Tavola rotonda: Noi e il nostro "business esistenziale"

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Tavola rotonda: Noi e il nostro "business esistenziale"

Post by Irinushka » Sat Oct 02, 2010 18:39

Stanotte ho ricevuto, da parte del flusso della multidimensionalità che si sta riversando deciso nella nostra dimensione umana, un compito molto particolare che adesso vi spiego.

Dunque, nel prossimo futuro le attuali strutture del potere, le attuali forme della gestione della società, tenderanno a cedere e a disfarsi, perché non sono conduttive, perché hanno dentro un'enorme quantità della non naturalezza e della non Vita e quindi, quando faranno una conoscenza ravvicinata con il flusso della multidimensionalità, con il suo magico ed amorevole e gentile "How do you do?", difficilmente potranno mantenere lo status quo.

Questa considerazione riguarda anche i leader mondiali, perché tutti loro, tranne forse qualche rara eccezione, stanno servendo una realtà inventata, si trovano fuori dalla loro specifica realtà autentica, e questa finzione non potrà essere mantenuta ancora a lungo; l'incantesimo, l'ipnosi sono destinati a sciogliersi, dovrebbero formarsi delle strutture di gestione alternative, ed è proprio su questo punto che in questo momento non c'è abbastanza chiarezza.

Quindi sono stata caldamente invitata :) a verbalizzare le mie sensazioni al riguardo, ma in questo momento non tanto relativamente agli aspetti pratici quanto a livello dello stile di Vita e anche della "base" ("Ma senza base non si può cantare, e con la base non si può stonare, non si può sbagliare. Perché..."), delle armoniche conduttive, delle portanti vibrazionali a cui il Tutto e il mondo della Terra vorranno affidare una certa "supervisione generale" di quello che succede a livello pratico.

Quindi si tratta di delineare una "base" del "comando centrale", il suo possibile raggio dell'azione, il suo spazio delle scelte, il regime del suo potere organizzativo, esecutivo e rieducativo, l'interazione tra lui e i singoli Tempi dell'Amore, della Vita e della Verità che i cittadini della Nuova Terra potranno costruire con le loro forze, con i loro specifici "play".

Se ipotizziamo un certo "governo centrale del mondo della Terra", quali potrebbero essere i requisiti per i candidati?

Mi è anche stato consigliato di coinvolgere lo spazio del forum nell'esecuzione di questo compito; ovviamente, nessuno si aspetta da noi le decisioni pronte, però è evidente che siamo sollecitati a "grattare" insieme questo argomento e che il flusso della multidimensionalità (quell'Autostrada che viene costruita giorno dopo giorno al posto del vecchio landscape sotto manifestato) presterà moltissima attenzione a ciò che emergerà durante questo "grattare". :)

Percepisco questo incitamento come un'ulteriore conferma di un'espansione decisa ed irreversibile della Vita multidimensionale dentro il perimetro della nostra familiare Terravisione e ne sono felice... :D
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Tavola rotonda: Noi e il nostro "business esistenziale"

Post by Irinushka » Wed Oct 06, 2010 12:49

Allora, mi butto. :)

Questo ipotetico "governo centrale del mondo della Terra" in questo momento si trova nella fase di "pre-formazione" e di "pre-compilation".

"Il software globale" della nostra transizione planetaria ha già dentro di sé le sequenze che descrivono il "governo" e il suo possibile operato dentro la terristricità (e non solo), però queste sequenze devono ancora essere messe a punto, ulteriormente concordate e ricalcolate, e questo è un campo su cui noi possiamo e dobbiamo (abbiamo il privilegio e il dovere di) intervenire insieme, perché il look definitivo di questo organo dipenderà anche dalle nostre scelte, dalle nostre individuali esigenze multidimensionali in fatto di supporto e stabilità (perché questa infrastruttura centrale dovrà prima di tutto occuparsi della stabilità, di assicurare un passaggio relativamente morbido dalla vecchia stabilità, quella in gran parte illusoria della realtà sotto manifestata, alla nuova stabilità dell'esistenza multidimensionale e al nuovo regime di fede/fiducia).

Quindi, secondo me, sarà prima di tutto un organo che si occuperà della regolazione e della coordinazione dei vari componenti delle nostre grandezze individuali.

Sarà un organo della ricerca e sincronizzazione dei nostri vari multidimensionali ".exe" individuali e collettivi, un organo che avrà il compito di gestire la fornitura delle "risorse" (in tutti i sensi del termine) necessarie per sviluppare questo o quell'aspetto della realtà multidimensionale.

Sarà un organo che si occuperà tantissimo della rieducazione planetaria, della formazione e propagazione a livello capillare della nuova cultura esistenziale e del nuovo stile di vita e che saprà come farlo in tempo reale, nel senso che ci sarà moltissima sperimentazione empirica e pochissimi progetti "a tavolino".

Sarà un organo il cui operato in parte sarà aperto agli occhi di tutti e in parte sarà "nell'ombra", dietro le quinte, perché questo livello della gestione della realtà presuppone l'uso di certi codici e programmi e regimi di eccitabilità che per definizione non possono essere accessibili a tutti.

