é venuto a mancare il tempo. La sensazione che accompagnava questa didascalia é simile a quella che proverei vedendo sgozzare una gallina: la grandezza del servizio della gallina che si presta a diventare cibo sarebbe affiancata da una certa ruvidità, crudezza e macabrosità dell'evento in corso :? :(

Poco dopo aver percepito il tempo che si lasciava "uccidere" per servire la sua trasformazione in ****, ho notato alcuni legami tra il tempo e la memoria, e la consapevolezza che anche per lei adesso può cominciare un nuovo modo di suonare.

Subito dopo ho udito il rumore del motore di un camion che mi ha riportato ad una scena di 30 anni fa, quando un vicino di casa camionista d'inverno accedendeva il suo mezzo verso le 5 per lasciarlo scaldare prima di partire. Anche quì un commento di sottofondo: il saluto all'ultimo dramma :roll:

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Mon Jan 02, 2012 15:18

andrea wrote:Oggi mi sono svegliato verso le 5 percependo la notte in corso come decisamente mossa e particolarmente "strana".

Poco prima di riprendere sonno ho sentito che stava accadendo qualcosa a livello del tempo, e si é fatto vivo un commento (letteralmente) lapidario del tipo é venuto a mancare il tempo.
Quando ascolterai le registrazioni, soprattutto quello che è stato detto/suggerito all'inizio della prima seduta collettiva, troverai parecchie conferme al tuo sentire... :)

Ieri abbiamo poi fatto due sedute individuali, con Raffaele, che aprono delle prospettive sconvolgenti (in particolare, per quel che riguarda il concetto delle guarigioni a tutto campo), ma oggi è già tanto se riesco a stare in piedi (infatti, non ci riesco un granché... :mrgreen: )

ANOTHER GAME, un nuovo regime della Forza è entrato in funzione, che lo vogliamo ammettere oppure no...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Fatti di cronaca

Post by Irinushka » Tue Jan 03, 2012 10:34

andrea wrote:Oggi mi sono svegliato verso le 5 percependo la notte in corso come decisamente mossa e particolarmente "strana".

Poco prima di riprendere sonno ho sentito che stava accadendo qualcosa a livello del tempo, e si é fatto vivo un commento (letteralmente) lapidario del tipo é venuto a mancare il tempo. La sensazione che accompagnava questa didascalia é simile a quella che proverei vedendo sgozzare una gallina: la grandezza del servizio della gallina che si presta a diventare cibo sarebbe affiancata da una certa ruvidità, crudezza e macabrosità dell'evento in corso :? :(

Poco dopo aver percepito il tempo che si lasciava "uccidere" per servire la sua trasformazione in ****, ho notato alcuni legami tra il tempo e la memoria, e la consapevolezza che anche per lei adesso può cominciare un nuovo modo di suonare.
Già il primo gennaio, facendo gli auguri ai parenti, faticavo a pronunciare questa formula "Buon anno", la prima parola sembrava essere in regola, mentre la seconda... :roll:

Ieri, come un'alternativa a "Happy new year!", sentivo la formula "Happy new age!", dove "new age" sta per il nostro specifico tempo personale, il nostro specifico quadrante del tempo con i relativi "KIT" di accessori vari, il nostro specifico Ritmo e Solidità e Throughput del disegnabile e del manifestabile....
LU-tochka wrote:А у меня поздравление получается только "С НОВЫМ!" Сначала подумала, что это своеобразный приступ лени... :roll: Но нет! Так что всех - с новым!!!
Ecco, sul forum russo LU-tochka ha scritto che riusciva solo a fare gli auguri per l'arrivo del NUOVO, NUOVO e basta, senza la parola "anno" in seguito, prima ha pensato che fosse un attacco di pigrizia molto particolare, invece no... :)

Stanotte, per me almeno, le turbolenze erano pazzesche, ogni tanto captavo qualche visione o sentivo qualche parola o riga di commento, ma erano tutte delle accordature e delle prove congiunte per i successivi canti della Vita, non i canti veri e propri, non un'esposizione della Luce, ma la ricerca a tutto campo dei modi migliori per questa esposizione...

Ho anche sentito un "Tieni duro!"... :lol:

Comunque sì, il tempo lineare si è scomposto oppure è stato scomposto, è diventato "Ragtime" (un altro riferimento di sfondo che sento in questi giorni):

"La parola ragtime in inglese significa tempo stracciato, a brandelli. E’ una forma musicale prevalentemente pianistica con diverse melodie collegate tra loro la cui caratteristica principale è il ritmo sincopato."

"A brandelli", appunto... :mrgreen:

Mi complimento ancora con Andrea per la sua metafora della gallina fatta a pezzi :) ..., a proposito, stanotte mi portavi in giro con la tua auto in uno scenario leggermente apocalittico (forse dovevamo fare un sopralluogo), e te la cavavi anche bene, solo che ogni tanto sbattevi con una portiera aperta dell'auto contro qualche ostacolo... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 6 guests