L'Economia della Luce

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Irinushka » Sat Jun 02, 2012 9:46

Irinushka wrote:
Irinushka wrote:
C'è qualcosa di molto forte che sta avvenendo nel mondo cellulare dei Soldi, l'ho sentito anche stanotte, con una forte insistenza proprio su questo abbinamento Tempo - Denaro, su questa doppia conduttività non più soltanto terrestre, un another game per il Tempo e un another game per il Denaro..., anche se in questo momento quel fuoco, quella infiammabilità sono ancora coperti/protetti da un abat-jour...
È arrivato il momento di fare un altro passo, e cioè, di attribuire a questo Nuovo Denaro al servizio dell'Eternità un giusto Nome.

È una specie di pre-dritta che ho appena captata, e nello stesso momento la parola che ogni tanto sentivo come riferimento di sfondo, Trinitron, ha fatto un clic, segnalando che poteva essere questa la definizione delle unità di misura dei Soldi cosmo-terrestri.
Irinushka wrote: E ora la collego a certe dritte/sfumature che puntano al concetto del "longitudinale".

Di nuovo, la stessa cosa: il movimento dello Spazio della Nuova Era si svolge più che altro lungo i passaggi e le correnti longitudinali, non trasversali.

Mentre tutti gli attuali sensi e significati dell'esistenza umana assecondano ed alimentano il movimento trasversale.

Quindi se continuiamo ad usare questa ottica, questa angolazione, noteremo poco e comunque cercheremo di inserire ciò che noteremo dentro il sistema delle coordinate, dentro il perimetro, dentro il sistema dell'esposizione della Vita familiare.

Che però diventerà sempre più intoccabile e sfuggente..., perché i ponti levatoi si stanno alzando, e magari non si abbasseranno mai più, perché il regime delle "traversine umane" non serve a nessuno, non sta a cuore a nessuno, tranne forse le traversine stesse, però... sinceramente, non è proprio una gran bella condizione, è decisamente meglio fare una curva a 90 gradi per allinearsi con lo slancio longitudinale, con i profili longitudinali...
È arrivato il Tempo di occuparsi del Denaro, dei Soldi, dei Trinitron..., e saranno i Soldi longitudinali, serviranno il movimento longitudinale, il traffico via fiume...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Andrew » Tue Jun 12, 2012 17:22

ValeCiceri wrote:Già che ci sono aggiungo una parola che questa notte mi è arrivata in sogno, ed è: SOLDEN.
Subito l'ho associata ai soldi..ma..non saprei..non mi pronuncio..magari verrà qualche chiarimento durante la giornata.
Condivido un dialogo su Skype in cui sono state approntate delle "ipotesi da sottoporre a rodaggio" (cit. Irinushka) riferite a questo SOLDEN. :D

Terr-Able:
Ho letto ora sul Forum la parola Soldem. Forse potrebbe voler dire (Soldo-Ein) un soldo (Tedesco ein) e quindi il primo soldo, l'inizio di un nuovo regime, l'inizio di una nuova scala musicale (SOL-DO). magari sabato possiamo indagare.

Io:
Wow... bellissima la tua interpretazione, Able!
L'inizio della nuova scala musicale dei soldi Image Image
Sarebbe abbastanza in tema con la finanza europea (e quindi mondiale) che si sta sfasciando e che necessità di un adeguato sostituto.

GreenEver
come suona bene!!
I soldi che suonano, che cantano...è una meraviglia! non più fonte di dolore di ansia e di sopraffazione...

Io:
Infatti... e tra l'altro anche nello smile che ho messo sopra il simbolo del dollaro sembra come "una chiave di violino", detta anche Chiave di Sol http://it.wikipedia.org/wiki/Chiave_di_sol" onclick="window.open(this.href);return false; (l'ho scoperto proprio adesso)

GreenEver
Si ho visto e insieme alle note che danzano ...è proprio un'abbinata vincente.

Dopodiché Irina ha condiviso il link che ha pubblicato nel topic "Amore"
Irinushka wrote:
Inna wrote:Пока не знаю куда то определить, в какую тему,
но я ликую !!! :D :D :D

http://www.wimp.com/dogpitch/
From Inna:

Per il momento non so dove è meglio piazzare questo link, ma è una gioia pura!!! :D :D :D

http://www.wimp.com/dogpitch/" onclick="window.open(this.href);return false;

*********************************************
Io l'ho sistemato nel topic dell'Amore, è il luogo più sicuro in cui sistemare ... quello che va sistemato... :D
e quindi:

GreenEver
Bellissimo Irina, l'essere umano davvero non ha più chance.

Terr-Able:
Magari è un tentativo di accordo della nuova scala musicale dei soldi... inizialmente da aggiustare (fatta un po' da cani)... Non ridete, non è il caso, ormai i cani sono migliori degli umani

Io:
...a proposito: "cane" in inglese é DOG
SOL-DOG... il cane che suona il SOL :!:
Last edited by Andrew on Wed Nov 07, 2012 10:33, edited 1 time in total.

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Irinushka » Wed Jun 13, 2012 9:24

Da parte di Vale Ciceri - Valentina:

**********************************

Dopo aver letto l'ultimo post sul forum con gli Altri che parlavano citando "SOLDEN" mi sono lasciata guidare dallo Spazio per creare qualcosa che potesse in qualche modo dare Vita (forse è un po' azzardata come espressione) a quanto detto/letto...
Mi piacerebbe condividere anche con Loro ma..in quanto novellina non so inserire le immagini nei post........
Magari puoi pensarci tu se la cosa è fattibile..e se può a tuo parere essere interessante.

Spesso riesco ad esprimermi meglio attraverso le immagini...
Grazie
Vale
**********************************
Io ho visto questa tua immagine quando ho aperto il facebook, e ho subito pensato che dovresti postarla anche qua, e poi ho letto la tua lettera.

Per inserire le immagini, se le hai sul tuo computer, devi usare l'opzione "Upload attachment" sotto il quadretto del messaggio.

Quando ci clicchi sopra, appare la scritta: If you wish to attach one or more files enter the details below.

e a questo punto puoi indicare il percorso, il nome del file.

L'idea di esprimersi con le immagini è molto vincente, nel forum russo di recente abbiamo anche aperto un topic "Simboli e disegni".

viewtopic.php?f=1&t=192&start=15" onclick="window.open(this.href);return false;

Questa è la seconda pagina del topic, con alcuni disegni di Ludmila a cui ho chiesto se poteva disegnare "su commissione" :) il concetto del "Tamponamento a catena cellulare"... (il post del 9 giugno)

E lei ha fatto più di un disegno, perché mentre disegnava, ha scoperto che c'erano diversi strati, diversi livelli di questo Tamponamento a catena...dei profili esistenziali...

Grazie a tutti! :)
Attachments
Solden_50x70cm.jpg
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
ValeCiceri
Posts: 128
Joined: Fri Jun 01, 2012 19:11
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by ValeCiceri » Wed Jun 13, 2012 18:41

Irinushka wrote:
Io ho visto questa tua immagine quando ho aperto il facebook, e ho subito pensato che dovresti postarla anche qua, e poi ho letto la tua lettera.

Per inserire le immagini, se le hai sul tuo computer, devi usare l'opzione "Upload attachment" sotto il quadretto del messaggio.

Quando ci clicchi sopra, appare la scritta: If you wish to attach one or more files enter the details below.

e a questo punto puoi indicare il percorso, il nome del file.

L'idea di esprimersi con le immagini è molto vincente, nel forum russo di recente abbiamo anche aperto un topic "Simboli e disegni".

viewtopic.php?f=1&t=192&start=15" onclick="window.open(this.href);return false;

Questa è la seconda pagina del topic, con alcuni disegni di Ludmila a cui ho chiesto se poteva disegnare "su commissione" :) il concetto del "Tamponamento a catena cellulare"... (il post del 9 giugno)

E lei ha fatto più di un disegno, perché mentre disegnava, ha scoperto che c'erano diversi strati, diversi livelli di questo Tamponamento a catena...dei profili esistenziali...

Grazie a tutti! :)
Irina ti ringrazio...innanzitutto per aver fatto questo piccolo lavoretto per me..e seconda cosa per avermi istruito per la prossima volta.. :D

Ho sbirciato anche il topic nel forum russo...la mia attenzione è stata catapultata verso tutti quei giochi di colori....ed anche verso gli idiomi utilizzati nella vostra lingua scritta..che Forza! :D
Comunque quando capiterà di nuovo lascerò parlare lo Spazio attraverso le immagini...

Devo dire che su facebook siamo sempre abbastanza in "sintonia-diretta" :mrgreen:

Iri-Grazie :wink:
ValeCiceri
CheDioMiArtista

User avatar
ValeCiceri
Posts: 128
Joined: Fri Jun 01, 2012 19:11
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by ValeCiceri » Sun Jun 17, 2012 8:04

Questa notte in sogno..aprivo la mia mano e vi erano delle monete, su una (stile 2 euro e che io percepivo come 2 euro) la scritta BWINGO...