Sarà un organo composto da persone molto speciali (e di questo aspetto parleremo in seguito), ma sarà comunque un "Noi", un potere gestionale che esprime gli interessi di ogni singola Grandezza, di ogni singolo regime di presenza e che "risponde" direttamente alla Mente Universale.

Sarà un organo che avrà il compito di essere un centro energetico mondiale, un organo esecutivo del Tutto sul pianeta Terra e che cambierà ed evolverà naturalmente proprio grazie alle sue capacità di sintonizzarsi sul Tutto, di abbandonarsi al Tutto.

Bene, per il momento sono riuscita a leggere (il mio attualmente conoscibile) fin qui... :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Andrew
Posts: 605
Joined: Mon Jan 18, 2010 12:24
Contact:

Re: Tavola rotonda: Noi e il nostro "business esistenziale"

Post by Andrew » Thu Oct 07, 2010 9:52

...allora mi butto anch'io! :D

Premetto che il termine "governo centrale della Terra" si presta a mio avviso a facili distorsioni e riconduzioni all'attuale esistente, e quindi preferirei nominare quest'organo con qualcosa tipo "l'orchestratore della sinfonia planetaria". :wink:
Irinushka wrote:Se ipotizziamo un certo "governo centrale del mondo della Terra", quali potrebbero essere i requisiti per i candidati?
Nella mia visione questi candidati sia fisici che non fisici sono esempi viventi di Autenticità, Amore e Potere (notare le maiuscole :wink: ) messi in pratica nella dimensione Umana, ed hanno un senso innato della musica. Essi "sanno" del loro diritto di appartenenza a quest'organo, perché intuitivamente percepiscono l'utilità che possono avere nell'accompagnare la trasformazione planetaria. L'appartenenza all'organo é quindi aperta a coloro che si sentono pronti ed appropriati per questo compito. Ciascun membro percepisce gli ambiti in cui é appropriata l'espressione della sua energia, e non interviene in quelli al di fuori del suo autentico interesse.

Le azioni e le influenze degli orchestratori sono di ampia portata, quindi essi non sono necessariamente interessati ai "dettagli di implementazione" piuttosto che al "risultato finale" in quanto sanno che questi saranno il risultato delle co-creazioni più a valle.

Il loro sapere é basato sull'esperienza diretta nella Nuova Realtà. Sono quindi essi stessi dei continui ricercatori che condividono le loro scoperte a favore dell'evoluzione collettiva. L'organo favorisce quindi tutte le ricerche e le esperienze in generale che arricchiscono il sapere autentico.

Contrariamente all'attuale politica che divide e depotenzia, uno degli scopi dell'organo é quello di unire e potenziare, soprattutto mediante l'apertura di nuovi potenziali nelle visioni collettive.

L'organo, mediante i suoi membri, rappresenta/percepisce energeticamente in tempo reale le frequenze e le espressioni terrestri. L'organo é quindi in grado di percepire naturalmente sia la globalità che le condizioni energetiche più locali. Essendo i suoi confini molto sfumati e dinamici, le sue propaggini si possono estendere (o ritirare) ove ve ne sia il bisogno seguendo un innato senso dell'appropriatezza.

Ecco... questi sono alcuni spunti che mi sono venuti ieri sera mentre osservavo un bellissimo tramonto :D

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Tavola rotonda: Noi e il nostro "business esistenziale"

Post by Irinushka » Fri Oct 22, 2010 11:24

andrea wrote:
Premetto che il termine "governo centrale della Terra" si presta a mio avviso a facili distorsioni e riconduzioni all'attuale esistente, e quindi preferirei nominare quest'organo con qualcosa tipo "l'orchestratore della sinfonia planetaria". :wink:
Infatti, io sento un riferimento in lingua inglese: "Government" e come sapete, quando sento le parole in inglese c'è sempre dentro un suggerimento che queste parole o concetti non devono essere presi alla lettera.

Ieri pomeriggio, durante un incontro individuale, parlando delle energie che sono state con noi, ad aiutarci a capire come stavano le cose e a fare certi trattamenti di riaccordatura, per identificare questo contesto vibrazionale, mi è venuta in mente la canzone del cantautore russo-giorgiano Bulat Okudgiava che ha questo titolo:

"Una piccola orchestrina della Speranza guidata dall'Amore..."

http://www.youtube.com/watch?v=gCezAxwS ... re=related" onclick="window.open(this.href);return false;

E questa frase, questo riferimento mi è sembrato molto potente, così potente che ho deciso di inserirlo nel topic dove parliamo delle nuove infrastrutture governative. :)

Vi traduco alcuni frammenti di questa canzone (non è facile, perciò mi raccomando, fate pure ulteriori arrangiamenti per adattare questi miei input alla vostra lunghezza d'onda :) ):

"Quando all'improvviso si fa sentire
Una voce delle trombe, ancora indistinta,
E le parole, come dei falchi notturni
Si staccano dalle labbra caldissime
La melodia come una pioggia occasionale
Scroscia, rimbalza e vaga in mezzo alla gente
Ed ecco che entra in gioco
Una piccola orchestrina della speranza guidata dall'amore
È questa la forza che è sempre "in combutta" con le persone
e che assume il comando,
Quando tutti i "comandanti regolari" sono rimasti senza voce..."
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests