Noi e il nostro corpo fisico

Post Reply
User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Noi e il nostro corpo fisico

Post by Irinushka » Tue Jun 09, 2009 22:34

Sono alcuni giorni che sento un bisogno crescente di aprire un topic dedicato al corpo fisico.

Il nostro corpo fisico: la manifestazione tangibile della nostra presenza qui, su questa Terra, ma anche un organo della nostra trasmissività energetica, un regime specifico del “play” complessivo del nostro essere.

È possibile, anzi, possibilissimo, che sarà proprio attraverso il corpo e la sua trasformazione che molte persone riusciranno a percepire la realtà del divino e a conoscere il proprio disegno esistenziale e le proprie “inclinazioni naturali”, che, magari, risulteranno assai diverse dall’immagine che uno poteva avere di sé fin al momento in cui le fibre e le corde del suo corpo si allineano con le fibre e le corde della sua anima.

Un paio di mesi fa, comunicando con l’Ambasciatore dei Cieli in questo nostro “regime alternativo”, gli avevo chiesto come lui vive la sua fisicità, in che modo percepisce il suo corpo fisico (questa domanda mi è venuta, perché il suo regime della presenza sul piano fisico della Terra è assai diverso dal nostro; probabilmente, si potrebbe dire che mentre noi, esseri umani normali, siamo “residenti” qui, lui, invece, è “residente” altrove, su altri piani, mentre sul piano fisico della Terra è più che altro “domiciliato". :) )

La risposta che mi è giunta a questa mia domanda era: “l’Isola del tesoro”. :)

Mi è sembrata una metafora bellissima, e penso proprio che possiamo adottarla come una linea guida, per quel che riguarda il “remake” del rapporto con il nostro corpo fisico in questa nuova fase dell’esistenza planetaria: l’esistenza completamente manifestata.

Le “mappe” e gli approcci attualmente esistenti che riguardano il corpo fisico umano hanno tutti quanti bisogno di essere aggiornati, per il semplice fatto che erano stati elaborati per le altre condizioni, per un’altra realtà, per un’altra “risoluzione esistenziale”.

Questo vale sia per la scienza e la medicina tradizionale che per gli svariati rami della medicina non tradizionale, basati sullo studio delle aure, dei chakra, dei canali energetici ecc.

Qualche giorno fa Tobias “ha fatto scoppiare una bomba”, con la sua affermazione che “ i vecchi chakra sono stati eliminati, sono, per così dire, stati distrutti, in modo da poter avere un unico chakra…” :)

http://www.eoslailai.com/index.php?opti ... 5&Itemid=1" onclick="window.open(this.href);return false;

E io mi sento molto in sintonia con questa affermazione, infatti, mi rendo sempre più conto di essere diventata una mutante, un “OGM” , un "organismo (termo) geneticamente modificato" :), e credo che sia arrivato il momento di parlare insieme di questi cambiamenti strutturali, indotti dal “gene termico” risvegliato che sta entrando in regime.

Che sono sicuramente molto personalizzati (a seconda delle caratteristiche e delle necessità dello spirito che si sta espandendo dentro il nostro corpo, entrando in ogni suo atomo, in ogni sua cellulina :) ), però riflettono anche la logica generale della mutazione, e quindi ci conviene puntare soprattutto sull'elaborazione dei vari "know how" e "pezzi di software" che gestiscono il nuovo rapporto con il corpo, invece che sul sapere "accademico". :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

Daniele
Posts: 302
Joined: Fri Mar 20, 2009 11:39
Location: Roma, Italia

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Daniele » Tue Jun 09, 2009 22:52

L'argomento è importantissimo e fondamentale solo che credo sia ancora un pò presto per riuscire a capire le differenze tra "prima" e "dopo" e riuscire anche a verbalizzarle.
D'altronde credo si rappresenti veramente l'avanguardia di coloro che stanno facendo il salto vibrazionale/esistenziale in questi giorni per cui forse abbiamo ancora un pò pochi elementi "assestati" (per così dire) di cui poter parlare con ragionevole sicurezza. L'unica cosa che mi viene da fare per ora è una analogia con la carta della caramella, come se il corpo fosse una specie di involucro che racchiude un centro unico dotato di sapore. Mi piace pensarla così.
Forse se non cambio metafora rischio di sviluppare problemi di diabete :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Irinushka » Wed Jun 10, 2009 12:06

