Le cose che stiamo scoprendo vivendo...

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Le cose che stiamo scoprendo vivendo...

Post by Andrew » Fri Jan 25, 2013 14:57

Irinushka wrote:Qualche mese fa, durante uno degli incontri collettivi, il Creatore ci ha detto che noi riteniamo di avere un passato, ricordiamo di avere un passato, ma non è affatto così... :|

(se per caso qualcuno ha/riesce a trovare quella frase nella trascrizione dell'incontro, vi prego di mandarmela).
Qualche giorno fa, pensando a come avrei potuto contribuire a questo argomento, si è fatta viva “una vocina” :wink: che mi ha suggerito: “Perché non cambi il titolo a quel topic per rimuovere le (seppur leggere) tracce del passato e riportarlo così completamente al presente?” :wink:

Aspettavo il momento giusto per farlo.

.....

Ecco il momento, ed eccomi qua! :-D

Nella gioia di poter condividere in rigoroso ordine sparso alcune piccole e grandi comprensioni recenti.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Irinushka wrote:E la commentatrice esclamava: "Ma come, è caduta sei metri dopo..."

E io ho sentito: "Ma come, è caduta sei mesi dopo..."
Andrea wrote:Neanche a farlo apposta, varie volte ho detto provocatoriamente durante i nostri incontri: “ma cosa accadrebbe se ad un certo punto la pioggia cadesse all’insù?” :shock: :roll: :|

E con questa frase alludevo a queste domande:
- dove andrebbero a finire tutte le varie certezze circa la solidità del mondo materiale di fronte ad uno shock del genere?
- ma chi ha stabilito il corpontamento della Materia?
- e chi dice che questo corpontamento non potrebbe un giorno cambiare?
Chissà perché, sentivo il 21 Gennaio abbinato all’Equinozio, e quindi all’inizio della Primavera, ed il 25 Gennaio (oggi) alla Festa Italiana della Liberazione del 25 Aprile :-|

E infatti, stanotte è arrivata la mia personale versione de “La Pioggia che Cade all’Insù” :mrgreen: con le rispettive incredibili, indescrivibili, insuperabili liber-azioni e dissoluzioni annesse e connesse tuttora in corso. :-D :-D :-D

Questo Piede Celeste che mi ha mostrato, direttamente dentro la Vita, che la Materia, il Tempo e lo Spazio sono molto più di ciò che conoscevo, che i miei riferimenti di prima ormai sono superati, che la Dio-Realtà é aperta oltre ogni immaginazione e sull'Onda delle Mie Frequenze più autentiche... :shock: :D

Certi sogni che la mente ha fatto mille e mille volte, fantasticando “in tutta sicurezza” (perché tanto “sapeva” che certe cose non avrebbero mai potuto avverarsi in quanto incompatibili con quell’assetto della materia) che succedesse questo e quello, e che adesso si mostrano e si fanno percepire come reali ed assolutamente possibili dentro il Nuovo Ordine e la Materia Spiritualizzata! :-| :mrgreen: :wink: :-D

E così la mente ***** e il Corpo ***** e la mia Consapevolezza ***** e tutto si Trasforma come mai avrei potuto immaginare e sperare..... :-| :mrgreen: :wink: :-D

Che slanci formidabili verso l’Eternità Manifestata nella Solidità Terrestre! :-D

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Irinushka wrote:La vecchia realtà terrestre: non è tanto la questione se era bella o brutta, ma quanto E'/ERA LIMITATA.

Ed era limitatissima, produceva in output soltanto certi parametri “di default”, quelli che erano impostati nella consapevolezza di base del sistema, e che venivano trasferiti "da padre in figlio" come unica possibile scelta (e cioè, la non scelta).
Cesi wrote:Ma lo stupore arriva quando sistemando cose, che prima non erano in relazione, costato che si integrano a meraviglia.
Sto scoprendo che molto del mio stupore arriva quando, di fronte a qualunque fenomeno che mi incuriosisce, che mi lascia perplesso o che si fa notare insistentemente da me, riesco a trovare “la spiegazione od il punto di vista alternativi”, qualsiasi cosa che non sia il comportamento di “default”, default che tra l’altro in Inglese indica anche la bancarotta, la bancarotta energetica nell’Economia della Luce :mrgreen:

E la cosa sta veramente prendendo piede, facendosi sempre più tangibile ogni “unità di misura del Tempo che passa” :mrgreen: :-D ;-)

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-

A pranzo ho letto in TV, in riferimento a certi avvenimenti importanti relativi alla banca italiana MPS, la seguente frase:

MPS: Il <nome del partito> ha sempre avuto molta influenza.

La conferma che in fondo in fondo certi aspetti del mondo attuale sanno di essere piuttosto malati… :mrgreen: :-D

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-

Un grazie a Irina per aver pubblicato il post numero 7888 nella sezione russa :D ed uno all'17766 appena apparso nella mia casella di posta! :D

Ma quanto sono parlanti questi High Numbers... :D
Last edited by Andrew on Wed Aug 06, 2014 8:34, edited 1 time in total.

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by nadia » Fri Jan 25, 2013 18:43

volevo mettere il mio piedino qui, tanta è la tenerezza che ho sentito aprenlo il neo-topic per la prima volta..." Shall We Dance" , "Balliamo"?... 1.2.3 magari un valzer in questo tempo futuro-presene. Io sto imparando dentro la vita, sto imparando ad andare a tempo e a fidarmi-sfidarmi del mio tempo che sempre più spesso è, è armoniosamente fuori tempo...
E se fosse...
Il Passo a due o Pas de deux è una sezione del balletto classico. Si tratta di una danza creata per una coppia, isolata dal resto del balletto e destinata a ballerini virtuosisticamente più dotati, solitamente i solisti o i primi ballerini. È costituito di una entrée (l'entrata dei due interpreti), un adagio eseguito insieme, una variazione solista maschile, una femminile (o viceversa) e infine la coda, ovvero il ricongiungimento dei due ballerini per il finale danzato insieme. :oops: :shock: :wink: :mrgreen:
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Andrew
Posts: 609
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Andrew » Sun Jan 27, 2013 0:03

Irinushka wrote:A questo punto aggiungo solo che sono stata preavvertita che questo venerdì ... sarebbe stato un "non più giorno" importante, ma ancora non mi sono arrivati degli aggiornamenti...

Però ieri pomeriggio mentre provavo a stabilire la comunicazione con Lui, ho sentito l'impulso di riferire ad Andrea l'immagine flash vista la notte precedente:

Era come vedere i piedi e le gambe capovolte, coi i piedi che erano fissati al cielo (insomma erano all'insù)..., vedevo solo questa parte del corpo...

E a quanto pare la notte successiva questo fenomeno lui l'ha centrato in pieno... :roll: :mrgreen: :D :D :D
Andrea wrote:E infatti, stanotte è arrivata la mia personale versione de “La Pioggia che Cade all’Insù” :mrgreen: con le rispettive incredibili, indescrivibili, insuperabili liber-azioni e dissoluzioni annesse e connesse tuttora in corso. :-D :-D :-D

Questo Piede Celeste che mi ha mostrato, direttamente dentro la Vita, che la Materia, il Tempo e lo Spazio sono molto più di ciò che conoscevo, che i miei riferimenti di prima ormai sono superati, che la Dio-Realtà é aperta oltre ogni immaginazione e sull'Onda delle Mie Frequenze più autentiche... :shock: :D
Concludo questo mio pre-notiziario con questa domanda:

lo sapete che l'ItALIa ha le ali incorporate? :) Io l'ho notato due giorni fa... :shock: :D

Probabilmente prima non era il caso... :|
Andrea wrote:In estrema sintesi, la Trasformazione è una questione di comportamento.
Andrea wrote:A questo punto, per analogia con le nostre scoperte sull’anti-materia, l’anti-gravità era in realtà quella con cui avevamo a che fare? :|
Andrea wrote:Guadagno si traduce in Inglese con Earning, a sua svolta scomponibile in Ear ‘n’ in (g), orecchio e dentro (costante di gravitazione universale):

L’Ascolto di Se Stessi come una Costante della Nuova Forza di Gravità.

Ascoltanto Se Stessi, il Corpo, le proprie passioni ed propri i “Mi Piace” è possibile scoprire il vero Guadagno, l’Arricchimento Altamente Consapevole che necessariamente comporta una ulteriore Unificazione ed un’espansione delle frequenze autentiche. Un Guadagno Win-Win che rende tutti vincitori, ben diverso dal guadagno basato sulla separatezza in cui un soggetto si poteva arricchire “sottraendo” qualcosa ad altri soggetti.
Questi ribaltamenti mostrati dai piedi fissati al cielo e dalla mia versione de “la Pioggia che Cade all’Insù” oggi mi hanno invitato a pormi queste 2 domande:

Che cosa significa veramente per me Volare?
E che cosa sono veramente per me le Ali?


Quasi subito dopo, Volare si è accostato a Volere, e le Ali si sono fuse in Leali.

Volere cosa?
E Leali a chi?

Il volare del senso classico (precedente) é un'azione che pone un soggetto nella condizione di vedere la terra a distanza, con distacco, nella temporanea illusione che muoversi nel cielo renda libero.

A me questo volare non interessa affatto, perché il mio Voleare invece é poter manifestare l'Amore nella Dimensione Terrestre nei modi e nelle Forme che mi sono dati.

E la base per riuscirci é essere Leale con Me Stesso, e quindi con il Creatore e con la mia Conduttività Energetica.

Voleare é innanzitutto un atteggiamento, un corpontamento.

E le Ali sono "quel qualcosa" (quel o quei mezzi di circostanza forniti dal Corpo e dall'Ambiente) di assolutamente personalizzato che permettono a ciascuno di esprimere il proprio Unico, Irripetibile ed Autentico modo di Voleare, sono "un attributo" che permette la liberazione della Forza di Gravità, in modo che lo Spirito possa condurre la sensazione della leggerezza (di cui il volare classico forniva semplicemente "un'anteprima") mentre viene manifestato il proprio Volaere (considero Voleare e Volaere come sinonimi :wink: )

Sento che con questo riposizionamento degli accenti stiamo facendo ulteriori ed enormi progressi...

Ed un grazie all'ItALIa come lo Spazio che supporta la nascita e l'espansione del Voleare...

User avatar
Lastochka
Posts: 523
Joined: Tue Jan 08, 2008 8:20

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Lastochka » Thu Jan 31, 2013 2:51

Incorporation of viviparous cords..

Corpuscular Particles BE(come) Spiral EmBody(ied)..

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by nadia » Fri Feb 01, 2013 11:39

"Io sto Quante glucosio Imparando Dentro la Vita ...
di Andrea il Ven 25 Gen, 2013 15:57 "
:shock: :shock: solo a me compare così il titolo di questo topic?
Magari ho una carenza di dolcezza in questo momento :idea: ...vorrei rilanciare a chi di dovere e chi di piacere.
Nadolce
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by nadia » Mon Feb 04, 2013 10:54

Vedere le cose dal punto di vista del sole...ieri sera ho visto un video di un certo Daniel lumera, ha fatto studi sulle proprietà della luce solare e della luce dei corpi, mi è parso interessante...vedere le cose dal punto di vista del sole può voler dire vedere le "cose" dal punto di vista del Creatore, scrollarsi di dosso un po' di detriti di egocentrismo per entrare nell'ottica espansa e "guaritrice del Diocentrismo?

Oggi ogni parola mi suona dentro come un potenziale ed effettivo nucleo emotivo.
Che viaggi, che voli....





Ti è mai successo di sentirti al centro
Al centro di ogni cosa al centro di quest’universo
E mentre il mondo gira lascialo girare
Che tanto pensi di esser l’unico a poterlo fare

Sei così al centro che se vuoi lo puoi anche fermare
Cambiarne il senso della direzione per tornare
Nei luoghi e il tempo in cui hai perso ali, sogni e cuore
A me è successo e ora so volare

Ti è mai successo di sentirti altrove
I piedi fermi a terra e l’anima leggera andare
Andare via lontano e oltre dove immaginare
Non ha più limiti hai un nuovo mondo da inventare

Sei così altrove che non riesci neanche più a tornare
Ma non ti importa perché è troppo bello da restare
Nei luoghi e il tempo in cui hai trovato ali, sogni e cuore
A me è successo e ora so viaggiare

Oltre questa stupida rabbia per niente
Oltre l’odio che sputa la gente
Sulla vita che è meno importante
Di tutto l’orgoglio che non serve a niente

Oltre i muri e i confini del mondo
Verso un cielo più alto e profondo
Delle cose che ognuno rincorre
E non se ne accorge che non sono niente
Che non sono niente

Ti è mai successo di guardare il mare
Fissare un punto all’orizzonte e dire:
”È questo il modo in cui vorrei scappare
andando avanti sempre avanti senza mai arrivare”

In fondo in fondo è questo il senso del nostro vagare
Felicità è qualcosa da cercare senza mai trovare
Gettarsi in acqua e non temere di annegare
A me è successo e ora so volare...
Volare...
Volare
Oltre questa stupida rabbia per niente
Oltre l’odio che sputa la gente
Sulla vita che è meno importante
Di tutto l’orgoglio che non serve a niente

Oltre i muri e i confini del mondo
Verso un cielo più alto e profondo
Delle cose che ognuno rincorre
E non se ne accorge che non sono niente
Che non sono niente
Che non sono niente
Che non sono niente

Ti è mai successo di voler tornare
A tutto quello che credevi fosse da fuggire
E non sapere proprio come fare
Ci fosse almeno un modo uno per ricominciare

Pensare in fondo che non era così male
Che amore è se non hai niente più da odiare
Restare in bilico è meglio che cadere


Na

A me è successo amore e ora so restare
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Mon Feb 04, 2013 18:24

nadia wrote:Vedere le cose dal punto di vista del sole...ieri sera ho visto un video di un certo Daniel lumera, ha fatto studi sulle proprietà della luce solare e della luce dei corpi, mi è parso interessante...vedere le cose dal punto di vista del sole può voler dire vedere le "cose" dal punto di vista del Creatore, scrollarsi di dosso un po' di detriti di egocentrismo per entrare nell'ottica espansa e "guaritrice del Diocentrismo?
Ieri pensavo a queste righe della canzone russa che ho postato di recente:

"Ti sto dipingendo, ti sto dipingendo ancora e ancora
Seduto di fronte alla finestra
Ti sto dipingendo ed accanto a te
Dipingo pure me stesso, così non sarai sola."


È tutto qui: dipingere il Sole, il Creatore, come un atto di Amore libero ed incondizionato, ed offrirgli il proprio accompagnamento, in modo che Lui non si senta solo, non il soggetto che sta "dipingendo".

Perché quello, se davvero gli viene naturale questa impostazione (ovviamente, deve essere uno slancio sincero al 100% altrimenti non è il caso), "ha già vinto" e continua a vincere, con ogni nuovo pixel, con ogni nuova linea tracciata di questo "Super ritratto". :D
nadia wrote: Oggi ogni parola mi suona dentro come un potenziale ed effettivo nucleo emotivo.
Che viaggi, che voli....
Ieri ho scritto a Nadia in privato:

"... e comunque vedi, la prima raccomandazione in assoluto che avevo sentito per te anni fa era proprio quella di lavorare con le emozioni. :) Con la tavolozza delle emozioni...

D'altronde, le leggende metropolitane :mrgreen: affermano che per esempio quando un essere umano si trasforma in un vampiro sente ogni cosa con un'intensità pazzesca e quasi ingestibile... non stiamo diventando dei vampiri :lol: , ma sicuramente una specie molto diversa da quella umana tradizionale, perciò non mi sorprende affatto...

E poi ne so qualcosa anch'io... :wink:

Cerca solo di interpretare tutto ciò con delle interpretazioni alternative... Guarda "attraverso"..."

**********************************

Oggi, uscendo per una breve passeggiata, ho visto questa scritta sulla fiancata di un autobus:

Rinnova le tue emozioni!

E poi, giusto per consolidare l'effetto, è passato un secondo autobus, con la stessa scritta... :)

A questo punto condivido un frammento della seduta "di emergenza" fatta il 6 gennaio.

******************************

"Allora, parliamo un po’ delle emozioni, dell’area delle emozioni.

È vero che la mente può agire anche sulle emozioni. In qualche modo le co-guida perché siete abituati così, che la mente, comunque, ha il potere, o, diciamo, ritiene di avere il potere su tutto e impone il suo potere come una cosa obbligatoria.

Le emozioni in parte ascoltano la mente, quindi usano le frequenze che sono quelle co-guidate dalla mente, perché è una modalità familiare. Quindi le emozioni sentono, però, poi, servono ed interpretano il proprio sentire conformemente a ciò che sa la mente.

In questo modo possono anche sentire delle frequenze nuove, delle oscillazioni nuove che esprimono nuovi regimi, nuove costanti, nuove variabili, nuove correnti dello spazio, però in seguito si consigliano con la mente e poi interpretano ciò che sentono usando il catalogo del percettibile che propone la mente.

L’area delle emozioni, la conduttività delle emozioni percepisce questa condizione come abbastanza minacciosa, perché lo sa che non è così che stanno le cose, però non sa come sbloccarsi da questa cosa non corretta, come liberarsi dallo stra-potere della mente, come permettersi di entrare in possesso di tutte le emozioni, di tutte le frequenze che ORA sono accessibili attraverso il linguaggio delle emozioni. Questa è una condizione abbastanza esplosiva.

In un certo senso, le emozioni cominciano a torturare la mente, a darle fastidio, un po’ come una legittima protesta: “ma per quanto ancora tu vorrai bloccarci nelle nostre percezioni dirette, nella nostra interazione diretta con la Forza del Creato?” “Per quanto ancora tu ci costringerai a riprodurre le etichette e le diagnosi che TU ritieni reali, che TU conosci come quelle reali?"

Allora, è possibile che possano nascere delle provocazioni, delle sfide, come per dare alla mente così tanto fastidio che lei, magari, cambierà regime, oppure si stancherà e dirà “ io non intervengo più, fate come vi pare, gestitevi pure da soli :mrgreen: , io sono stanca, non voglio più che tutte le frequenze si consiglino con me, passino attraverso di me.” :mrgreen:

Perciò è possibile che nella vostra area dei sentimenti possano focalizzarsi delle irritazioni o addirittura un disaccordo totale con tutto ciò che per la mente fa parte del suo catalogo, del suo definito, del suo definibile.

Questa irritazione è come una valanga che libera la strada, magari, prova a creare un passaggio diverso. Perché i sentimenti adesso vogliono avere un accesso diretto al Timone, non vogliono più consigliarsi con la mente.

Prima, nel tempo lineare, potevano anche protestare, ma tanto, comunque, queste loro proteste non avevano importanza perché non sarebbe stato ancora accessibile in modo diretto il mio campo, la mia presenza.

Adesso, invece, è fondamentale che possano essere sentite le frequenze che formano la nuova esistenza planetaria e l’area dei sentimenti, l’area delle emozioni è quella che è preconnessa, poi bisognerà riconoscere quelle emozioni per ciò che sono, bisognerà catalogarle in qualche modo perché, al momento, sono delle emozioni primordiali, senza nome, senza identificazione.

Però, finché la mente viene accettata come la padrona di tutto quello che succede, che definisce e coordina tutta la grafia e tutte le scelte dell'utente, queste frequenze risultano non accessibili e allora l’area dei sentimenti, magari, si permette dei nervosismi, si permette delle proteste, si permette delle sfide che poi non si concludono nemmeno, si interrompono di colpo, non è una sequenza di esposizione che determina qualcosa, è soltanto la manifestazione di questa Forza che scuote la mente e le dice, “togliti, togliti, togliti almeno in parte, perché ci stai ingombrando il campo, la Forza non può passare attraverso di te”.

Poi, ad ognuno, queste cose succedono in modo diverso."
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
ValeCiceri
Posts: 128
Joined: Fri Jun 01, 2012 19:11
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by ValeCiceri » Tue Feb 05, 2013 10:21

Questa notte mi è scoppiato L'UNICO MODO PER... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Anzi potrei dire è Letteralmente scoppiato...perchè parlo proprio di lettere. :D
In un dormiveglia...molto più veglia che dormi...c'erano davanti a me le due parole UNICO MODO ed ad un tratto sono scoppiate....si sono dissolte in infinite parti, quasi polverizzate.

Prima di tutto questo mi ero alzata un attimo dal letto e passando davanti allo specchio so che ho pensato a qualcosa riferito al mio fisico ed a questa cosa mi sono risposta con un "Bhe l'unico modo per cambiare sarebbe..."
Il punto è che non sono riuscita a finire la frase...quando la mia Vera Attenzione si è fermata sul reale vincolo che poneva "L'unico modo" ho iniziato a ricordare le parole di Irina riguardo al nuovo Sentire e Percepire le emozioni a Pieno...e da lì sono partiti a catena una serie di considerazioni su tutto quello che si può vivere con autenticità e senza il limite dell'unico modo...ho iniziato a vedere e sentire altre frequenze..a espandere ed espandermi oltre i vecchi confini.....a vedere dei giochi di colori che si inseguivano..modificavano..evolvevano....e penso di averli anche "provati" questi colori, non solo visti.
Non so come raccontarlo ma....che esperienza! :D

E non so se questa potrebbe essere la sezione giusta per raccontarlo..ma quando ho aperto il forum il mouse è andato dritto qui :D

Che bello...si è rotta un'altra catena! Si è fatta Luce!
ValeCiceri
CheDioMiArtista

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Tue Feb 05, 2013 18:44

Facciamo un altro passo.

Ecco alcune altre considerazioni che Lui ha espresso circa un mese fa, sempre durante quella seduta di emergenza del 6 gennaio.

*******************************

"Vi dico subito che il comportamento può essere incoerente, può essere molto diverso a seconda dei momenti e non è per niente il segno che ci sia qualcosa che non va. Questa è un’altra caratteristica che deriva dalla vecchia realtà che “il comportamento deve essere coerente”, “deve seguire certe regole". Non rinunciate alla contraddittorietà, non cercate di sradicarla, di superarla, di ignorarla.

Il comportamento contraddittorio, che tra l’altro non è soltanto vostro, è la nuova realtà che vi parla in modo contraddittorio per aiutarvi a sentire la differenza.

La contraddizione potrebbe essere addirittura come un piccolo timone.

Un piccolo timone delle contraddizioni, che potete usare. Magari la mente potrà anche sentirsi indignata però è qualcosa che potete ricavare per la vostra nuova (auto)gestione, che, in un certo senso, è diversa dalla gestione della mente.

Voi dite, “ok, provo a gestire queste contraddizioni e rinuncio all’aiuto della mente” che, tra l’altro, non ha nessuna voglia di immergersi nelle contraddizioni. Allora con che cosa gestirete?

È lì che possiamo assistere alla trasformazione della consapevolezza. Potrebbero formarsi dentro di voi delle corde della vita che sapranno gestire, imparando dalla contraddizione stessa.

Perché la contraddizione ha questa bella caratteristica, che può essere totalmente se stessa, lo sa e non gliene frega niente, lo sa e si comporta come una contraddizione.

Quindi seguirla e, magari, usarla come un piccolo timone per immergersi nella Nuova Vita, potrebbe fornire una chiave per leggere in modo diverso tante cose, se stessi prima di tutto, la propria vera natura.

Ovviamente ognuno deve gestire le proprie contraddizioni, non le contraddizioni generiche.

Queste no, ma le contraddizioni che la vita in questo momento vi mette davanti o vi propone e vi dice “la vuoi usare come un timone?”, “la vuoi usare come un portale?”. Allora, questo particolare intreccio che, diciamo, "voi prendete come una vostra legittima contraddizione :) " può essere un vostro organo di gestione e può aiutare la vostra consapevolezza ad illuminarsi, a trasformarsi in un organo diverso per la co-gestione della materia."

**********************

E adesso riporto alcune considerazioni che mi sono nate stamattina chattando su skype e che adesso ho ulteriormente messo a fuoco.

***********************
Prova a guardarla (questa apparente contraddizione) da un'angolazione diversa, a spostare il punto dell'unione, usando la terminologia di Castaneda.

E comunque non può essere un punto di vista e di unione e di ragionevolezza scelto una volta per tutte, permettigli di auto aggiornarsi come e quando gli pare, e di conseguenza di aggiornare anche te, di svezzarti dall'attuale senso dell'ordine esistenziale.

Secondo me, bisogna viaggiare leggeri non prendendo niente troppo sul serio ma usando qualsiasi mezzo di circostanza come un potenziale grimaldello magico che ci permette di procedere lungo i nostri rispettivi "high way" (in compagnia del Creatore), come degli highlander... :wink:

Mantenere la cosiddetta coerenza e la cosiddetta lealtà (la lealtà intesa anche come coerenza) verso l'attualmente manifestato, sotto la gestione della Forza dell'Illusione e con i ".exe" in gran parte sponsorizzati e supervisionati da lei: ne vale davvero la pena? :shock:

Direi che a questo punto "l'alto tradimento" è l'unica mossa sensata da fare... :mrgreen:

La coerenza non è a quel livello, eclissare l'eclissi (della Forza dell'Illusione) questo è il motto.

Dissolvere e smontare (pezzo per pezzo, appunto) gli attuali binari delle scelte, gli attuali pesi e misure (di qualsiasi cosa): è come farsi un'iniezione di sanità, di "SanaGens":
Irinushka wrote: E un altro riferimento che ho sentito stamattina in background, è SanaGens, come sanare il Gene...
Sentirsi liberi di non dipendere da nessun sistema (di ricerca) obbligatorio e preimpostato dal Sistema :lol: , prendersi gioco del sistema, dei sistemi, scomponendoli in singoli pezzi e trattando ogni singolo pezzo con un significato che si forma "in tempo reale".

E senza sentirsi scioccati o "bouleversati" :mrgreen: (dal verbo francese "bouleverser" che insisteva tanto per esserci che ho dovuto accontentarlo :mrgreen: ) se il quadro cambia nel giro di pochi minuti e poi ancora, e ancora, e ancora...

E' proprio questo il Miracolo e la Felicità della realtà non più statica...

Già, assomiglia ad un caleidoscopio :lol: :

Il caleidoscopio (dal greco καλειδοσκοπεω) è uno strumento che si serve di specchi e frammenti di vetro o plastica colorati, per creare infinite strutture simmetriche. Di solito è un semplice tubo di cartone con all'interno una serie di specchi (almeno due) posti nel senso della lunghezza del tubo; nella parte anteriore, separati da un vetro rotondo trasparente, sono inseriti dei frammenti di vetro colorato diversi per forma e colore. Un vetro smerigliato chiude il tubo nella parte anteriore.

La parola fa riferimento alla lingua greca e significa letteralmente "vedere bello".

http://it.wikipedia.org/wiki/Caleidoscopio" onclick="window.open(this.href);return false;
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Lastochka
Posts: 523
Joined: Tue Jan 08, 2008 8:20

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Lastochka » Wed Feb 13, 2013 8:14

Lastochka wrote:Incorporation of viviparous cords..

Corpuscular Particles BE(come) Spiral EmBody(ied)..
enter regime where the Spiral is already boiled ...& now seeking.. to Untwist! ... to Extend!..

Chiara
Posts: 133
Joined: Fri Jul 09, 2010 18:00

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Chiara » Wed Feb 13, 2013 12:39

Irinushka wrote:
Secondo me, bisogna viaggiare leggeri non prendendo niente troppo sul serio ma usando qualsiasi mezzo di circostanza come un potenziale grimaldello magico che ci permette di procedere lungo i nostri rispettivi "high way" (in compagnia del Creatore), come degli highlander...

Ieri mattina «pensavo/ho supposto» che nel mio DominIo le cose si risolvessero da Sè ... quando interessano al Creatore ... perché la mia percezione è che nel mio DominIo non posso disporre ma accogliere :?

Dopo qualche ora, nel cercare «come fare» ad ottenere un alleggerimento ad una certa situazione pratica incombente, che mi angosciava proprio perchè era importante per la mia futura relazione con Lui, mi sono ritrovata con la persona che stavo chiamando al telefono per aiutarmi ... sotto casa mia :shock: ... per una visita assolutamente imprevedibile, inattesa! :shock:

La soluzione stava venendo a casa mia :o ... con estrema naturalezza! :D
era in attesa del mio voleare :mrgreen:

partnership, potenziale grimaldello magico ... :mrgreen: :shock: :D
....
Lastochka wrote:
enter regime where the Spiral is already boiled ...& now seeking.. to Untwist! ... to Extend!..
:shock: :D
Last At 21/11/2013

User avatar
Lastochka
Posts: 523
Joined: Tue Jan 08, 2008 8:20

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Lastochka » Thu Feb 14, 2013 5:03

The Spiral moved.. from the Bottom Up.. from the Purple Flow..

Chiara
Posts: 133
Joined: Fri Jul 09, 2010 18:00

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Chiara » Sat Feb 16, 2013 20:39

... ho appena fatto pace con me stessa ... mi stavo chiedendo come reggere la responsabilità, domani ...

Mi sento « FOR TU NATA »

Grazie Tutto, :P
sì, sei TU l'essenziale! ...
(per rispondere alla amletica domanda ... sanremese :mrgreen:)
Last At 21/11/2013

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Mon Feb 18, 2013 22:20

La notte del 17, prima dell'incontro, ho fatto un sogno in cui telefonavo all'ufficio dell'Olivetti a Mosca, e mi rispondeva un certo tizio con cui collaboravo una ventina di anni fa e che mi diceva, abbassando la voce:
"Non posso parlare adesso... a quanto pare, siamo in mezzo ad una specie di Golpe..."

E quando gli ho chiesto dove potevo trovare delle informazioni su quello che succedeva, mi ha risposto così:

"Fai il numero 5555", e io: "ma che numero è?" , e lui: "ma è il tuo interno (all'interno dell'edificio della struttura), ti risponderà la tua segretaria..." :)

Ho condiviso questo sogno all'inizio dell'incontro, senza ancora sapere come interpretarlo..., poi appunto c'è stato l'incontro, potente, intenso, travolgente, illuminante, con vari annessi e connessi, compresi quelli di oggi...

Stamattina ho lavorato con Andrea (un incontro "programmato") e poi anche con Massimo (due sedute "di emergenza"), e ora finalmente posso dire che è avvenuto un clic che corrisponde alla fine di questo particolare round dei LAV ORI.
Irinushka wrote:
Lalla:

ho visto la mail del incontro
sai hai scelto un ottimo giorno
non so ancora perché lo so questo.....ma so che avrai qualcosa, come un regalo quel giorno
e credo anche OSPITI che tu non aspetti
questa informazione mi era venuta mentre leggevo la mail...poi anche dopo....sicuramente ne ha dell'altro....

Questo incontro del 17 febbraio promette di essere super illuminante e super potente, e come mi ha anticipato Lalla, ci sono già delle forze e delle energie all'opera, per preparare l'incontro. Entità che vanno e vengono, che si stanno dando da fare... :roll: :wink: :D

Ha anche detto che quel giorno io avrò a che fare con qualcosa di "molto molto strano, dal punto di vista della logica umana", e che dovrò poi rendere tutto ciò comprensibile agli altri, in qualche modo... :roll: :mrgreen: :D]
Per il momento metto a verbale questo: che forse adesso so a che cosa si riferiva questo avvertimento enigmatico, di "rendere poi tutto ciò comprensibile agli altri, in qualche modo..." (il che forse davvero equivale ad una specie di "Golpe" nel servizio informatico della Cyber reality, simboleggiato dall'Olivetti nel mio sogno :lol: ), e che se è così... allora in questo momento nessuno sulla Terra finora ha avuto modo di sperimentare direttamente "quel genere di cose"... :roll: :shock:

E allora come siamo messi?

Adesso come adesso non saprei rispondere, tranne che "Ovviamente, la Presenza del Creatore cambia tutto" e che Lui è l'unico che "ci vede chiaro".

Comunque da qualche giorno mi è venuta (e continua tuttora a farmi compagnia) l'associazione con l'episodio biblico, quello in cui il popolo d'Israele camminò per 40 anni nel deserto, per perdere tutti i residui delle "impostazioni esistenziali di prima".

Ho anche ricordato che diversi anni fa mi è arrivata una dritta sul fatto che "40 anni" sono una specie di unità di misura... di qualche cosa...

Forse della trasformazione radicale ed irreversibile della consapevolezza, delle impostazioni dei motori di ricerca, dello "stile degli innesti", della qualità degli "attachment"?

Non so rispondere di preciso, ma sento che sto girando vicino, nell'ottica del "fuoco, fuochino"... :wink:

Giacché il tempo lineare non ce l'abbiamo più, questo iper-salto da una certa produttività della consapevolezza terrestre ad una produttività ben diversa non corrisponde al periodo di 40 anni né può nemmeno essere esposto e misurato nelle "diottrie" del tempo tipiche della dimensione umana.

Trovo molto interessanti e molto promettenti tutte le dritte che sono state postate sul forum in questo ultimo periodo, e trovo anche divertente che ognuno si sia scelto un topic diverso, per esprimere quello che aveva da esprimere... nel regime del "confessionale", a tu per tu con la Luce del Creatore, con la Sua consapevolezza super educativa e super conduttiva... :wink:

Per il momento mi fermo... spero di poter proseguire domani, magari, anche potenziata da quello che mi porterà la notte"... :wink:

Un inchino profondo a tutti i coraggiosi che nonostante tutto :mrgreen: sono diventati i miei compagni di questo viaggio trasformativo... pazzesco... :roll: :mrgreen: :D
e di cui gli obiettivi veri cominciano - forse - solo adesso ad affacciarsi alle nostre individual-globali zone della ricettività...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7318
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Io quante cose sto imparando dentro la Vita...

Post by Irinushka » Tue Feb 19, 2013 18:03

Sembra proprio che siAMO entrati in una sequenza del Super Ricalcolo di ogni cosa, di ogni condizione, anche quelle così familiari da essere "date per scontate". :|

Si sente molto il respiro dell'Amore nell'aria, e nello stesso tempo nessuno degli attuali "contenitori esistenziali educativi" è in grado di contenere e di condurre Quell'Amore così com'è... tendono ad appioppargli dei codici di accompagnamento, dei codici "escort" che lo distorcono, che lo sbriciolano, che lo usano per nobilitare la fede e la natura della ricerca della narrativa umana e/o umanoide. :|

*******************************
Prima stavo provando a portarmi avanti nel mio:
Irinushka wrote: Per il momento metto a verbale questo: che forse adesso so a che cosa si riferiva questo avvertimento enigmatico, di "rendere poi tutto ciò comprensibile agli altri, in qualche modo..." (il che forse davvero equivale ad una specie di "Golpe" nel servizio informatico della Cyber reality, simboleggiato dall'Olivetti nel mio sogno :lol: ), e che se è così... allora in questo momento nessuno sulla Terra finora ha avuto modo di sperimentare direttamente "quel genere di cose"... :roll: :shock:
Però sentivo che forse non era una cosa del tutto fattibile in questo momento... poco fa il mio computer si è spento da solo, e dopo il riavviamento ho visto che è rimasto salvato soltanto quel paragrafo iniziale, mentre il resto "è andato perso".

Direi che mi sento sollevata perché mi conferma quello che già sentivo... :|

Dico soltanto un'altra cosa.

L'incontro del 17 febbraio è stato impostato con delle accordature che in un modo o nell'altro coinvolgono tutta la dimensione umana, anzi, tutta la terrestricità... d'altronde, la Società che ha come Socio il Creatore non può non essere ... onnipresente e appunto con la responsabilità Illimitata... :wink:

Sono state tracciate delle prospettive, con una finezza e una maestria e un'autenticità e una semplicità e una perfezione tali che io personalmente sono rimasta perfino un po' sbalordita... :D

E ci sembra giusto che anche coloro che per vari motivi.***.exe :| , non sono stati fisicamente presenti all'incontro, ma che comunque sentono di condividere la Sua conduttività, i Suoi Principi e i Suoi Purpose, possano avere i materiali audio... ovviamente, se lo desiderano. :wink:

Se scrivete a Massimo, vi darà le istruzioni per scaricare i file.
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests