Non sono solo sogni...

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7382
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Non sono solo sogni...

Post by Irinushka » Wed Oct 10, 2012 11:02

Stavo cercando di capire se è il caso che io scriva qualcosa sui simboli che vedo nei sogni in queste ultime notti, e nello stesso momento Andrea mi ha scritto su Skype: "sembra quindi che potrebbe essere un certo lavoro di riabilitazione dei simboli" (a proposito delle sue esperienze notturne) e Valentin-Air mi ha mandato un sms parlando di certi altri simboli "altamente simbolici" :lol: visti stanotte (casomai, lo scrive poi lei stessa)...

A questo punto, procedo... :)

Il bambino, i bambini: li ho sognati due notti di seguito, l'altra notte dovevamo salpare su una nave però a condizione che ognuno avesse con sé almeno un bambino (non necessariamente sangue del proprio sangue)...

E stanotte trovavo su un autobus un bambino nudo, di pochi mesi, tutto solo e allora lo prendevo con me... Aveva un collo strano: come se potesse allungarsi a dismisura, perché aveva dei fili elastici dentro, ma poi con un semplice "clic" tornava "normale"... :lol:

E mi faceva capire (anzi, me lo diceva con le parole) che avrei avuto bisogno di lui... :)

Un altro argomento che si è presentato stanotte, erano le piante, gli alberi, il mondo/il territorio dei vegetali...

Eravamo sdraiati per terra (un po' di gente) e ad un certo momento mi arrivava un messaggio che "un certo albero ci invitava a cena"... :mrgreen: E mi chiedevo: cosa gli porto? Non credo che la torta possa andare bene... :mrgreen: :lol:

A questo punto mi sono svegliata perché stava succedendo qualcosa di grosso al suolo (qualcosa che creerà una differenza di qualità), ma siccome non sono ancora riuscita a inquadrare il fenomeno, per il momento metto gli asterischi... ***

E poi ogni tanto faccio dei sogni in cui è come se recitassi alla gente dei capitoli di un "manuale del nuovo sistema operativo esistenziale"... :lol:

Stanotte parlavo delle attività commerciali e del fatto che non sarà più possibile vendere niente a nessuno se uno non è totalmente onesto con se stesso, e fermamente convinto che in effetti quello che propone agli altri sia una cosa giusta (un prodotto, un servizio ecc...). Altrimenti lo scambio (DELLA FORZA) non avverrà... E a noi interessano gli scambi della Forza, l'attrazione reciproca, lo scambio e l'auto riconoscimento tra le linee della Forza, non un vuoto senza nome che viene spostato di qua e di là, dentro il landscape dell'anti materia, con più o meno successo... :mrgreen:

Certo che questo criterio dell'onesta al 100% potrebbe fare sgretolare più o meno completamente l'attuale sistema dei mercati, l'attuale sistema dei comandi ... :mrgreen:

**********************************************
P.S. Dallo scambio con Andrea su skype:

Irina:

continuiamo a rilanciare...
il che vuol dire che "siamo ai nostri posti"

Andrea:

già, mi sembra proprio che ci stiamo prendendo gusto
Moooooolto interessante questa tua ultima riga

Irina:
mi ha colta di sorpresa...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

silvana
Posts: 118
Joined: Wed Jun 09, 2010 16:44

Re: Non sono solo sogni...

Post by silvana » Wed Oct 10, 2012 11:47

Io da tempo non riuscivo a sognare o comunque non ricordavo nulla al risveglio.Questa settimana invece i sogni si son ripresentati e ieri notte ne ho fatto uno di cui ricordo solo un pezzettino :avevo un bambino piccolo in braccio di cui ricordo molto bene la testa complrtmente senza capelli e il corpicino nudo ma non potevo vedereil volto e continuavo a spostarmi da un luogo all'altro come se dovessi assolutamente proteggerlo anche se non era mio ma con la certezza assoluta che era comunque parte di me! Altro non so perchè mi sono svegliata e per tutto il giorno mi tornava in mente :?: :!: :?: Silvana

User avatar
Arcobaleno
Posts: 242
Joined: Sun May 23, 2010 15:48

Re: Non sono solo sogni...

Post by Arcobaleno » Wed Oct 10, 2012 15:51

Anche io sto facendo molti sogni simbolici ... e devo dire che quello di stanotte era molto
"reale".

Cercavo una catena da appendere al collo per andare al prossimo incontro collettivo da Irina ... (forse quello di novembre :P ?). Questa catena doveva essere molto spessa e sentivo che era un simbolo assai importante perchè poi insieme Dio (e non certo Lui per noi o noi da soli) l'avremmo spezzata ...

Alla commessa del negozio che mi proponeva solo catenine cercavo di spiegare, in maniera piuttosto divertita, ma anche eccitata, che le catene che avremmo dovuto spezzare non sono robine da poco ... tanto che alla fine mi decidevo ad andare da un ferramenta :P :shock: :shock:

Il mio corpo stamattina non era affatto dell'idea di alzarsi ... non tornava qui ... si vede che questa ricerca lo ha impegnato parecchio.

Per ciò che riguarda i bambini ... recentemente ho sognato una bimba piccola che cresceva in braccio a me... si chiamava Costanza (ma non era mia nipote) e Costanza significa anche salda nella Fede.

E poi ... sento che il piccino (non più troppo piccino :P :shock: ) che è in me ci tiene molto a farmi sentire la sua presenza, a partecipare alla Vita "terrestre e .. tanto altro" e ... chissà che i miei sogni non siano intrecciati anche con i suoi ...

Un abbraccio a tutti
A!r :wink:

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7382
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Non sono solo sogni...

Post by Irinushka » Thu Oct 11, 2012 12:34

Arcobaleno wrote:alla fine mi decidevo ad andare da un ferramenta :P :shock: :shock:
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

C'erano diversi sogni molto mossi stanotte (anche sull'argomento di come svincolarsi dalla presa dell'anti materia) che ricordo poco, ma invece ricordo bene l'ultimo dopodiché mi sono definitivamente svegliata.

Ero in compagnia di Adamus Saint-Germain, ed era un'interazione lunga, ambientata su una nave con un sacco di dettagli interessanti... Non sapevo se lui sapesse chi fossi io (secondo me, non lo sapeva), comunque ad un certo momento gli dicevo: magari, possiamo concentrarci insieme, formare un campo in cui "leggere insieme le cose, quello che sarà il caso di leggere..." :|

E lì il sogno si interrompeva di colpo...

Un sogno così "vivace" non poteva essere del tutto casuale, perciò stamattina ho provato a chiamare Metatron per sentire un suo commento (visto che in questi giorni l'interazione con il Creatore non era per niente stabile).

Avevo anche un sospetto strampalato :lol: che siccome ieri sera ho mangiato il pollo, forse questo mi ha abbassato le vibrazioni, facendomi precipitare chissà dove... :mrgreen:

Invece, è arrivato subito Lui, e la ricezione era ottima (scusami, pollo, per questa ipotesi strampalata, e grazie di tutto :oops: :mrgreen: :) )...

Ha commentato così la mia interazione con Saint-Germain: che io sono decisamente coinvolta nella Sua espansione e nel Suo uscire allo scoperto non solo sul piano fisico della Terra ma anche sui piani sottili, aderenti al piano fisico (i piani da cui provengono le canalizzazioni, tanto per essere chiari).

I cui inquilini e rappresentanti continuano ad essere all'oscuro di tante cose, cominciando dai Suoi attuali slanci ed avanzamenti ("Io posso!")...

Quindi era una specie di test e anche una conferma di questo mio operato... :)

Peccato, però, che il sogno si sia interrotto così, nel momento più interessante... :|

Ma forse il punto era proprio questo: confermare l'impossibilità di avere nello stesso campo Saint-Germain (nel sul attuale assetto) e Mio Dio...

P.S. Ora ricordo un certo episodio verificatosi circa un anno fa (quando c'era ancora in mezzo "la controfigura" :mrgreen: ): alla mia proposta, "perché non proviamo (tramite skype) a concentrarci insieme, a formare insieme un campo del venire a sapere" (e quando offro questo, sono consapevole di offrire ciò che ho di più prezioso da offrire, la mia forza, la mia essenza, la mia conduttività, le mie accordature, la mia capacità di verbalizzare...),

c'è stata una reazione assolutamente allucinante, tipo: non osare propormi mai più una cosa del genere, altrimenti... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Se non fossi stata già abbastanza sicura di me, questa reazione avrebbe potuto distruggermi, o quasi, invece mi ha solo aiutata a "separare le mosche dalle polpette", come dicono i miei connazionali... :mrgreen:
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Arcobaleno
Posts: 242
Joined: Sun May 23, 2010 15:48

Re: Non sono solo sogni...