Daniele wrote:
Forse se non cambio metafora rischio di sviluppare problemi di diabete :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Però forse contemporaneamente sviluppi anche le tecniche d’avanguardia per curarlo, per esempio, con un intreccio di parole e suoni fatto ad arte… :) O con altre magie di ordinaria amministrazione... :)

Forse queste mie impostazioni iniziali sono leggermente in anticipo, rispetto al “tempo che è finalmente o quando ci si capisce ”, ma neanche tanto.

Come diceva il compagno Lenin, assai sensibile alle tempistiche del succedere, “ieri era troppo presto, ma domani potrebbe essere troppo tardi”. :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

Lalla
Posts: 197
Joined: Thu Dec 11, 2008 15:14

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Lalla » Wed Jun 10, 2009 17:00

Trasformazione fisica....Nei gorni scorsi mi e successa una cosa molto strana ma molto bella.... Ero nel mio negozio, avevo visto che i clienti mi guardavano in modo molto strano ma non ci ho fatto caso. Piu tardi sono uscita d'avanti al negozio per chiaccherare con un'altra commerciante e mi sono accorta che anche lei mi guardava in modo strano, le ho domandato che cosa vedesse...Mi ha risposto che tutto andava bene cosi, soltanto che non era abituata a vedremi in questo modo. Era convinta che mi fossi messa le lenti a contato color verde chiaro trasparente e che mi fossi schiariti i capelli....Devo dirvi che io mi guardo nello specchio soltanto la mattina prima di uscire per andare a lavorare e di sera quando rientro. Io ho gli occhi color marrone; a volte, in certe occasioni, diventano quasi verdi; i miei capelli sono chiari ma non come lo erano quel giorno. Quando mi sono guardata nello specchio mi sono spaventata, non ero io, somigliavo a me ma... non ero io. Non so cosa sia successo ma sono rimasta cosi per due giorni :D Trasformazione interiore.... Non trovo ancora le parole giuste per descriverla, ma è incredibilmente bello. Mi sembra di vivere in un mondo irreale... oppure che sono arrivata in un mondo REALE provenendo da un mondo irreale... Quando avro le parole giuste raccontero di piu....

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 19:47

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Luca » Fri Jun 12, 2009 10:07

Ciao!
inserisco un articolo che ho preparato per il mio sito.
Spero vi offra degli spunti poichè sulla riflessione realtiva al nostro corpo fisico il concetto di Guarigione è importante e va chiarificato sempre più rispetto a schemi legati al vecchio "sistema operativo".
Un abbraccio,
Luca
:D

Guarigione e Guaritore


Sono parole che ad alcuni possono richiamare aiuto ed amore ma ad altri, come anche a me sino a qualche tempo fa, possono richiamare paure.
Paure legate alla guarigione che hanno le loro fondamenta in passate esperienze traumatiche ed in ciò che viene spacciato per guarigione spesso dalla cosiddetta “medicina ufficiale” che invece ha in sé un nucleo di dolore e non di risoluzione.

Nell'antichità i Guaritori erano una figura ben definita all'interno della società nella quale svolgevano un ruolo centrale.
Con il passare del tempo, però, questa figura si è andata sbiadendo sino a che, con il rifiuto di molte parti dell'essere umano avvenuto con il procedere della tecnologia, anche le capacità di guarigione sono state “messe da parte” ed il termine è stato espropriato della originale valenza.
Ci sarebbe molto da dire su questo processo ma chiarisco qui che è una espressione dell'evoluzione umana ed è stato opportuno, quindi non c'è giudizio poiché tutto è stato importante seppur ora è tempo di procedere oltre.