Ho alcune ipotesi ancora poco "chiare", scrivo solo quel che per ora sento:
- B(ig) Win Go
- B(e) Win(ner) (and) Go
- B(ig) W(inner) Go

..non riesco ad aggiungere altro ma ho voluto mostrare anche a voi ciò che ho visto con un piccolo fotomontaggio :wink:

Buona domenica a tutti.
Vale
Attachments
bwingo.jpg
Bwingo
bwingo.jpg (207.86 KiB) Viewed 10765 times
ValeCiceri
CheDioMiArtista

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: L'Economia della Luce

Post by nadia » Sun Jun 17, 2012 21:39

Giornata pazzesca ieri,lacerante, mi ha lasciato una spossatezza e un indolenzimento fisico notevoli, poi la notte ha riportato la quiete e la voglia di riderere sulle mie umane incongruenze lasciando stare le incongruenze del mondo :mrgreen: . Ho sognato che qualcuno gettava una secchiata di colore su un mio quadro io mi spaventavo pensandolo rovinato poi guardavo meglio e vedevo che era oro e che ci stava benissimo, mi sono svegliata dalla gioia e con queste due parole indorare e adorare :D
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Andrew » Mon Jun 18, 2012 0:20

ValeCiceri wrote:Questa notte in sogno..aprivo la mia mano e vi erano delle monete, su una (stile 2 euro e che io percepivo come 2 euro) la scritta BWINGO...

Ho alcune ipotesi ancora poco "chiare", scrivo solo quel che per ora sento:
- B(ig) Win Go
- B(e) Win(ner) (and) Go
- B(ig) W(inner) Go

..non riesco ad aggiungere altro ma ho voluto mostrare anche a voi ciò che ho visto con un piccolo fotomontaggio :wink:

Buona domenica a tutti.
Vale
Siccome non ho ancora finito di assimilare l'enormità in transito per il momento mi limito a commentare così:

:mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D
:D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen:

Grazie ValeCiceri!

User avatar
ValeCiceri
Posts: 128
Joined: Fri Jun 01, 2012 19:11
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by ValeCiceri » Mon Jun 18, 2012 8:14

Andrea wrote:
Siccome non ho ancora finito di assimilare l'enormità in transito per il momento mi limito a commentare così:

:mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D
:D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen:

Grazie ValeCiceri!
Vedo e rilancio...

:mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D
:D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen:

..e sono anche riuscita a "quotare" il post come volevo.
Piccoli apprendisti crescono :wink:
ValeCiceri
CheDioMiArtista

User avatar
Massimo
Posts: 210
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: L'Economia della Luce

Post by Massimo » Tue Jun 19, 2012 10:38

Ieri sera alla conclusione definitiva di questi quattro giorni di lavori intensi, luminosi e colorati, dopo un'ultima chiacchierata con il Capo per una volta tanto dedicata a me :mrgreen: , ecco cos'è comparso nel nostro cielo:
Arcobaleno.jpg
Arcobaleno.jpg (277.34 KiB) Viewed 10722 times
E, tanto per sottolineare il concetto, dopo un attimo, guardando meglio, abbiamo visto che di arcobaleni ce n'erano due!
Doppio Arcobaleno.jpg
Doppio Arcobaleno.jpg (275.26 KiB) Viewed 10722 times

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Irinushka » Sat Sep 01, 2012 10:27

L'argomento Soldi: abbiamo provato a "grattarlo" varie volte e da quel che mi risulta in questo momento sta diventando ancora più "caldo", nel senso che viene riscaldato da una certa sostanza divina...

A questo punto condivido qui un misto di due frammenti: un frammento della seduta collettiva del 16 giugno e un frammento di una seduta individuale che è stata fatta all'inizio di agosto.

Il Soggetto che parla in prima persona :D : ormai lo conoscete bene, ma questa è solo una pre-conoscenza, la vera conoscenza dovrà ancora arrivare... :wink: :D :D :D

****************************************

I soldi che cosa ascolteranno e a che cosa ubbidiranno?

I soldi sono stufi, ma proprio stufi in modo pazzesco di far parte di questo mondo, non ne possono più. Dimostrano in tutti i modi la loro scontentezza, magari fanno proprio dei capricci.

Perciò, tutti questi sbalzi che adesso ci sono nel mondo finanziario, non è detto che siano sempre causati dall’intervento delle energie superiori, possono anche essere i soldi che fanno i capricci per dire “non ne possiamo più”.

Che cosa vogliono? Vogliono l’amore...

... Nella mia realtà i soldi ci sono e ci saranno, non ho alcuna intenzione di abolirli, anzi, sono uno strumento di trasformazione, sono come un Avatar della materia Terrestre, sono un elemento importante della materia Terrestre.

Posso confermare che i soldi ci saranno, non si dissolveranno, non avverrà nessuna eliminazione dei soldi.
Però, saranno “i Miei Soldi”, ambientati nella Mia Realtà e serviranno le mie esigenze.

Le Mie Esigenze sono quelle di trasformare, di arricchire, di essere nella dimensione Terrestre autentica, di arricchire, anche, i rappresentanti che arriveranno dagli altri piani, dalle altre dimensioni, che useranno la Terra come una specie di High-School, di Centro di formazione.

I soldi saranno usati per tutti quegli scopi e, quindi, saranno Soldi diversi da quelli che ci sono adesso.

Come avverrà questa trasformazione?

Non è che adesso ci sono già tutti i momenti di chiarezza indispensabili. Anch’io posso gestire le cose come si presentano nell’attuale visuale e poi, se dopo la strada cambia e va, diciamo, dietro ad una curva, magari la visuale cambia e, quindi, dovrò modificare la gestione e aggiornare certi parametri.

Quindi la mia risposta è, adesso, una risposta relativa.

Ai soldi verranno attribuiti i codici dell’alta consapevolezza, questa è una cosa che fa parte della mia gestione.

C’è qualcosa che io posso fare per attribuire dei codici di accompagnamento alla Vita, diversi da quelli che avevano finora.

Poi legherò ai soldi certi compiti, certe mansioni.

Li renderò residenti nella Mia Realtà, darò loro un lasciapassare nella Mia Realtà, attribuendo loro certi compiti e, nello stesso tempo, liberandoli da altri compiti, o da altri modi di fare, che loro avevano nell’anti- materia.

A livello dei soldi ci sarà una trasformazione piuttosto forte, perché finora una delle condizioni principali che creavano era la separatezza.

Erano uno strumento di separazione per dividere e, magari, anche per creare dei conflitti, una specie di anti-unificazione.

Invece nella Mia Realtà i soldi dovranno diventare uno strumento di unificazione delle varie correnti ed energie presenti nella terrestricità.

Sono in grado di farlo, previa la loro trasformazione, possono aiutare altre correnti terrestri a trasformarsi, essendo anche un metro della qualità dell’unificazione.

Quindi i soldi dovranno rispondere a me e io attribuirò loro certi poteri di regolare la realtà, di servire la realtà.

E così voi avrete dei Soldi ben diversi da quelli che avete adesso.

Fin da subito pensa a questi soldi come ai Soldi trasformativi, come ai Soldi che serviranno la Vita del nuovo spazio cellulare terrestre, quindi, come un arricchimento da un punto di vista energetico, conoscitivo.

Tutt'un altro interlocutore. È importante che tu decida che loro aiuteranno la Nuova Risoluzione esistenziale.

Saranno Soldi "Trinitron", che vengono usati come metro e mezzo di unificazione e saranno anche amorevoli. Potranno addirittura insegnare l’Amore, l’Amorevolezza.

Di che cosa dovranno occuparsi?

Ovviamente di tutto ciò che ha a che fare con la trasformazione.

Prima abbiamo parlato dell’interesse e del fatto che, quando non c’è l’interesse autentico, difficilmente possono essere ottenuti dei risultati importanti.

I soldi attualmente esistenti, praticamente non hanno l’interesse di fare niente.

Questa assenza di interesse vuol dire che, qualsiasi cosa cerchi di fare o di far fare loro, difficilmente potrà dare dei risultati significativi, dei risultati buoni. Non avendo un interesse autentico, loro non faranno un granché, non useranno le loro energie per arricchire, per manifestare qualcosa che arricchisce.

Se non c’è l’interesse, le energie non potranno essere usate, quindi, tutti i movimenti sono un po’ in folle.

Adesso come adesso, è giusto usare i soldi, così, proprio per non perdere la dimestichezza, per non dimenticare di aver a che fare con i soldi. Ma senza incaricarli di niente di importante perché, prima, è necessario che nasca l’interesse in loro e quindi che siano, già, i Soldi diversi, i Soldi della Mia Realtà.
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Andrew » Thu Oct 11, 2012 9:38

Collego e rilancio in questo filone dell'Economia della Luce alcune considerazioni "epocali" scritte ieri da Irina nel topic dei sogni :wink: :D
Irinushka wrote:Stanotte parlavo delle attività commerciali e del fatto che non sarà più possibile vendere niente a nessuno se uno non è totalmente onesto con se stesso, e fermamente convinto che in effetti quello che propone agli altri sia una cosa giusta (un prodotto, un servizio ecc...). Altrimenti lo scambio (DELLA FORZA) non avverrà... E a noi interessano gli scambi della Forza, l'attrazione reciproca, lo scambio e l'auto riconoscimento tra le linee della Forza, non un vuoto senza nome che viene spostato di qua e di là, dentro il landscape dell'anti materia, con più o meno successo... :mrgreen:

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Andrew » Fri Jan 11, 2013 14:41

L’altra sera, durante un incontro in famiglia, ad un certo punto abbiAMO notato che si stava parlando di offerte per un nuovo conto corrente bancario, e la cosa ci ha fatto ricordare certi aspetti del nostro conto sui quali ci sono dei “puntini in sospeso”.

E infatti ieri mattina abbiamo ricevuto una telefonata dalla direttrice della filiale della “nostra” Banca proprio per discutere di quegli aspetti, un invito che più chiaro di così… :mrgreen: :wink:

Questo invito ha rilanciato “la messa sotto accento” del mio rapporto coi soldi/denaro (mentre scrivevo la parola soldi essa si è auto anagrammata come SOLID!) e tutti i loro derivati e conseguenze…

Stamattina prima di venire al lavoro mi sono recato nella filiale della banca un po’ prima dell’orario di apertura. Ho atteso qualche minuto, ma poi, visto che non mi sentivo del tutto convinto e stabile su ciò che avrei voluto dire alla direttrice e che la porta di ingresso della banca confermava questa instabilità continuando a rimanere chiusa, ho preferito rinviare l’incontro a lunedì 14 (che ho poi scoperto essere una data potenzialmente molto interessante per le “nostre” manifestazioni inerenti questo filone) e sviluppare nel frattempo in questo spazio ciò che poi andremo a diffondere nel mondo esterno.

Allora, il punto di partenza è che non sono mai stato interessato alla gestione del denaro nei vari modi “finanziari” classici. La ricchezza la percepisco nel sentirmi in equilibrio coi soldi e la mia “abbondanza/disponibilità materiale”. Pertanto non ho mai sentito l’esigenza di guadagnare a tutti i costi, di fare “soldi coi soldi”, di interessarmi degli “interessi bancari/finanziari”.

L’apice confermativo di questa non aderenza alle convenzioni finanziare della vecchia era l’ho raggiunta quando, eseguendo una transazione basata sulle azioni privilegiate (le quali comportano il minor rischio di gioco nel mercato tradizionale delle azioni) ho guadagnato il minimo che era possibile nel periodo che avevo a disposizione per fare la mia “puntata”. :mrgreen:

Oggi la parola Finanziamento si è fatta notare come Il Finanzianamento, come a rimarcare (per poi ovviamente trasformarlo :wink: ) il concetto che il denaro invecchiando, accumulando/guadagnando tempo lineare, deva per forza acquistare valore, deva “crescere sempre”, manifestando una espansione distorta in quanto semplicemente basata sulla quantità. E questo bisogno compulsivo di crescere poi si ripercuote a tutti i livelli, generando i vari e ben noti problemi dell’inflazione, della (falsa) produttività che non è mai sufficiente, delle “bolle” finanziarie, immobiliari, ecc.

Ecco, oggi possiamo permetterci di cominciare a porre una Fine all’anzianamento come “il” modo per guadagnare (grazie ad Irina che stamattina ha condiviso con me questa parola) nel mondo terrestre.

Guadagno si traduce in Inglese con Earning, a sua svolta scomponibile in Ear ‘n’ in (g), orecchio e dentro (costante di gravitazione universale):

L’Ascolto di Se Stessi come una Costante della Nuova Forza di Gravità.

Ascoltanto Se Stessi, il Corpo, le proprie passioni ed propri i “Mi Piace” è possibile scoprire il vero Guadagno, l’Arricchimento Altamente Consapevole che necessariamente comporta una ulteriore Unificazione ed un’espansione delle frequenze autentiche. Un Guadagno Win-Win che rende tutti vincitori, ben diverso dal guadagno basato sulla separatezza in cui un soggetto si poteva arricchire “sottraendo” qualcosa ad altri soggetti.

Tutto ciò porta ad un’Abbondanza variabile, personalizzata, just in time e su misura, accordata e sintonizzata sulla reale ed effettiva “spendibilità ed investibilità” correnti, generando i Flussi di Cassa a loro volta variabili, personalizzati, just in time e su misura.

Per come lo sto sentendo da quì, l’argomento dell’investimento tangibile dei soldi nel mondo materiale è in questo periodo molto pertinente alla questione della Casa, del suo rinnovamento e la sua espansione. Pertanto, dei flussi di cassa eccezionalmente variabili (preferibilmente nel senso dell'espansione della quantità :mrgreen: ) sarebbero i benvenuti ;-) nell’ottica di dare la giusta velocità a questo processo di messa a punto della Casa.

Disponendo di entrate costanti, la variabile principale con cui avevo a che fare per avere a disposizione una certa quantità di denaro era il Tempo. Eventualmente, il prestito permetteva di “guadagnare tempo”, diluendo linearmente nel futuro il dare/ricevere per mezzo di un intermediario (la banca) che usava questo mio bisogno per assecondare i suoi interessi, cosa peraltro legittima ma non sempre ben bilanciata in termini di equità delle energie scambiate.

Ora che il Tempo sta cambiando, a ritroso si devono riadattare anche i vari soggetti coinvolti in questi processi, in queste trans-azioni / trasversal-azioni.

E mentre percepivo il senso dell’appropriatezza dei Flussi di Cassa variabili, è venuta anche l’espressione Flussi di Casa variabili.

E questi flussi devono anche permettersi delle contrazioni, sia come naturale contro bilanciamento alle espansioni che per permettere una più ottimale fluidità ed economia energetica complessiva. Niente di personale, ovviamente. :D

Concludo questa serie di spunti con un formidabile riscontro:
Irinushka wrote:Stamattina sono passata dal Bennet per comprare una cosetta, e la cassiera mi doveva dare 7 euro di resto, idem per la tizia che c'era davanti a me.

Incredibilmente abbiamo dovuto aspettare i nostri 7 euro a testa per quasi una mezz'ora, gli spiccioli sembravano essere scomparsi dalla circolazione, alla fine è arrivato un dirigente ed ha autorizzato la cassiera ad aprire "lo scrigno"... Da dove lei ha tirato fuori una banconota nuova di zecca, da 5 euro (più una moneta da 2 euro) e io ho proprio sentito che questa banconota potrebbe essere un tramite verso...********** :wink:

Perciò adesso l'ho sistemata nel mio angolo delle meraviglie, a destra della mia scrivania... :)
A conferma che adesso il Mondo collabora alla Trasformazione, ecco un interessante articolo uscito proprio oggi sul Sole 24 Ore :wink: :-D

Ecco la nuova banconota da 5 euro. Dal 2 maggio in circolazione.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... 1200.shtml" onclick="window.open(this.href);return false;

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: L'Economia della Luce

Post by Andrew » Fri Mar 15, 2013 16:45

Da un paio di giorni a questa parte il nome Francesco del nuovo papa sembra aver riportato in auge certi valori della povertà, della sobrietà, della compostezza, del “non eccesso” di apparenza.

Mentre per gli ultimi 3 valori sono stati fatti (in questo spazio, negli incontri collettivi e individuali, nelle condivisioni in privato) numerosi ed interessanti approfondimenti, ed in effetti siamo consapevoli che l’Universo ne fa uso al fine di non impiegare le energie in modo poco produttivo per lo Spirito, per quanto riguarda la povertà c’è qualcosa DI GROSSO che decisamente non torna.

Perché la povertà di per se non può essere un valore. Non ha senso che la scarsità sia “utile” per la crescita in modo così rozzo e decontestualizzato.

(Apro una parentesi:

mentre cercavo le parole giuste per descrivere il concetto della scarsità, sono stato guidato alla definizione di “bene” in economia:
In economia per bene si intende un oggetto disponibile in quantità limitata, reperibile ed utile cioè idoneo a soddisfare una domanda.
Nella sua stessa definizione adottata dal vecchio mondo, il bene si auto presenta in quantità limitata!

E visto che “il bene soddisfa le domande”, ci sono limitate (scarse) soddisfazioni e quindi risposte alle domande! (un altro pezzo che conferma la “scarsa leggibilità” di questo mondo di cui abbiamo parlato più volte)

Voliamo (l’omissione della “g” è intenzionale :wink: ) superare questa riga sulla sabbia, e dare al “bene” (in tutti i sensi che lui può avere) una diofinizione senza limiti reimpostati?

Chiudo la parentesi)

E’ vero che in alcuni momenti può accadere che una certa situazione di scarsità di un “bene” possa creare, indurre o facilitare qualche tipo di illuminazione, però affermare incondizionatamente, assolutamente, Averagemente (e aggiungerei pure stupidamente e masochisticamente :mrgreen: ) che la scarsità/povertà sia così a priori un bene, un valore ed un fattore illuminante per tutti come propagandato dalla quasi totalità delle religioni organizzate è una distorsione ed un abuso inaccettabile.

Stamattina, mentre alla radio sentivo l’ennesimo richiamo a questa povertà, la parola stessa si è mostrata come POVertà:

Image

In inglese l’acronimo POV significa varie cose interessanti:

1) Point of View, Punto di Vista

2) nel gergo del porno :mrgreen: indica i film le cui inquadrature/riprese mostrano la visione soggettiva del protagonista mentre svolge la sua “azione principale” :mrgreen:

3) Persistence of Vision, la persistenza della visione.

Ecco l’inghippo! Alla parola povertà mancavano dei suoni, delle lettere per poter essere integra e puntare così al Punto di Vista della Verità ed alla Persistenza della Visione della Verità!

Il Punto di Vista della Verità e la Persistenza della Visione della Verità venivano così mascherate dalla povertà che noi conosciamo, quella che in effetti era povera e scarsa di suoni, frequenze e Spirito… la Povertà Originale che poi si rifletteva materialmente nel mondo esterno.

E così i vari motori di ricerca, confusi da una freccia creata su una base non integra, si sono persi nei labirinti del principio secondario… poveri loro! :-(



Mentre queste scoperte erano in corso, nella mia LAN si è presentata una persona che oggi – in mezzo a tutta questa nostra gioia – si sentiva in difficoltà proprio a causa della scarsità dei soldi.

Ho così ricordato che con questa persona avevo in sospeso una “forma di riconoscimento economico” a bilanciamento di un LoveOro che lei tempo fa ha eseguito per me, e per il quale non avevamo sentito all’epoca i termini giusti per formalizzare questa (super)azione (che a questo punto era già pre-codificata come un super-amento di qualche limite)

Così, sentendo uno slancio fortissimo, ci siamo accordati per il pagamento da fare alle Poste su una carta poste pay (evidenzio questa parola come Assist per Irina :mrgreen: )

Immediatamente, è scattato l’allarme: “Hei! Anche alla parola pagamento mancano delle lettere, perché il termine giusto è APpagamento!” :-D :mrgreen:

E così, belli eccitati e soddisfatti, ci siAMO immediatamente e velocemente recati APposta (ovvero con questo specifico High Purpose) in posta per eseguire il nostro APpagamento, giocando il numero speciale già testato/collaudato qualche tempo fa per il forum :wink:

Mentre stavamo appagando col la carta Bancomant (la “n” supplementare si è appena aggiunta da sola), ci veniva in mente che forse sarebbe stato ancora più produttivo pagare coi soldi fisici, però non ne avevamo a sufficienza presso di noi. Vabbè, pazienza…

Ma visto che l’appagamento in contentanti lo dovevAMO proprio fare, la signorina subito dopo ci ha detto: “Guardi, mi sa che non riesco a farglielo col Bacomat!” (stavolta invece la “n” è sparita da sola :mrgreen: )

Così abbiamo prelevato (pre-lievitato) i soldi fisici, e giocato il nostro bel 50 moltiplicato per 3 (il 50 aveva il sapore di una preview, una prova in piccolo di certi fattori 500 nel mondo esterno :roll: )



E a pranzo, mentre ripensavamo a tutto questo, abbiamo realizzato che con questa mossa di giocare lo stesso numero speciale del Forum abbiamo anche riLANciato le frequenze di questo Magico Spazio nella realtà esterna della nostra LAN! :shock: :-D

silvia22
Posts: 16
Joined: Thu Apr 19, 2012 17:23

Re: L'Economia della Luce

Post by silvia22 » Sat Mar 16, 2013 8:36

Mi inchino a tanta bellezza, intelligenza, compassione e a quella magnifica leggerezza figlia sola di una sconfinata profondità!
Grazie...
Un abbraccio

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: L'Economia della Luce

Post by nadia » Sat Mar 16, 2013 8:59

Dopo aver tentato inutilmente, a volte la tecnologia mi si ribella come avrete capito, di selezionare solo le parti 'topiche del luminoso Andrew-pensiero ,lo rilancio per intero con una certa bal-danza :mrgreen: :wink: ,che è una sorta di danza dell'abbondanza
:D aggiungendo con una certa noncuranza che questo appagamento si trasformi in un :oops: Go-dimento :oops:
'
Andrea wrote:Da un paio di giorni a questa parte il nome Francesco del nuovo papa sembra aver riportato in auge certi valori della povertà, della sobrietà, della compostezza, del “non eccesso” di apparenza.

Mentre per gli ultimi 3 valori sono stati fatti (in questo spazio, negli incontri collettivi e individuali, nelle condivisioni in privato) numerosi ed interessanti approfondimenti, ed in effetti siamo consapevoli che l’Universo ne fa uso al fine di non impiegare le energie in modo poco produttivo per lo Spirito, per quanto riguarda la povertà c’è qualcosa DI GROSSO che decisamente non torna.

Perché la povertà di per se non può essere un valore. Non ha senso che la scarsità sia “utile” per la crescita in modo così rozzo e decontestualizzato.

(Apro una parentesi:

mentre cercavo le parole giuste per descrivere il concetto della scarsità, sono stato guidato alla definizione di “bene” in economia:
In economia per bene si intende un oggetto disponibile in quantità limitata, reperibile ed utile cioè idoneo a soddisfare una domanda.
Nella sua stessa definizione adottata dal vecchio mondo, il bene si auto presenta in quantità limitata!

E visto che “il bene soddisfa le domande”, ci sono limitate (scarse) soddisfazioni e quindi risposte alle domande! (un altro pezzo che conferma la “scarsa leggibilità” di questo mondo di cui abbiamo parlato più volte)

Voliamo (l’omissione della “g” è intenzionale :wink: ) superare questa riga sulla sabbia, e dare al “bene” (in tutti i sensi che lui può avere) una diofinizione senza limiti reimpostati?

Chiudo la parentesi)

E’ vero che in alcuni momenti può accadere che una certa situazione di scarsità di un “bene” possa creare, indurre o facilitare qualche tipo di illuminazione, però affermare incondizionatamente, assolutamente, Averagemente (e aggiungerei pure stupidamente e masochisticamente :mrgreen: ) che la scarsità/povertà sia così a priori un bene, un valore ed un fattore illuminante per tutti come propagandato dalla quasi totalità delle religioni organizzate è una distorsione ed un abuso inaccettabile.

Stamattina, mentre alla radio sentivo l’ennesimo richiamo a questa povertà, la parola stessa si è mostrata come POVertà:

Image

In inglese l’acronimo POV significa varie cose interessanti:

1) Point of View, Punto di Vista

2) nel gergo del porno :mrgreen: indica i film le cui inquadrature/riprese mostrano la visione soggettiva del protagonista mentre svolge la sua “azione principale” :mrgreen:

3) Persistence of Vision, la persistenza della visione.

Ecco l’inghippo! Alla parola povertà mancavano dei suoni, delle lettere per poter essere integra e puntare così al Punto di Vista della Verità ed alla Persistenza della Visione della Verità!

Il Punto di Vista della Verità e la Persistenza della Visione della Verità venivano così mascherate dalla povertà che noi conosciamo, quella che in effetti era povera e scarsa di suoni, frequenze e Spirito… la Povertà Originale che poi si rifletteva materialmente nel mondo esterno.

E così i vari motori di ricerca, confusi da una freccia creata su una base non integra, si sono persi nei labirinti del principio secondario… poveri loro! :-(



Mentre queste scoperte erano in corso, nella mia LAN si è presentata una persona che oggi – in mezzo a tutta questa nostra gioia – si sentiva in difficoltà proprio a causa della scarsità dei soldi.

Ho così ricordato che con questa persona avevo in sospeso una “forma di riconoscimento economico” a bilanciamento di un LoveOro che lei tempo fa ha eseguito per me, e per il quale non avevamo sentito all’epoca i termini giusti per formalizzare questa (super)azione (che a questo punto era già pre-codificata come un super-amento di qualche limite)

Così, sentendo uno slancio fortissimo, ci siamo accordati per il pagamento da fare alle Poste su una carta poste pay (evidenzio questa parola come Assist per Irina :mrgreen: )

Immediatamente, è scattato l’allarme: “Hei! Anche alla parola pagamento mancano delle lettere, perché il termine giusto è APpagamento!” :-D :mrgreen:

E così, belli eccitati e soddisfatti, ci siAMO immediatamente e velocemente recati APposta (ovvero con questo specifico High Purpose) in posta per eseguire il nostro APpagamento, giocando il numero speciale già testato/collaudato qualche tempo fa per il forum :wink:

Mentre stavamo appagando col la carta Bancomant (la “n” supplementare si è appena aggiunta da sola), ci veniva in mente che forse sarebbe stato ancora più produttivo pagare coi soldi fisici, però non ne avevamo a sufficienza presso di noi. Vabbè, pazienza…

Ma visto che l’appagamento in contentanti lo dovevAMO proprio fare, la signorina subito dopo ci ha detto: “Guardi, mi sa che non riesco a farglielo col Bacomat!” (stavolta invece la “n” è sparita da sola :mrgreen: )

Così abbiamo prelevato (pre-lievitato) i soldi fisici, e giocato il nostro bel 50 moltiplicato per 3 (il 50 aveva il sapore di una preview, una prova in piccolo di certi fattori 500 nel mondo esterno :roll: )



E a pranzo, mentre ripensavamo a tutto questo, abbiamo realizzato che con questa mossa di giocare lo stesso numero speciale del Forum abbiamo anche riLANciato le frequenze di questo Magico Spazio nella realtà esterna della nostra LAN! :shock: :-D
NamoЯartista a servizio dello Spirito

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 7 guests