Post by Arcobaleno » Thu Oct 11, 2012 16:14

Già ... altro che solo il piano fisico :P :roll: ... c'è un bel pò da fare a tutti i livelli :mrgreen: !!

Parlando in termini di svincolarsi dall'antimateria ... :P :

Dovevo scegliere un cucciolo di cane tra un pò di proposte
… erano tutti molto belli e dolci
ma poi mi rendevo conto che ognuno di loro aveva delle strane macchie e capivo che erano macchie che ne limitavano l'integrità, non certo macchie del pelo.

Chi era con me mi guardava incredulo (“ i cani hanno le macchie!” :roll: )… ma io sentivo che erano macchie interne, che indicavano un errore e qualcosa mi avvertiva di starne alla larga.

Anche io mi sono svegliata di colpo e non so come me la sbrogliavo, ma sento che questo sogno ha a che fare con le scelte che sentiamo di dover fare anche quando nessuno intorno capisce il perchè .... a volte è proprio separando le mosche dalle polpette ( :roll: :mrgreen: ) che scopriamo di essere insieme a :P Lui :P e contribuiamo a toglierci altra antimateria di dosso!

Forse dipende tutto da cosa intendiamo per mosca e per polpetta :shock: :shock: :wink:

Bacioni
Arco-air

User avatar
ValeCiceri
Posts: 128
Joined: Fri Jun 01, 2012 19:11
Contact:

Re: Non sono solo sogni...

Post by ValeCiceri » Wed Oct 31, 2012 9:53

E' stata una notte molto ritmata :shock:

Ma la cosa che sentiAMO di comunicare anche a Voi è questo frangente di un sogno: ero nel mio letto e nella mia camera, tutto diciamo come nella realtà, ad un tratto mi arrivava un sms da Massimo che sullo schermo si presentava così come nell'immagine che allego, il contenuto del messaggio era quindi questo, e in più sentivo un'altra parte del "testo" credo dalla voce di Massimo che mi diceva: ecco la canzone di Irina.
E sotto sullo schermo appariva un tasto con scritto "avanzamento".

Poi c'è la parte dopo, dopo che ho schiacciato il tasto avanzamento, in cui si materializzava un essere "diabolico" che ho inseguito per tutta la casa e affrontato anche abbastanza coraggiosamente con una sorta di preghiera che gli urlavo in continuazione.....finchè non si è gettato fuori dalla finestra ed è esploso sull'asfalto....l'asfalto è rimasto bagnato per un attimo e poi l'acqua è evaportata........ed io ho provato un senso di "vittoria".

Questa seconda parte del sogno non so se è troppo "personale"...però la prima sembra pertinente con queste giornate :D
Attachments
avanzamento.jpg
avanzamento.jpg (62.69 KiB) Viewed 13477 times
ValeCiceri
CheDioMiArtista

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7382
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Non sono solo sogni...

Post by Irinushka » Wed Oct 31, 2012 10:27

ValeCiceri wrote:E' stata una notte molto ritmata :shock:
è stata una notte molto forte... (ho anche un riscontro da parte di NaDio che lei mi mandato tramite un sms, magari più tardi lo vorrà mettere sul forum).

*******************************************************
Allora condivido qualcosa anch'io.

Di solito, quando c'è un'interazione molto intensa con Lui, poi se e quando :lol: mi addormento, posso fare dei sogni anche molto strani, ma che contengono indubbiamente dei suggerimenti e delle illuminazioni che in quel momento non riescono ad essere espressi tramite un pensiero pensabile.

Dunque, in uno dei miei sogni di stanotte c'era un quadro dipinto forse da uno dei membri del forum che era intitolato così: "I tortellini (al riso, con il ripieno di riso) che stanno cuocendo".

E i dettagli erano proprio nitidi, per esempio, la fiamma, la pentola, la sagoma del tortellino, la scritta che accompagnava il quadro...

E poi si sentiva una voce (maschile) che commentava perplesso: "Continuo a guardare il quadro, ma non si capisce proprio che cosa sono le ENERGIE e soprattutto dove sono, io qui non le vedo..."

Allora io dicevo: ha ragione, sarebbe stato più corretto chiamare questo quadro in questo modo: "I tortellini VUOTI (senza ripieno) che stanno cuocendo"...

E con la nota che "IL RIPIENO IN QUESTO MOMENTO E' FUORI INQUADRATURA, non è presente dentro il quadro, ma... arriverà al momento giusto..."

************************************
Non so a voi, ma a me dice un sacco... :|

**************************************

Il mio secondo sogno in cui ho visto come sarebbe stata la mia POSIZIONE e il mio LOVE ORO dentro il Suo mondo era davvero "too cool", quindi per il momento metto a verbale solo che ne ho preso atto... :mrgreen: :D
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: Non sono solo sogni...

Post by nadia » Thu Nov 01, 2012 9:15

WOW

ancora frastornata da questo mio venire alla luce continuo ancora commossa da questo mio nascente eppur vigoroso ancor-aggio con Dio, stupita e stupente dal mio naturale dedicargli, quasi,oramai ogni attimo di me, scrivo, respiro, gioisco, distinguo,cambio, vivo con una dedizione che giocosamente diventa una
Dio-edizione :shock:

Ieri mattina presto sono andata al parco della Tesoriera dove da qualche tempo, appena ho un po' di tempo, quando voglio dedicarmi un po di tempo,vado, senza perder tempo :lol:
E' un parco piccino dove appena noi entri-amo percepi-amo il sospendersi del tempo, una villa sul fondo, giardini francesi davanti ed un'enorme platano secolare, di sensualità sfacciata ed impudica, il suo tronco è modellato a forma di un emorme, opulento sedere femminile.
Beh sotto tale maestà, nel brumoso e piovvigginoso mattino del 31 mandavo un sms ad Irina in cui le descrivevo il sogno della notte, ancora una volta mi toglievo di bocca una gran quantità di cewigum,e... giuro che nel momento esatto in cui premevo il tasto di invio del messaggio partivano tre spruzzi altissimi della fontana davanti a me, spenta fino a quel momento, ho fatto un salto di stupore e poi di gioia, quando le cose vengono notate Dio gioisce insieme a me, che meraviglia, che si, che gloria. :o :shock: :P
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Arcobaleno
Posts: 242
Joined: Sun May 23, 2010 15:48

Re: Non sono solo sogni...

Post by Arcobaleno » Thu Nov 01, 2012 22:41

La scorsa notte mi muovevo in una realtà terrificante, persino per camminare ci voleva uno stile
preciso, :shock: , la polizia era ovunque e le regole erano così tante che il terrore
regnava ovunque.

Sembrava di essere in guerra, ma gli altri esseri umani erano così abituati
a tale follia da ritenere che non ci fosse altro modo ....

C'era in me l'incredulità, lo stupore e la certezza che quella fosse la (non) realtà priva di Dio ...
come se ancora una volta Lui mi stesse guidando a comprendere perchè è necessario
intervenire a livello molto molto profondo e, spesso, senza nessun ringraziamento o presa di coscienza.

Quando mi sono svegliata ho sentito così tanto Amore e riconoscenza verso di Lui
così tanta tenerezza, mi veniva da piangere ...

Ed ecco metto qui una canzone che amo molto
e che oggi, risentendola, mi è venuto spontaneo dedicare a Lui :oops: :) !


[youtube]
<iframe width="420" height="315" src="http://www.youtube.com/embed/Rq3jjE289Nw?rel=0" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
[/youtube]


.... If you walk my way, I will keep my head
We will feel our way through the dark
Though I don't know you
I think that I would do
I don't fall easy at all ....


nadia wrote:quando le cose vengono notate Dio gioisce insieme a me, che meraviglia, che si, che gloria.


:P :P :P

Un abbracciatona

User avatar
Arcobaleno
Posts: 242
Joined: Sun May 23, 2010 15:48

Re: Non sono solo sogni...

Post by Arcobaleno » Thu Nov 01, 2012 22:42

Ops .... :shock: :oops: ...