Oggi, in una società che ha sviluppato “profondi squilibri” che hanno origine nella separazione e nel rifiuto delle parti Sacre dell'Essere Umano, torna la figura del Guaritore come potenziale di vivere una vita più armoniosa con il Tutto e, quindi, come prospettiva di ristabilire quell'armonia tra l'essere umano ed il suo universo, nella sua Sacralità.

Spesso si fraintende la figura del Guaritore sovrapponendola ad un medico o ad un religioso.
Per chiarire questa confusione ribadisco che il Guaritore non è un medico, non svolge attività medica, non fa diagnosi nè prescrive rimedi di alcun genere.
Il Guaritore non è un religioso poiché le religioni sono una limitazione della percezione di Tutto ciò che E' ed il Guaritore non da dogmi, comandamenti, punizioni o rimproveri: il Guaritore è non giudicante poiché percepisce il processo che avviene nelle persone (ed in sè) come crescita, evoluzione e non errore.

Il Guaritore (Guaritrice) è un uomo od una donna che, dialogando in connessione con le Forze Universali, conduce la persona che gli si rivolge verso il ristabilimento di un proprio equilibrio interiore ed anche fisico che avviene grazie al dialogo ed al contatto con le Forze Universali ed Intelligenze d'Amore.

Possiamo dirlo chiaramente: il Guaritore agevola delle guarigioni anche sul piano fisico ma il concetto di Guarigione è ben diverso da quella deviazione che siamo abituati a collegare agli effetti di molte pratiche mediche.

Il Guaritore non lavora per eliminare il sintomo e le Forze Universali non hanno l'obiettivo di alleviare i sintomi ma quanto, invece, il Guarire la vera causa che poi manifesta quei sintomi.
Spesso ci si concentra solo sul “finale” di un processo molto vasto mentre con la Guarigione si interagisce e si riequilibria la fonte di quel processo.

Specificatamente la Guarigione Spirtuale si spinge sino a Guarire l'Anima (il vero Nucleo del nostro Essere), per poi giungere a tutti i vari aspetti (energetici, mentali, emozionali, fisici).

Quando si va da un Guaritore cosa ci si deve aspettare?
La risposta è semplicemente: sorpresa ed amore.
Sorpresa poiché l'interazione tra “la persona sul cammino” (il concetto di malattia è un erronea percezione di un processo), il Guaritore che funge da amplificatore e le Forze Universali è davvero sorprendente.

Cosa si intende con questa ultima espressione? Le Forze Universali sono quelle manifestazioni a cui noi diamo molti nomi ma che, in definitiva, sono emanazione della Sorgente di Tutto ciò che E' (che molti amano chiamare anche Dio, Intelligenza Universale, ecc...).

La Guarigione Spirituale dell'Arcangelo Metatron è un dono di questa grande espressione d'amore che è Metatron ed, attraverso l'interazione del Guaritore con questa Intelligenza, i processi di canalizzazione di energia di Guarigione vengono amplificati.
Metatron è una diretta emanazione della Sorgente e, con le sue parole, l'Arcangelo del Signore.

La parola “canalizzare” rimanda alla capacità umana di amplificare ed indirizzare una forza energetica: non è il Guaritore che guarisce ma questa energia che attua la Guarigione.

Il compito del Guaritore non è quello di “capire” e “risolvere” con una propria soluzione ma anzi meno conosce del “problema” di colui che si rivolge a lui o lei e meglio opererà.
La vera Forza, la vera Intelligenza non è, quindi, nelle conoscenze, competenze ed attitudini che il Guaritore possa avere ma è nella Sorgente di Vita.
Una immagine che può dare molti elementi è quella dell'antenna: il Guaritore è un'antenna per queste Forze, che poi interagiscono con la persona che vi si affida.

Quindi io sono un Guaritore e le persone che si rivolgono a me hanno benefici su vari piani anche eclatanti ed inspiegabili (nei limiti che la “scienza” ora possa offrire) ma io non potrò mai sapere, ad esempio, su quale piano si avrà il cambiamento, la trasformazione.
Io svolgo la mia funzione di amplificatore, nell'Amore e nel Cuore, e mi affido alle Forze Universali rimanendo connesso al mio vero Essere.

Il processo che attraverserà la persona che si rivolge a me è unico e non prevedibile e, quindi, io non prometto il superamento di un disturbo ma posso assicurarvi che svolgerò la mia funzione di amplificazione con apertura di Cuore ed Amore.

Il resto dipenderà da ciò che è più appropriato per voi.

Siamo all'inzio di una nuova epoca e questa è l'espressione di ciò che l'Umanità sta iniziando a manifestare: una maggior comunione con il Tutto, un nuovo modello di vita sul pianeta.

Come Guaritore non ho potere: io non posso, io non faccio, io non guarisco alcunchè.

Come Guaritore io amo, ascolto, collaboro, rispetto, onoro, amplifico.

Suggerisco di non venite da me cercando “una soluzione”,
venite invece da me cercando voi stessi e la vostra Bellezza interiore che è diretta emanazione della Sorgente: l'Origine di Tutto ciò che E'.

In questi termini, ora rinnovati, il Guaritore e la Guarigione possono entrare nella vostra vita: permettetevi di accogliere l'amore che l'Universo ha per voi!

Luca

Lalla
Posts: 197
Joined: Thu Dec 11, 2008 15:14

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Lalla » Fri Jun 12, 2009 10:31

:idea: :D :D :D TI VOGLIO TANTO, TANTO BENE

stefano
Posts: 338
Joined: Tue Mar 17, 2009 17:05

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by stefano » Fri Jun 12, 2009 13:37

il guaritore in sostanza è "puro canale" dello spirito.
in certi frangenti (non so se vi è mai capitato) quando di fronte a un evento si aziona la forza interiore di ciascuno essa fluisce semplicemente senza interventi di "mezzo".

un abbraccio

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Irinushka » Sat Jun 27, 2009 11:14

Irinushka wrote: Sento che l'organismo è un grande maestro; probabilmente, sarà proprio lui a svezzarci da alcuni algoritmi del vecchio sistema operativo (dai vecchi ed obsoleti .exe e .com) esistenziale e a spingerci verso nuovi confini...
Dalla mia esperienza personale, posso anche dire che da circa un anno e mezzo (dal momento in cui io mi sono ancorata sulle Griglie Cristalline), il corpo mi ha insegnato parecchio sulla libertà del pensiero (sul percepire quello che c’è, a prescindere dagli schemi mentali esistenti).

Praticamente lui ha già dentro di sé i codici delle mie inclinazioni naturali primordiali (intendo, inclinazioni naturali a livello del mio spirito, le sagome della mia natura ondulare) e io devo solo imparare ad usare questi segnali per sviluppare il mio know how esistenziale, il modo ideale della presenza del mio spirito dentro la materialità).
Questo è il post che ho scritto un paio di giorni fa sui veriamici, e oggi, nel messaggio di TOBIAS
*CREDERE TOTALMENTE IN SE STESSI*

ho trovato un’ulteriore conferma di questo mio percepire:

“… Ma io sto parlando del credere in voi in merito alla salute, il corpo non è un oggetto estraneo, sei tu manifestato sulla Terra. Abbiate fiducia in lui, abbiate fiducia in voi…”

http://www.eoslailai.com/index.php?opti ... 1&Itemid=1" onclick="window.open(this.href);return false;

Sento sempre più chiaramente che è attraverso il corpo che noi stiamo sviluppando il nostro nuovo modo di essere; che è attraverso il corpo che noi “siamo in procinto di stampare ciò che siamo” all’interno delle Griglie Cristalline della Terra, mettendo in questo modo a terra i sensi e le fibre della nostra anima. Rimagnetizzando le Griglie Crislalline a nostra immagine e somiglianza. All'immagine di Dio che c'è in noi. :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Irinushka » Fri Jul 24, 2009 15:04

Daniele wrote:
Irinushka wrote:E’ come se il corpo entrasse in un campo di forza potentissimo, però forse è proprio il corpo a sprigionare (a generare) questo campo di forza?
Da quel che "sento" su di me è proprio il corpo che non è più solo tempio dello spirito, ma proprio il suo agente in terra, "il braccio leggero della legge"
Mi sa che è partito il programma “Bodybilding.com”. :)

Il corpo ha “incorporato” (oppure sviluppato) dentro di sé il nostro specifico “gene giuridico”; “il nostro gene della legittimità” (da non confondere con il gene termico! :) , anche se alla fine dei conti "It doesn't matter" :) ), la nostra specifica grafia multispaziale della realtà sintonizzata sulle frequenze della convenienza superiore; il corpo sa già che cosa è giusto per noi, il corpo si sta allineando con la nostra “corsia preferenziale del pensare - agire”, il corpo ci sta rieducando, il corpo ci sta liberando, il corpo ci sta illuminando, e intanto sta modificando se stesso, per poter essere un rappresentante perfetto del nostro primordiale "Io sono". :)

Il corpo è il nostro "Coniglio bianco" e noi lo dobbiamo seguire:

"Nella retorica odierna l'immagine del coniglio bianco sta ad indicare un evento inaspettato che porta alla comprensione di una realtà superiore che scardina in un sol colpo le convinzioni di una vita. Seguire il coniglio bianco vuol dire fare attenzione a piccoli eventi apparentemente insignificanti."

http://it.wikipedia.org/wiki/Coniglio_Bianco" onclick="window.open(this.href);return false;
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Irinushka » Sun Oct 04, 2009 19:29

Due giorni fa, venerdì, siamo usciti con Massimo a fare un giro in bici e… quasi immediatamente mi sono resa conto di essere praticamente di gelatina. Continuavo a perdere Massimo su ogni minima pendenza e alla prima sosta ho fatto l’unica cosa ragionevole che c’era da fare in quel momento: ho girato i tacchi e sono tornata a casa per la strada più corta, muovendomi come una lumaca in fin di vita. :mrgreen:

Oggi siamo usciti in bici di nuovo, e il contrasto è stato a dir poco stupefacente.
Nonostante non abbia mangiato il cibo giusto a pranzo (i carboidrati) e nonostante ieri abbia già fatto un bel po’ di esercizio, rastrellando per 4 ore le foglie e l’erba del prato tagliata, in bici mi sono sentita forte come mai prima.
Sono riuscita a stare dietro a Massimo per tutto il tempo, 63 chilometri (e vi giuro che non è un’impresa da poco! :) ), e sentivo dentro di me tanta forza, è come se mi avessero potenziata. :roll: :D

Possibile che la Nuova Terra mi abbia voluto “premiare” per aver messo a verbale quel concetto di “HP” (penso proprio che sia questo l’enigmatico baricentro della Nuova Terra di cui due giorni fa ci hanno parlato le Fonti)?

Oppure c’entra il fatto che stamattina mi sentivo così beata, e allora prima di partire mi sono detta: “Porto la mia gioia, la mia felicità ed altre sfumature del mio stato interiore a fare un giro in bici”?

Qualunque sia la spiegazione di questo piccolo miracolo, sento tanta gratitudine e tanta gioia, e ad un certo momento, mentre pedalavo, percependo la perfezione e l’armonia della situazione, ho espresso l’intento di memorizzare questo stato di cose (questa combinazione dei vari ingredienti del mio andare), anche se non so ancora a che cosa potrebbe servire. :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

fabio
Posts: 96
Joined: Mon Jul 13, 2009 10:17

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by fabio » Sun Oct 04, 2009 20:05

Senza conoscere la Nuova Terra, questa cosa è successa anche a me molti anni fa, ero in vacanza in montagna con un mio amico e avevamo affittato le mountain-bike per fare qualche sentiero (poca roba non 63 km come te).
Il primo giorno non riuscivo a stargli dietro, le gambe non spingevano e si afflosciavano sempre più e lui si allontanava sempre di più. Il secondo giorno, invece, gli stavo davanti. Dicevo a me stesso che ad ogni pedalata dovevo spingere sempre di più e in questo modo tenevo le gambe sempre più attive e anzichè affaticarmi di più, era come se si rigenerassero.
Ma la cosa più vistosa e quasi miracolosa è stata quando ero a sciare con gli amici.
Erano 2 anni che non mettevo gli sci e non avevo nessun allenamento e miei cari amici, il primo giorno mi hanno fatto fare il Sellaronda (il giro di 4 passi alpini).
Le gambe non me le sentivo più, non riuscivo a camminare e fare le scale in discesa era un dolore, avevo delle fitte alle coscie.
Il secondo giorno l'ho presa comoda, non potevo stare con loro in quelle condizioni, avrebbero dovuto aspettarmi ogni volta delle ore. La sera, dopo cena erano ancora dolori sia nel camminare che soprattutto nel fare le scale.
Il terzo giorno, in albergo, prima andare sulle piste, mi sono concentrato, mi sono detto:"No, non devo rovinarmi la settimana che tanto desideravo fare dopo 2 anni, ho parlato al mio corpo, gli ho detto di non rovinarmela, nonostante le fitte alle coscie". Tra l'altro avevo anche un grosso raffreddore, mal di gola e sintomi di febbre come spesso mi accade in montagna.
Beh, stento a crederci perfino io, sulle piste volavo. Non solo non mi dovevano aspettare, ma li superavo in velocità. I miei amici dicevano:" ma che ha preso questo oggi, il red bull?". :D
Infine è successo un'altra volta al tennis. Io soffro di crampi e stiramenti e quel giorno sentivo che stava prendendomi uno strappo, se facevo un movimento brusco mi sarei bloccato, e il tennis è fatto di scatti.
Mi sono concentrato un attimo e ho ripreso senza pensare a bloccarmi, ho parlato al mio corpo, fammi giocare e ho corso come un pazzo arrivando a prendere palle incredibili. Le gambe erano durette, ma non tanto da bloccarmi.

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7004
Joined: Sat Dec 22, 2007 2:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Irinushka » Sun Oct 04, 2009 22:08

fabio wrote: Erano 2 anni che non mettevo gli sci e non avevo nessun allenamento e miei cari amici, il primo giorno mi hanno fatto fare il Sellaronda (il giro di 4 passi alpini).
Chissà se un giorno non riusciamo ad andare a sciare insieme... :)
"Светить всегда, светить везде..."
"Splendere sempre, splendere in qualsiasi circostanza..."


AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

fabio
Posts: 96
Joined: Mon Jul 13, 2009 10:17

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by fabio » Sun Oct 04, 2009 22:36

Irinuska scrive:
Chissà se un giorno non riusciamo ad andare a sciare insieme...
Sarebbe bellissimo! :D

Rita
Posts: 51
Joined: Mon Oct 05, 2009 23:10

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Rita » Tue Oct 13, 2009 16:43

Irinushka, tu mi suggerisci che

"Probabilmente, non riesci a parlare/scrivere perché senti che il tuo attuale spazio della Parola non è veramente tuo, è soffocante e non autentico e avrebbe bisogno di un’“iper-ventilazione” e di una ricarica"

e non sai che è quasi una settimana che sto letteralmente iperventilando! Dovrei, secondo il medico, prendere 10 gocce di "stai calma". Invece ho dato retta a Tobias, che compare davanti ai miei occhi con una appropriatezza temporale impressionante:

"date fiducia al vostro corpo. Non lavora contro di voi, è voi. Sa come equilibrare e riparare e guarire.Dategli ora il permesso di farlo e non rattoppatelo, non immischiatevi, non abusatene, non
lo medicate troppo."


Certo che mi ci vuole una fede da leoni per non credere che sto per morire!

Mi piace questo topic, è il mio. Mi sa che io scriverò qui.

Lalla
Posts: 197
Joined: Thu Dec 11, 2008 15:14

Re: Noi e il nostro corpo fisico

Post by Lalla » Tue Oct 13, 2009 17:15

Rita wrote: Certo che mi ci vuole una fede da leoni per non credere che sto per morire!.
Ciao Rita e benvenuta,non mi preoccupo piu della mia salute...visto che...siamo nella stessa barca... :mrgreen:

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests