Le cose che stiamo scoprendo vivendo...

User avatar
Andrew
Posts: 606
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Andrew » Thu Jun 06, 2013 12:05

Per onorare : Thanks : e festeggiare : Birthday : le frequenze del numero 3 : MrOrange : :mrgreen: : MrBlue : che ieri si sono presentate nella mia LAN in questa forma / dentro questo involucro

Code: Select all

FW: Confirmed for 17th June Flight OCP N. 333/3331/3332 - ONLY FOR MUE COUNTRIES  [524477C]
[/b][/color]

linko quì i miei due post precedenti:

viewtopic.php?f=10&t=208&p=15962#p15962" onclick="window.open(this.href);return false;

viewtopic.php?f=10&t=165&p=15963#p15963" onclick="window.open(this.href);return false;

Ciao a tutti, Amori miei e non solo miei : Love : : King : : Queen : : Freego :Well Done :clap : Bash :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7085
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Sun Jun 09, 2013 12:53

Irinushka wrote:
Sì, si è decisamente delineata questa Svolta... questo bisogno delle nostre bussole di "andare oltre il sentire", oltre le frequenze del sentire (che finora sembrava la cosa più sacra e più libera che potessimo avere a disposizione per avvicinarci ad una nuova esistenza).

Sfidare l'apparentemente non sfidabile, sfidare questo sentire venerato come un vangelo e come un'ultima istanza della verità, che in teoria e anche in pratica doveva aiutare a superare il pensare umano lineare, eppure... è diventato obsoleto... usa le frequenze e le accordature obsolete... beh, qui la metafora dell'Overclocking calza in modo perfetto... : Chessygrin :

Forse abbiamo esaurito "il sentire", spingendolo fin dove poteva arrivare, fino alla sua soglia massima e ora siamo maturi per andare, per essere co-guidati oltre il "sentire", perché il sentire e le sensazioni (abbinabili all'Io) a questo punto... non sono più affidabili, rischiano di fregarci... non collaborano, non ce la fanno a co-condurre ciò che Vita ci presenta... dentro un nuovo sistema di coordinate.

E questo brano potrebbe essere un aiuto formidabile nell'esorcizzare quello che va esorcizzato :lol: :



Per il momento mi fermo qui, lasciando che faccia effetto... : Chessygrin : :clap
Ieri sera ho pubblicato sul forum russo un post che a sua volta è stato ispirato da un dialogo privato che ora riassumo anche qui.

***********************

... in questo momento tutti "stanno dando i numeri", anche se ognuno a modo suo... perciò è lecito usare il proprio "sacrosanto diritto" di dimostrare la non validità generale della condizione umana (critical error) nella propria unica ed esclusiva maniera... :lol:

Il fatto è che tu ti fai agganciare e sbilanciare e "comportare" (dai terzi, dai fattori esterni), mentre vorresti non esserlo... Però questo timone (della riconfigurazione radicale di te e della tua autonomia) non ti appartiene, come non ti appartengono i tasti per correggere e sistemare e mettere a posto la realtà che risale alla soggettività dell'Io.

Quindi piuttosto potresti permetterti di essere un grumo di contraddizioni, un fenomeno assolutamente non calcolabile e non valutabile (una portatrice dei diagrammi non calcolabili), né per te stessa né per gli altri..., sentire piuttosto in modo sfasato invece che accordato e in risonanza...

Accettando che le sensazioni e il sentire umano sono comunque stonate e non sono per niente la Dio Realtà, si potrebbe addirittura prendere questa stonatura in giro, per esempio, sistemare/interpretare una certa nota corrente del senso/del non senso in un'ottava sbagliata, condurre la melodia rimanendo indietro di un passo o anche di più passi (della causalità formale), quando da te "non aspettano più quella cosa là", aggiungere vari "bemolle" dove ti pare... predisporre una specie di "piccolo" sabotaggio e de-centraggio della causalità umana, quella che si appoggia su ciò che loro (gli esseri umani) apprentemente vedono, apparentemente sentono, apparentemente sanno...

Emozionarsi... fuori fase... non rispettando gli indirizzi e gli input formali (della situazione).

Essere quasi te stessa, sulla via verso te stessa, non stando con gli altri... essere un profilo temporaneo senza indirizzo, essere un partecipante "usa e getta" dei giochi correnti...

E con questo atteggiamento "battere" il mondo della sovresposizione...

"La risposta è dentro di te... epperò è sbagliata..." : Chessygrin :

Non cercare di guarire e di mettere le cose a posto e in ordine, ma concedersi la libertà di sentirsi in tutto questo casino senza senso così, come capita... e godersi... in silenzio... questa condizione della propria non aderenza al mondo esterno, del proprio non dargli corda, questa condizione di "quasi vittoria"...

Quasi vittoria: perché la cosa principale è comunque la condizione di essere uniti al Creatore, di essere, di vivere sulla Sua lunghezza d'onda, che però non può espandersi dentro l'attuale sistema delle coordinate e degli eventi.
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7085
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Sat Jul 13, 2013 11:01

Vorrei riassumervi questi scambi sul forum russo (con un piccola redazione last second :wink: ).
Митрий wrote:
Possiamo fare un lungo elenco di quello che "se n'è andato".

Però è possibile confondere il vento globale con le correnti e i vortici d'aria intorno ai propri angoli e spigoli :)

... Molti dei nostri decolli - (ri)cadute hanno a che fare con la reazione personale, che sicuramente cambia in funzione dei fattori globali, cambiamo noi, cambiano i valori, cambia la percezione... le strettoie vengono ora superate con delle modalità diverse... eppure, nel parlare di se stessi, è piuttosto complicato separare "il vento dalla tenda" :)
Irinushka wrote:
Sono d'accordo, e sì, è un aspetto molto delicato, ma probabilmente sia "il vento" che "la tenda" tendono :wink: a fondersi in una certa qualità (original- espansa?), in una condizione del Dio flusso, della Dio carne, della Dio ragione, della Dio conduttività a cui in questo momento noi non possiamo accedere direttamente, non possiamo né comprenderla né assestarci dentro in modo definitivo con le nostre attuali maniere corporee e pensanti.

C'è un riferimento di sfondo, in lingua georgiana, Генацвале- Genatzvali, una specie di saluto affettuoso.

Che la Wikipedia presenta così:

გენაცვალე: alla lettera significa "Io ho scambiato me con te" e anche "Anima mia". A seconda del contesto, può assumere tante sfumature diverse, comprese quelle "oscene"...

Se usiamo questa dritta non in modo frontale e non relativamente alla dimensione umana, potrebbe indicare questa condizione:

sfiliamo/smontiamo tutti gli attuali mondo-profili per ridurli a livello dei fili primordiali e poi ricomponiamo, re-intrecciamo questi fili su una base diversa, in ordine diverso... creiamo nuovi assetti e disegni ed intrecci della stabilità e della conduttività quantica-cellulare-molecolare (in tutti i casi, non umana).

E rimanere attaccati in queste condizioni alla propria personalità o a quella altrui difficilmente "porterà bene"... :|

... Un soggetto provvisorio: le diottrie provvisorie, i palcoscenici provvisori, i sistemi segnaletici provvisori, un atteggiamento possibilmente duty free: non sappiamo, non giudichiamo, non ci impegniamo in nessun "purpose" riconducibile alla personalità e ai rapporti con i cosiddetti propri simili...

Questi palcoscenici provvisori potrebbero essere decisamente più numerosi che non quelli di prima, rigidi ed obbligatori, il che potrebbe provocare delle difficoltà nella definizione delle messe a fuoco correnti, solo che queste difficoltà non dovrebbero essere percepite secondo i dossier e i riferimenti e i contatori di prima perché a prescindere da ciò che si vuol misurare, quelli tenderanno a mostrare "ERROR".
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7085
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Tue Oct 15, 2013 10:02

Irinushka wrote: Una nota della Vita magnifica e cristallina e struggente e trasformativa, un’Emozione che anche se ho provato a descriverla, non può essere “fotografata”, però genera tanta, tantissima ispirazione … : Love :

E dopo questa esplosione emotiva è partito un «dоwnload» : down : … (Lui mi ha esposta ad un dоwnload)… che comportava sia il passaggio dalla teoria alla pratica che… *** LO SA SOLO DIO … :roll: :wink:
E ancora non riesco a rilevare niente, intendo le conseguenze di questo download e della Svolta che a sua volta l’ha reso possibile…

… anche se stanotte forse in mezzo ai tanti sogni ho sentito: “Devi avere ancora un po’ di pazienza…”

Allora a questo punto approfitto della “pausa” (non proprio agevole) per esprimere alcune considerazioni che poi verranno allineate con il comportamento della Forza che ancora mi/ci sfugge.

Dalla mail scritta ieri:

P.S. Ora do gli ultimi tocchi di alta classe :lol: alla mia tradUzione tradIzionale, facendola rendere il più possibile dal punto di vista delle prestazioni metrologiche della/nella Dio realtà…

Poi magari vi racconterò le mie sensazioni e scoperte relative all’azione, anche (anzi, proprio) a quella molto tradizionale…, che (mi) si sono sviluppate mentre facevo la traduzione dei manuali…

******************************
Intanto è pazzesco come gli argomenti trattati nei manuali tecnici fossero pertinenti agli Eventi nella/della Dio realtà.

Alcuni riferimenti li ho già buttati sul forum, per esempio:
Irinushka wrote:
Poco fa mi è maturata di colpo una scoperta che in parte è stata ancora ispirata dalla mia traduzione tecnica :roll: (ora capisco perché Lui ultimamente insiste così tanto sul concetto dell’Azione, di qualsiasi Azione, come un super connettore magico! :Well Done : RedFace : :lol: ).

E si parlava della canalina di sostegno del cablaggio elettrico.

Ora direi che nell’ambiente dell’average ci sono delle canaline di sostegno del cablaggio dei sensi e dei punti di vista e tali canaline sono uguali per tutti… se proprio, uno poteva posizionarci, farci scorrere dentro un proprio “personale” :lol: senso/punto di vista, applicando qualche modifica molto locale, però… i raggi e gli orizzonti e i centri e i sistemi dell'azione erano comunque quelli generici, predisposti per un essere umano generico.

E ora… queste canaline di sostegno dei punti di vista e dei modi di fare e di sentire e di *** cominciano a… disfarsi, a rifarsi, a liberarsi dall’average e dalla densità uguale per tutti, da tutti o da molti codici esistenziali apparentemente condivisibili con il proprio prossimo, da un “finto cielo e finto orizzonte, obbligatorio per tutti”.

Con la conseguente grande, grandissima confusione e smarrimento e mobilità (non sono più fissati, non sono più ordinati come prima) dei sensi/punti di vista, sia quelli vecchi che quelli nuovi che in qualche modo stanno usufruendo di queste canaline (diciamo pure del tempo e dello spazio e della Presenza in generale).

Pre-sento e pre-vedo :| che più le persone cercheranno di esprimere le loro attuali condizioni confuse e non soddisfacenti e con delle gravi mancanze strutturali, i loro sensi, i loro punti di vista in movimento e in rieccitazione (conformemente alla Volontà del Creatore) sistemati dentro le canaline di appoggio ora in rapido rifacimento (sempre e ancora conformemente alla Volontà del Creatore e grazie alla SUA Forza)

attraverso il kit dei codici e dei riferimenti e delle parole dell’average e più aumenterà la confusione e meno si capiranno a vicenda...
Ed altri riferimenti – frecce – indicazioni sono qui nei paraggi :wink: per poter eventualmente essere rilanciati e diversamente riallacciati, ma nell'insieme sento proprio un forte e trasversale potenziamento/nutrimento che riguarda tutta la mia interazione con la materia, e anche tutto il mio Sistema dell’Azione.

Il secondo dei due manuali era intitolato: “Preparazione del sito di installazione”… ecco… appunto… :wink: :figurati

E stanotte uno dei pochi sogni che ricordo affermava che il primo requisito necessario per procedere all’Installazione (della Dio Grandezza e della Dio Conduttività e del Dio Ordine e ***) fosse la FIDUCIA… (ecco, questo il manuale tradizionale non lo diceva :lol: )…

********************************
Comunque vedo che non sono ancora pronta (mi sento molto spalmata/schiacciata/incollata… eppure non fissata in modo rigido) per esprimere quello che al momento sento come un arricchimento inarticolato e per niente lineare (e forse con delle conseguenze imprevedibili) che è nato mentre mi occupavo di un lavoro “tradizionale”, perciò piuttosto metto a verbale ancora un dettaglio interessante.

Dopo che ho finito la traduzione, bisognava ancora mettere a posto la parte grafica, i collegamenti ipertestuali ed altre cose che sa fare Massimo, solo che stavolta, siccome il testo era in russo, dovevo stargli vicina per eventuali chiarimenti.

E lui non riusciva a far funzionare i collegamenti ipertestuali per le Tabelle e non sapeva perché… e io ancora meno… solo che ad un certo momento ho detto con nonchalance : Chessygrin : :

Sai, la parola ТаблицаTablitza, e cioè Tabella che è scritta nel testo, forse non piace ai tuoi meccanismi di editing perché quando l’ho digitata (forse solo una o due volte, non sempre), ho mantenuto le prime due lettere della parola italiana:

Tabella

E poi ho sostituito il resto della parola con i caratteri cirillici: Таблица :mrgreen:

Quindi c’era un codice misto, un codice ibrido che il sistema non riconosceva, non riusciva a capire, gli risultava senza senso…” :roll:

E mi viene da dire che è come un’illustrazione - illuminazione che fa capire che anche se le apparenze, le sagome, le sembianze nell’ambiente di Average sono le stesse, i codici di origine possono essere diversi e giustamente vanno presi in considerazione, altrimenti… non funzionerà nessuna Tabella… nessuna funzione di editing della mondo-edizione basata sullo pseudo-univoco.
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7085
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Sun Oct 20, 2013 19:07

Stamattina ho scritto un lungo post sul forum russo, prendendo spunto da questo post di Skynew, che faceva gli auguri a Neda, parlando del tappetto magico su cui sorvolare il deserto con varie trappole magnetiche.
Skynew wrote:
Image
Poi ho suggerito a You-la :) di leggere il mio post per prendere in considerazione certi riferimenti “metodologici” da usare come “una base sine qua non” per interpretare e gestire varie situazioni a livello delle relazioni personali, in particolare, un rapporto problematico – emblematico con il suo ragazzo con il quale al momento “non c’è storia”.

Adesso lei mi scrive: “sono quasi svenuta dal ridere. Ho appena aperto il tuo topic, e proprio in questo momento lui mi ha mandato un sms assai strano”.

E poi mi allega la copia del sms:

“Senti, a quanto vendi (a quale prezzo daresti via) il tuo tappetto chiaro?"

E aggiunge: “A quanto pare i tappetti adesso vanno alla grande :lol: … I tappetti volanti di colore chiaro :lol: …”

**************************************

Dal mio punto di vista, è una conferma divertente ed altamente promettente :Well Done : Thanks : , e non sto nemmeno a commentarla... piuttosto prendiamola come una forte iniezione di Fiducia... nel nuovo stato delle cose... nel nuovo e diverso comportamento delle persone e dei punti di vista e delle coincidenze e delle accordature del sentire - pensare - agire - condurre e dei suoni e della realtà tutta.. :figurati : Demo : : Bash : : Thanks : :figurati
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7085
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Tue Feb 04, 2014 18:56

Irinushka wrote:
… intanto nel post che ho appena scritto (che fatica oggi!) si intravede anche un certo accenno alle Super Orecchie... :D

Quindi Happy Power come una condizione dinamicamente formabile, come un “Fai da te” “orecchiabile” (le orecchie sono un organo imperativo!!!, com’è stato detto dal Creatore nella seduta di domenica scorsa :D ) dove “TE” però non è affatto soltanto il Soggetto con il suo specifico Power, reale od immaginario che sia, ma un “Tre in Uno”, la Scala che contiene e conduce ed esprime il Creatore, il Nuovo Sputnik e il Soggetto. : Love :

Marcella:

bello...La Trinità Acustica...a cui noi possiamo dare un ulteriore significato :D
mi piace questa rivisitazione del concetto di Trinità:
Il Creatore...Il Nuovo Sputnik...e il Soggetto

Iri:

sento che è una specie di super segreto :roll: : ... : che abbiamo centrato (stiamo centrando) :D empiricamente : Bond : ... e naturalmente e con degli aiuti Formidabili : Love :
Oggi nella cassetta delle lettere c'era un invito pubblicitario: Controllo gratuito dell'udito e prova dei nuovi sistemi acustici digitali personalizzati ecco, quando una certa impostazione - richiamo a livello dello spirito attira di tutto e di più :mrgreen: ... comunque una conferma simpatica... :Well Done :clap :lol:


******************************
******************************
Poco fa, rispondendo ad un PM, mi sono venute le considerazioni che voglio condividere sul forum.

***************************

… Adesso come adesso io mi asterrei da qualsiasi consiglio di carattere pratico (a chiunque), perché le caratteristiche dell’ambiente che potrebbe essere intitolato come “la realtà dello spirito” ha tantissime incognite e quindi un campo vastissimo per un sacco di calcoli e ricalcoli e tutto-spostamenti e "rimedi". (questa parola... mi piace... rimedi come rime del giorno?) :wink:

L’unico consiglio che darei a chiunque (anche a coloro che non sanno di essere presenti in una specie di anticamera arredata come se fosse un mondo, davanti al Sipario che accompagna un nuovo sistema del palcoscenico… mamma che caldo che è arrivato in questo momento : Chessygrin : aeventi_speciali ), è di gestire se stessi e la propria vita sapendo/sentendo/ritenendo A LIVELLO VISCERALE di non dipendere soltanto dai fattori e circostanze attualmente conosciute (quelli che servono l’average).

Di scegliere servendo le grandezze di un ordine diverso usando le circostanze e le opportunità (o le non opportunità che capitano, che vengono proposte dalla Vita) come un eventuale GATE verso un'altra scala dell’espressione della consapevolezza.

Quindi di scegliere non con la propria attuale pelle umana, perché i criteri delle scelte che lei attualmente conosce (dei vari aspetti dello star bene) stanno diventando obsoleti, vengono progressivamente lavati via, insieme all'imperatività e alla mobilità e al senso del tempo - spazio che corrisponde loro… e quindi anche se uno fa una valutazione buona, completa e super precisa usando i riferimenti della dimensione umana, potrebbe in seguito essere deluso dalla propria decisione, perché di fatto ha usato “i metri della consapevolezza uscente”.

Ma non sto a dirti che cos’è la Condizione/Stato Principale, lo sai benissimo da te… quindi cerca di espandere il più possibile il tuo autentico sistema del vivere usando ogni cosa (stimolo - antistimolo) che capita, però percependo di essere su un’altra traiettoria del movimento, per esempio, considerandoli come delle traverse ferroviarie, ogni traversa che ti permette di fare un ulteriore passo “verso la tua giusta prospettiva ed inclinazione (anche di tempo – spazio e di altri “sistemi di unificazione” che accompagnano il viaggio dello spirito)”.

Ed evitando di dedicare il tuo tempo alle traverse “che non contengono la prospettiva trasformativa” (perché certi assetti delle cellule, certe forme semplicemente non contengono gli orizzonti dello spirito… e quindi si scomporranno a livello molecolare per poi formare qualcosa in grado di servire lo spirito).

Direi anche che va bene ... un sopralluogo, ma non una scelta definitiva… non solo relativamente al posto dove vivere, è che l’aria di adesso sta comunicando a tutti i motori di ricerca di astenersi dalle scelte definitive di qualsiasi genere… di non sentirsi "impegnati" nella ricerca delle soluzioni definitive, perché non esprimerebbero lo spirito della causalità autentica. Perché l’ambiente ha bisogno del tempo per maturare e per espandersi, perché pre-sente dei grossi cambiamenti del Paesaggio (in tutti i sensi).
Irinushka wrote:
E un’altra scoperta, diciamo, di carattere più “tecnico”.

Lo svelamento del Velo non deve essere inteso soltanto come la condizione in cui ciò che si trova dietro le quinte progressivamente si sposta sempre di più dentro lo spazio del palcoscenico.

Lo svelamento del Velo può anche manifestarsi così: un certo contesto della trasmissività che a volte “non funziona”, non trasmette, anche se, magari, il giorno prima funzionava che era una meraviglia.

Ecco, bisogna capire che tutti questi spostamenti ed avanzamenti non sono per niente lineari, e a proposito, vi avevo già presentato questo piccolo indovinello russo (ma credo sia noto anche qui in Italia) per i bambini? :)

“Il lupo, la capra e il cavolo”.

Avendo a disposizione una sola barca, in che modo è possibile trasportare sull’altra riva del fiume tutto questo prezioso carico, tenendo conto che la barca possa trasportare soltanto due “presenze” alla volta e che il lupo, se rimane da solo con la capra, cercherebbe di mangiarla, mentre la capra vorrà sicuramente fare fuori il cavolo? :)

Buon divertimento! :)
Scritto nel 2009… il TRIO :lol: di riferimento “Il lupo, la capra e il cavolo” adesso è diventato molto attuale, nel senso che la Forza e l’Astuzia e il Comprendonio che accompagnano la scelta non stanno tanto nel cercare di concordare meglio tra di loro i vari ingredienti e frequenze portanti della dimensione umana (anche se non è nemmeno proibito prendere in considerazione la logica consueta, secondo cui per esempio, "è evidente" che il lupo deve per forza mangiare la capra mentre la capra per forza cercherà di mangiare il cavolo : Chessygrin : )…

Ma la Forza vera, la Maestria vera, l’Autonomia vera sta nell’allacciare ad ogni situazione/quadrante corrente i sistemi delle scelte e delle grandezze basati sulla Trinità (acustica)…, il che vuol dire che la situazione di riferimento potrebbe riempirsi di altri caricatori - trasportatori - barche – fiumi - animali :mrgreen: , e anche che le abitudini comportamentali del lupo e della capra potrebbero di colpo cambiare oppure potrebbero essere modificate le condizioni del problema nonché le caratteristiche del campo che lo contiene e lo pone (il problema) (la stabilità, la solidità, l'arredamento ecc.)... : Chessygrin : :mrgreen: :figurati

Grazie a tutti voi per tutto ciò! : Thanks : : Groupwave : : Love :
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 606
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Le cose che stiamo scoprendo vivendo...

Post by Andrew » Wed Aug 06, 2014 9:30

Allora,
vediamo cosa riusciamo a combinare (anche nel senso matematico del termine) con questo post numero 555 :clap : Chessygrin : : Love : Facepalm

Intanto, ho rinominato questo topic per allinearlo al suo purpose principale, quello che intuivo alla sua nascita ma che ancora non potevo esprimere in modo molto chiaro, e per onorare e festeggiare tutto ciò usufruisco con gioia di questa canzone, quasi le stessi finalmente attribuendo un senso compiuto e reale (presso di me, almeno...)



Adesso, onestamente, non so come condividere il resto... se proseguire quì, in un altro topic, nella chat, aspettare un po' o lasciar distribuire al Campo ciò che Lui già sa...

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 10 guests