Ecco ... :P


Chiara
Posts: 133
Joined: Fri Jul 09, 2010 18:00

Re: Non sono solo sogni...

Post by Chiara » Wed Nov 07, 2012 10:43

Questa mattina al risveglio stavamo smontando la "tenda da campo" e sentivo proprio che ciò che era in preparazione, ora, poteva essere applicato stabilmente.

Voglio rilanciare qui la foto che ha pubblicato Andrea nella Nuova Materialità perchè mi rappresenta proprio il salto quantico della mia strada che ho vissuto al risveglio ... "com'è che la strada ricomincia altrove, senza soluzione di continuità"? :shock:
salto quantico la-strada-600px.jpg


Per quel che riguarda il mio salto quantico, credo che riguardi il riuscire a non fare della propria vita un "campo minato", che è una consapevolezza emersa dalla mia personale palude di ieri :oops: da cui sono ri-emeresa proprio prima di coricarmi :oops: :shock: :D

... guarda caso, nel cercare di pubblicare questo topic, sono finita su questa citazione e quindi Rilancio pure questa :D perchè è molto pertinente ... anche se le cose, da quando è stata pubblicata, sono cambiate in pò al riguardo :wink:
Irinushka wrote:Ora l'autonomia e la maturità della dimensione terrestre ci spinge decisamente ad uscire da questa "trappola dimensionale", dando il via alla separazione dei piani e quando nel topic degli "Elementi di disturbo" dicevo che "potrebbe non essere affatto piacevole", intendevo anche questo aspetto della separazione tra i piani: la liberazione della terrestricità pura da certi programmi e regimi della conduttività che, pur mostrando un look e un avatar terrestri, non hanno una stabilità locale, sono privi delle portanti e delle bussole terrestri, non sono compatibili con gli allacciamenti, con il respiro, con l'organolettica della dimensione terrestre, hanno "la residenza e la messa a terra" sul piano astrale, invece che quaggiù, sono in ascolto dei comandi del piano astrale, invece che dei comandi del piano fisico, perché è sul piano astrale che si trova il loro baricentro, il loro intendere e volere, il loro "io posso".

... ogni "campo" ha la sua "fede" ... quella del sogno forse era una fede da campo che si è "stabilizzata" :?: :shock: :D
Last At 21/11/2013

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: Non sono solo sogni...

Post by nadia » Wed Nov 07, 2012 19:42

:D questa notte finalmente ho fatto sogni piacevoli a tratti addirittura divertenti...ricordo parti di questi, in uno venivo lanciata in aria, o compivo dei gran balzi e siccome erano voli che io contavo con le mani ad un certo punto mi sono accorta che invece di alzare il dito corrispondente al balzo alzavo la mano con il dito medio proteso :oops: e tutto intorno a me si levavavano applausi e risate.
In un altro ero come su un set cinematografico tra gente vestita in stile primi del 900, ad un tratto si avvicinava a me un uomo che mi piaceva molto e mi porgeva un vasetto con un fiore, forse una violetta, e mi sussurrava:" io non mi dimenticherò mai di te se tu...." ed io a mente finivo la frase, non ti dimenticherai mai di me. CHE FOSSE LUI? :shock:
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7382
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Non sono solo sogni...

Post by Irinushka » Thu Nov 15, 2012 9:27

Stanotte ho fatto diversi sogni di cui voglio mettere a verbale questi due.

Nel primo ero a Mosca e sentivo la necessità di cercare il laboratorio di fisica (universitario) per sbirciare dentro allo scopo di ARRICCHIRE IL MIO LESSICO con dei termini e dei suoni al momento mancanti.

E nel secondo sogno c'era la situazione di una grande nave che stava per salpare, e c'era il timone del capitano, e in qualche modo sapevo che questo era "il timone per le operazioni preliminari", e che in seguito invece sarebbe stato usato "il timone per il viaggio".

Ad un certo momento il capitano si allontanava dal timone (perché aveva un sacco di cose da fare) e lo affidava a me, con un'istruzione di spostarlo avanti di 4 tacche (una specie di "avanti tutta" dentro il gestibile di questo timone per le operazioni preliminari).

E io... pasticciavo... :roll: :mrgreen:

Perché quando ho spostato la manopola, la nave è scattata subito velocissima verso l'esterno, allora ho cercato di rimediare, girando la levetta nel senso opposto e a questo punto si è creato il rischio di andare a sbattere contro il molo... insomma, continuavo a cercare l'equilibrio giusto e posso dirvi CHE NON ERA AFFATTO FACILE...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Bianca Neve
Posts: 15
Joined: Thu Aug 02, 2012 9:47

Re: Non sono solo sogni...

Post by Bianca Neve » Mon Nov 19, 2012 11:29

Sta notte credo che Lui mi abbia fatta svegliare a un certo punto come x permettermi di ricordare un po' del sogno che avevo fatto....ricordo pochissimo si trattava di un matrimonio, io e Lui ci sposavamo (anche se ora che lo scrivo sento che questa parola sposarsi non e' adatta). Per ora matrimonio mi piace di piu (ma vedremo)e c'era del colore oro e Lui si e' manifestato in qualcosa che aveva una forma fisica molto grande ma altro non ricordo se non il colore oro e qualcosa che ha a che fare con una piramide. Ma i ricordi sono lontani!
Però è' stato bello.

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Non sono solo sogni...

Post by Andrew » Tue Nov 20, 2012 0:45

Vi presento un sogno lungo e dettagliato che ho fatto molto di recente.

**************************************************

Mi svegliavo che era il terzo giorno dalla morte di mia mamma Alberta, la quale sembrava aver scelto di proposito un certo passaggio offerto da Dio per transitare in un’altra casa in un altro tempo. Quello era il giorno del cosiddetto “suo” funerale.

Mentre uscivo di casa per andare a sbrigare delle formalità pratiche inerenti questo suo passaggio, ricordavo che da lei questo evento era sempre stato considerato come una festa della liberazione. In quel momento una strana gioia cominciava a farsi sentire, e tutto cominciava a sembrar parlare di una festa anziché di un evento doloroso. Questa cosa io già la sentivo come una possibilità nell’aria, ma quel giorno sembrava essere davvero tangibile e a portata di mano.

Così, cominciavo a sentire come se mi stessi preparando per andare ad una sorta di “matrimonio” di mia mamma, un matrimonio con Dio (proprio tipo quello che ha raccontato Bianca Neve nel post precedente), ed in quel momento pure l’auto su cui stavo viaggiando, che era sporca da un bel po' di tempo, mi segnalava: “per favore, fammi dare una sistemata perché vorrei essere presentabile per questa importante occasione”. Così, nonostante piovesse e con un certo sorriso dell’addetta al lavaggio, l’ho fatta lavare con molta disinvoltura e mi sono diretto a casa.

Inspiegabilmente, la gioia continuava a salire, e ad un certo punto mentre ero ancora sulla mia bella macchina luccicante l’auto tedesca davanti a noi mi mostrava questa targa: RV BL 1111. “Accidenti” mi dicevo “la sigla della provincia di Belluno (dove abito) con quattro 1 in fila… E’ come se la Mia Realtà stesse dicendo che sta prendendo piede (e corpo) proprio qui a casa mia!”

E intanto la gioia saliva, e così anche la sensazione che Alberta fosse più vicina, pura, e reale che mai, molto più di quando abitava nel suo corpo fisico.

Dopo pranzo ci recavamo all’obitorio per iniziare il rito, ed io continuavo a sentirmi sempre più “anomalo” rispetto allo standard per quel genere di situazione, e proprio quando mancava poco all'arrivo, nel parcheggio dell'Ospedale, davo l'Addio a quelle frequenze di tristezza, morte e dolore che tante volte avevo sentito e/o utilizzato in quel luogo e nelle circostanze da esso coinvolte, e sentivo un disumano senso della Liberazione, e la Gioia Pura e Cristallina che ancora rilanciava e rilanciava...

Poco prima che chiudessero la bara sussurravo alla forma che vi vedevo dentro “ti saluto, Corpo di Alberta, ti ringrazio e ti onoro per il Servizio che hai fatto”.

Subito dopo la bara veniva caricata nell’auto funebre, che era una Mercedes lunghissima e bellissima che sembrava uscita da un film di fantascienza, una vera figata di macchina. Noi parenti stretti salivamo su quell’auto, per accompagnare Alberta alla sua “festa sotto mentite spoglie” dentro quell’auto che ci dava la sensazione di essere dei VIP coccolati e viziati. Mentre ero li che affrontavo così disinvoltamente la mia più grande paura, l'evento che non avrei mai voluto vivere, mi sentivo invece come se fossi invincibile, inaffondabile, come se stessi andando a fare la cosa più grande e forse importante di questo mondo, una demo che avrebbe potuto cambiare il corso dell’umanità, una specie di Vittoria con la “V” maiuscola, un atto eroico... come nei cartoni animati. :wink:

Prima di arrivare in Chiesa, passavamo di fonte alla casa di Alberta, e insieme davamo a questa casa una benedizione ed un ringraziamento per quanto aveva fatto per tutti noi. E la commozione e la gioia continuavano a salire, e la discrepanza col classico funerale era sempre più incredibile e clamorosa.

Arrivati sul piazzale della Chiesa, scendevamo dalla macchina con molta naturalezza, tranquillità e senza drammi, quasi come se fosse una cosa da nulla.

Si entrava così in Chiesa e si cominciava il rito, rito che con me (ed Alberta) non c’entrava nulla, nel senso che tutti gli attributi classici e generici della morte che venivano pronunciati non riuscivano a sfiorarmi, ad emozionarmi, non mi riguardavano perché io mi sentivo già molto oltre tutto quello che veniva presentato “in quel modo” rispetto alla morte.

Allo stesso tempo però, le Sacre Scritture che il prete presentava (prete col quale avevo anche fatto “pace” un paio di sere prima della funzione, nell'ottica “dell'unificazione nella Fede, con Fedi differenti”) se lette da una certa inquadratura e ricodificandole in un certo modo, risultavano incredibilmente precise, come delle profezie che si avveravamo sotto i nostri occhi nel Tempo Reale, la Fede “classica” che si trasformava ed evolveva diventando più mobile ed allo stesso tempo tangibile proprio nel mondo pratico e concreto.

Ad un certo punto, dopo la Comunione, salivo sul grazioso pulpito viola di quella piccola chiesa, nel quale, sotto una bella e semplice croce, trionfava la dicitura “La Parola di DIO”, e pronunciavo questo:
NON HO PAROLE.

Questa è la frase che ho sentito più spesso per commentare la tua scelta di prendere residenza in un altro tempo, più vicina all’Eternità presso un altro quadrante della Realtà predisposto da Dio.

E questa volta anch’io, che di parole per te ne avevo tante, stavolta non ne ho.

E’ naturale non avere le parole quando ci si trova davanti a delle ragioni così a monte nell’Alta Consapevolezza che il conscio umano non potrebbe comunque comprenderle nella loro vera natura.

Sento molto bene come ti stai trasformando, lo sento usando il linguaggio delle emozioni, emozioni pure ed immense che vanno vissute e percepite per quello che sono, senza ulteriori analisi e senza la possibilità di poterle condividere direttamente a parole con le altre persone.

E questa sensazione è talmente forte e Reale che proprio non riesco, e a dire il Vero non mi interessa, utilizzare parole che potrebbero attrarre il dolore o il dramma nel tentativo di sostenere questa circostanza dell’apparente non vita.

Hai sempre affermato che il transito che stai vivendo adesso per te sarebbe stato una festa della liberazione, una liberazione da una Realtà che semplicemente non era la tua, non faceva per te.

E infatti, proprio a conferma di questa liberazione, stiamo già condividendo la gioia nel sentire che ti stai espandendo altrove mentre io mi espando qui, e anche se le circostanze e le forme esterne sembrerebbero dire l’esatto contrario noi stiamo superando assieme questo limite.

L’altra notte mi hai contattato tramite un sogno per informarmi di alcune cose di cui ti stavi occupando. Ecco, ti ringrazio perché tu mi stai già aiutando a scoprire, proprio sulla mia pelle e da dentro la vita, la fiducia nell’esistenza che continua anche oltre la Forma a cui siamo abituati. In questi aspetti della Fede io e te siamo sempre stati dei ricercatori, degli alleati, e continueremo le nostre scoperte oltre i limiti finora imposti dalla dimensione umana…

Benvenuta nella tua nuova casa, e un benvenuto nel nostro nuovo modo di Essere.

Un abbraccio e grazie a Dio.
Al termine della cerimonia, mentre il Corpo di Alberta usciva dalla Chiesa, io ero gioioso ed elargivo sorrisi a tutti, come se finalmente "ce l'avessimo fatta" :D

E quando tutti i parenti, gli amici ed i conoscenti venivano a farmi le “condoglianze” con enormi sorrisi, che io continuavo a percepire come “con-donanze”, sembrava che fossero più che altro delle congratulazioni per la qualità della mia Parola, per l’Azione che stavo manifestando, come se quello davvero non fosse più “un funerale” ma il festeggiamento per qualcos’altro che soltanto io in quel momento riuscivo a percepire nella sua reale grandezza e portata, come se la morte si fosse finalmente manifestata come l’Amo-r-te, l’Amor-per-te.

In quel momento si rafforzava dentro di me il senso, che già da un paio di giorni prima avevo, di una nuova famiglia Terrestre, una tribù che non ha niente di personale, che semplicemente vive la Vita per quello che é, nell'eterno presente, senza coniugare i verbi al passato o al futuro se non per le esigenze molto pratiche, locali e di dettaglio.



“Sei pronta per il periodo più bello della tua vita?
E’ tempo di alzarsi e battersi
(va tutto bene, va tutto bene, va tutto bene)
mano nella mano faremo una carovana
verso la madrepatria

Uno ad uno ci alzeremo con l’orgoglio
che non si può rinnegare
(alziamoci, alziamoci, alziamoci)
dalle montagne più alte alle profonde valli
saremo uniti con i nostri cuori d’oro.

I bambini nel mondo vedranno
che per noi c’è un posto migliore
dove stare, il posto dove siamo nati
è trascurato e straziato, così straziato

Ogni donna, ogni uomo
si uniscano alla carovana dell’amore
(alziamoci, alziamoci, alziamoci)
tutti si alzino in piedi e si uniscano
alla carovana dell’amore
(alziamoci, alziamoci, alziamoci)
sono tuo fratello, tuo fratello lo sai
lei è mia sorella, mia sorella lo sai

Abiteremo in un mondo di pace
nel giorno in cui tutti saranno liberi
porteremo il giovane e il vecchio
lascerai fluire l’amore dal tuo cuore?

Ogni donna, ogni uomo
si uniscano alla carovana dell’amore
(alziamoci, alziamoci, alziamoci)
tutti si alzino in piedi e si uniscano
alla carovana dell’amore
(alziamoci, alziamoci, alziamoci)
sono tuo fratello, tuo fratello lo sai
lei è mia sorella, mia sorella lo sai

Sei pronta per il periodo più bello della tua vita?
(sei pronta? Sei pronta?)
Sei pronta per il periodo più bello della tua vita?
(sei pronta? Sei pronta?)

Su, vieni con me
(sei pronta? Sei pronta?)
su, vieni con me
(sei pronta? Sei pronta?)

Ogni donna, ogni uomo
si uniscano alla carovana dell’amore
(sei pronta? Sei pronta?)
tutti si alzino in piedi e si uniscano
alla carovana dell’amore
(sei pronta? Sei pronta?)”.


N.B.: questa canzone é uno degli innumerevoli “dettagli” che si sono auto presentati durante lo svolgimento (come ad esempio i lampioni nella via dove viveva in precedenza Alberta che sono rimasti tutti spenti proprio nei 3 giorni dalla morte alla resurrezione, o il fatto che avevo scritto io l'Epigrafe al posto del titolare delle Onoranze Funebri rompendo vari protocolli del caso, ecc ecc)... robe da far girare e perdere la testa.

**************************************************

Il “particolare” più interessante di questo sogno è che mentre lo facevo ero sveglio, e mi trovavo DENTRO LA MATERIA TERRESTRE nel giorno 19 Novembre 2012 del vecchio tempo lineare.

Un SALUTO di Benvenuto alla Materia che conduce i Sogni e la Qualità dei Sogni.

E che la Forza della Vita sia con tutti Noi! :D :D :D



(Un ringraziamento speciale a Maria Teresa - Able per aver condiviso con me l'emozione immensa rispecchiata in questo video)

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest