Cosmologia della Nuova Realtà

User avatar
Andrew
Posts: 607
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Andrew » Mon Jan 09, 2012 23:39

Prendo spunto dalla conversazione di oggi tra Irina e Daniele (vedi viewtopic.php?f=10&p=12188#p12185) per approfondire alcune considerazioni che tenevo in serbo da tempo.

In quest'ultimo periodo (diciamo pure da quando ho conosciuto Irina :mrgreen: ) le parole cosmo, universo,
Terra e Dio non sono decisamente più le stesse, non so più esattamente come collocarle ed a cosa agganciarle.

In particolare, l'idea del Dio onniscente, onnipotente, onniqualunquecosacivengainmente :mrgreen: si sta via via sbriciolando e rivelando un'immagine infantile ed ingenua, probabilmente adeguata alla condizione della sottomanifestazione dalla quale stiamo gradualmente uscendo e pertanto non più "al passo coi tempi".

Ad un certo punto i bambini scoprono che gli adulti non sono perfetti e che i loro genitori sbagliano, e questo a volte può essere uno shock. Quei bambini siamo noi, e stiamo scoprendo che "quel" Dio ideale non esiste. Attribuivamo a Dio tutte quelle qualità di super-potenza che ci davano sicurezza, che giustificavano il non cambiamento (l'Assoluto ha già dentro tutto per definizione), e non consideravamo che pure "Dio" é in evoluzione anche se ad una scala inimmaginabile ed irraggiungibile (seppur in qualche modo indirettamente percepibile). Un Dio statico "che sa a priori" sarebbe un Dio che non ha nulla da scoprire, triste ed in definitiva non-vivo. Il classico Dio di molte religioni organizzate.

A questo punto, mi chiedo se questo Dio non sia più considerabile "l'Assoluto" ma il formidabile Creatore/Governatore del nostro particolare "Dominio del Conoscibile" nel quale siamo (lui compreso) immersi, di modo che la sua Realtà sia il nostro Universo. :roll:

E se fosse così, a monte di questo Dio/Istanza Superiore ci potrebbe essere un'altro Principio o Sorgente che tiene in moto Tutto quanto, che crea continuamente nuove verità da scoprire, anche per Dio stesso.

Al di la di come stanno veramente le cose (se mai le potremo venire a sapere con maggiore dettaglio) la cosa che in questo momento mi sembra veramente importante é che certi antichissimi dogmi inconsci vengano finalmente revisionati, messi in discussione, aggiornati e ricalcolati. Questa infatti é una potentissima conferma di quanto questa Trasformazione tocchi veramente ogni cosa.
Last edited by Andrew on Tue Jan 10, 2012 8:42, edited 3 times in total.

Chiara
Posts: 133
Joined: Fri Jul 09, 2010 18:00

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Chiara » Tue Jan 10, 2012 7:36

Grazie Andrea, ieri sera ammiravo la 'semplicità' e la 'serietà' del come stanno le cose che ha espresso Irina nella sua risposta a Daniele (a cui faccio i miei sentiti auguri di non compleanno) ... ammiravo il livello molto terrestre delle questioni di Dio, il suo fare i conti con la molteplicità/diversità manifestata con una certa autonomia.

Ora, mi sembra, che si stia sempre più mettendo in luce, chiarendo e sperimentando, che siamo, possiamo proprio essere, tutti figli di Dio ... questa volta figli adulti che usano le loro autonomie nella propria casa agendo nel rispetto/consapevole di abitare la casa del Padre, una casa molto vasta e molto popolata ... dove c'è spazio per tutti, lo spazio/tempo soggettivo di tutti ... l'economia della propria luce.

Quando ognuno porta a casa la/le sfumatura/e della propria luce, forse potrebbe diventare la casa più luminosa che c'è ... nell'universo.
Last At 21/11/2013

Daniele
Posts: 302
Joined: Fri Mar 20, 2009 10:39
Location: Roma, Italia

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Daniele » Tue Jan 10, 2012 9:20

andrea wrote:Ad un certo punto i bambini scoprono che gli adulti non sono perfetti e che i loro genitori sbagliano, e questo a volte può essere uno shock. Quei bambini siamo noi, e stiamo scoprendo che "quel" Dio ideale non esiste. Attribuivamo a Dio tutte quelle qualità di super-potenza che ci davano sicurezza, che giustificavano il non cambiamento (l'Assoluto ha già dentro tutto per definizione), e non consideravamo che pure "Dio" é in evoluzione anche se ad una scala inimmaginabile ed irraggiungibile (seppur in qualche modo indirettamente percepibile). Un Dio statico "che sa a priori" sarebbe un Dio che non ha nulla da scoprire, triste ed in definitiva non-vivo. Il classico Dio di molte religioni organizzate.

A questo punto, mi chiedo se questo Dio non sia più considerabile "l'Assoluto" ma il formidabile Creatore/Governatore del nostro particolare "Dominio del Conoscibile" nel quale siamo (lui compreso) immersi, di modo che la sua Realtà sia il nostro Universo. :roll:

E se fosse così, a monte di questo Dio/Istanza Superiore ci potrebbe essere un'altro Principio o Sorgente che tiene in moto Tutto quanto, che crea continuamente nuove verità da scoprire, anche per Dio stesso.
Oddìo, (si può ancora dire o è "old school" pure questo ? :mrgreen: ), a volte mi sono domandato se Dio, il "nostro" Dio, avesse un altro suo Dio sopra di lui, che la creazione in cui ci troviamo fosse il suo esperimento come se stesse giocando coi Lego (mentre noi stavamo a giocare con l'ego) per creare l'universo ma poi anche lui avesse un altro Dio più grande a cui fare riferimento che gli metteva a disposizione mezzi e strumenti (e volendo anche competenze) per fargli fare l'esperienza diretta di creare il suo "giocattolo" e vedere come funzionasse, però era un pò troppo intorcinata e non verificabile per approfondirla, bisognava necessariamente incontrare Dio per chiederglielo, sempre che non fosse troppo occupato a giocare con gli altri giocattoli... :P

User avatar
Andrew
Posts: 607
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Andrew » Tue Jan 10, 2012 9:55

chiara wrote:Ora, mi sembra, che si stia sempre più mettendo in luce, chiarendo e sperimentando, che siamo, possiamo proprio essere, tutti figli di Dio ... questa volta figli adulti che usano le loro autonomie nella propria casa agendo nel rispetto/consapevole di abitare la casa del Padre, una casa molto vasta e molto popolata ... dove c'è spazio per tutti, lo spazio/tempo soggettivo di tutti ... l'economia della propria luce.
Una caratteristica chiave dei figli veramente maturi é proprio l'autodeterminazione, l'autoriconoscimento del proprio status di adulti, la scoperta e manifestazione della propria autonomia. In questo modo, il rapporto genitori-figli diventa più paritetico, all'insegna dell'ammirazione delle specifiche diversità e con un regime di scambio molto diverso che in precedenza.
Daniele wrote:Oddìo, (si può ancora dire o è "old school" pure questo ? :mrgreen: ), a volte mi sono domandato se Dio, il "nostro" Dio, avesse un altro suo Dio sopra di lui, che la creazione in cui ci troviamo fosse il suo esperimento come se stesse giocando coi Lego (mentre noi stavamo a giocare con l'ego) per creare l'universo ma poi anche lui avesse un altro Dio più grande a cui fare riferimento che gli metteva a disposizione mezzi e strumenti (e volendo anche competenze) per fargli fare l'esperienza diretta di creare il suo "giocattolo" e vedere come funzionasse, però era un pò troppo intorcinata e non verificabile per approfondirla, bisognava necessariamente incontrare Dio per chiederglielo, sempre che non fosse troppo occupato a giocare con gli altri giocattoli... :P
Daniele, siamo già in due ad avere questo sospetto, quindi mi sembra che questa ipotesi abbia quantomeno un certo fondo di plausibilità... :)

Stanotte mi é arrivato il suggerimento di mettere vicine queste scoperte...
Irinushka wrote:quel fenomeno senza precedenti che io per il momento continuo a chiamare "anima collettiva terrestre", ed uso pure le virgolette quindi non è assolutamente da intendere come la fusione tra le nostre rispettive anime ed entità, ma che cos'é? Non lo sappiamo davvero, ma forse queste ultime dritte ci aiutano a percepire meglio ciò che ci sta succedendo...
Irinushka wrote:...perché Dio finora non era mai stato direttamente presente sulla Terra,e quindi è un inizio anche per lui e per altri motivi ancora...
Fonte Anonima wrote:l'Essere Umano completamente manifestato
...per "vedere" se ne esce qualche illuminazione supplementare.

Per quanto mi riguarda, sento molto una condizione di "paritetismo" tra l'Essere Umano completamente manifestato e Dio, una sorta di "Unificazione" profonda, un trasferimento di frequenze in entrambe le direzioni.

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7180
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Irinushka » Tue Jan 10, 2012 12:02

andrea wrote:

La discussione tra te ed Irina mi sembrava così interessante che ho sentito il desiderio di aprire un topic per approfondirla in uno spazio dedicato
Hai fatto benissimo, solo che in questo momento non me la sento di (non posso) esprimermi, va bene se posto un post carico del silenzio molto eloquente...? :)

....................................

:|

Forte questo smile, però... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 607
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Andrew » Tue Jan 10, 2012 14:19

Irinushka wrote: ....................................

:|
Grazie Irina per il silenzio eloquente, e per l'esemplificazione in real-time dell'uso della Parola in modo consapevole, sobrio e rispettoso degli assetti energetici del momento...

Daniele
Posts: 302
Joined: Fri Mar 20, 2009 10:39
Location: Roma, Italia

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Daniele » Tue Jan 10, 2012 14:26

andrea wrote:
Irinushka wrote: ....................................

:|
Grazie Irina per il silenzio eloquente, e per l'esemplificazione in real-time dell'uso della Parola in modo consapevole, sobrio e rispettoso degli assetti energetici del momento...
Grazie Irina anche da parte mia, ma c'è un punto che non mi è chiaro... :|

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7180
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Irinushka » Tue Jan 10, 2012 18:59

Intanto che... :roll: :) uso questo topic per segnalarvi l'articolo di Metatron sul Divertimento...: :wink:

http://it.irinushka.eu/?p=1720" onclick="window.open(this.href);return false;
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 607
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Andrew » Wed Jan 11, 2012 14:54

Ieri andrea wrote:Stanotte mi é arrivato il suggerimento di mettere vicine queste scoperte...
Irinushka wrote:quel fenomeno senza precedenti che io per il momento continuo a chiamare "anima collettiva terrestre", ed uso pure le virgolette quindi non è assolutamente da intendere come la fusione tra le nostre rispettive anime ed entità, ma che cos'é? Non lo sappiamo davvero, ma forse queste ultime dritte ci aiutano a percepire meglio ciò che ci sta succedendo...
Irinushka wrote:...perché Dio finora non era mai stato direttamente presente sulla Terra,e quindi è un inizio anche per lui e per altri motivi ancora...
Fonte Anonima wrote:l'Essere Umano completamente manifestato
...per "vedere" se ne esce qualche illuminazione supplementare.

Per quanto mi riguarda, sento molto una condizione di "paritetismo" tra l'Essere Umano completamente manifestato e Dio, una sorta di "Unificazione" profonda, un trasferimento di frequenze in entrambe le direzioni.
Oggi Irinushka wrote:E poi subito dopo mi nasceva dentro una scoperta enorme che mi ha fatto urlare ad alta voce: "Ho capito, finalmente, ho capito, questa energia che ancora ignoriamo è l'energia dell'Unificazione, è una nuova corrente, una nuova condizione, un ingrediente ormai non più segreto della nostra Nuova realtà."
Ieri c'era una domanda latente che non mi sembrava il momento di esprimere, forse perché l'energia dell'Unificazione non era ancora stata completamente scoperta :mrgreen: , ma visto che a questo ci ha pensato Irina stanotte :wink: adesso la metto a verbale:

Non é che Dio e l'Essere Umano completamente manifestato, ad un qualche livello profondo, possano essere considerati la stessa cosa o l'espressione di uno stesso principio? :shock:

Ecco, l'ho detto... :roll:

Chiara
Posts: 133
Joined: Fri Jul 09, 2010 18:00

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Chiara » Wed Jan 11, 2012 17:08

Per me sarebbe già una meraviglia poter sperimentare tutti che la casa è la stessa, del divino e dell'essere completamente manifestato ... convivenza terrestre consapevole ... che sia l'unificazione consapevole dello spazio il primo passo? :)
Last At 21/11/2013

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7180
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Irinushka » Wed Jan 11, 2012 17:48

andrea wrote:
Daniele wrote:Oddìo, (si può ancora dire o è "old school" pure questo ? :mrgreen: ), a volte mi sono domandato se Dio, il "nostro" Dio, avesse un altro suo Dio sopra di lui, che la creazione in cui ci troviamo fosse il suo esperimento come se stesse giocando coi Lego (mentre noi stavamo a giocare con l'ego) per creare l'universo ma poi anche lui avesse un altro Dio più grande a cui fare riferimento che gli metteva a disposizione mezzi e strumenti (e volendo anche competenze) per fargli fare l'esperienza diretta di creare il suo "giocattolo" e vedere come funzionasse, però era un pò troppo intorcinata e non verificabile per approfondirla, bisognava necessariamente incontrare Dio per chiederglielo, sempre che non fosse troppo occupato a giocare con gli altri giocattoli... :P
Daniele, siamo già in due ad avere questo sospetto, quindi mi sembra che questa ipotesi abbia quantomeno un certo fondo di plausibilità... :)
Allora, a questo punto vi riassumo il post che ho scritto sul forum russo circa una settimana fa.

Lascio anche la versione integrale (non tanto per il piacere di chi ama interagire con l'amico traduttore Google, quanto per la sua carica energetica). :)
Irinushka wrote:...
гм, это собственно говоря, такой большой знак вопроса, который обозначил себя в моих видениях и приключениях сегодняшней ночи. :roll: :)

... В определенный момент я оказалась как бы внутри такого находящегося в лесу и спрятанного от посторонних глаз "цеха/филиала по производству строительных материалов", помню печи для изготовления кирпичей, ну и разные другие базовые мощности, полагаю, можно это обозначить "подсобным энергетическим материалом для обслуживания новой земной производительности, новой тверди".

И девушка, которая была моим гидом в этом пространстве, в какой-то момент задала мне такой вопрос" А правда ли, что наш "Главный" (начальник всего этого многопрофильного подпольного производства) божественного происхождения? Но при этом "левого, левой ориентации"?

И при этом было достаточно очевидно, что за фигура имеется в виду под "Главным" :) ; я девушке ответила: "Ничего пока тебе не могу сказать", впрочем, она особо и не настаивала, наоборот, как бы даже стушевалась от того, что позволила себе такое вопрошание.

Должна сказать, что меня неслабо поразила эта формулировка, сочетание выражения "божественное происхожение" и слова "левая".

Первая ассоциация/трактовка у меня оказалась политического характера, забавно, конечно, потому что действительно ну причем тут левые силы/группировки/? :lol:

И только несколько часов спустя я подумала, что вообще-то в русском языке слово "левый" имеет и такое значение, как не совсем всамделишный, поддельный, незаконный...

Дальше пока копать не буду, но не могу не обозначить этот момент на форуме, с таким подтекстом: Можно ли, нужно ли, целесообразно ли ввести в оборот такую категорию, как фиктивное, липовое, не совсем законное, божественное начало?

Может быть, это окажется ключом к нашему дальнейшему прозреванию?

К отпусканию массы всего непотребного и превысившего исходный срок годности?
Skynew wrote: «Энергии, получающие неправильную квалификацию». Каким всё же может быть смысл этой фразы?
Nella mia visione di stanotte ad un certo momento mi sono trovata in una produzione "segreta" di vari materiali edili, organizzata in mezzo al bosco ed accessibile solo a chi aveva l'autorizzazione, ricordo le stufe per fare i mattoni e altre potenze, mi viene da definirlo come materiale energetico ausiliario per servire la nuova produttività terrestre.

E la ragazza che era la mia guida in questo spazio ad un certo momento mi ha fatto questa domanda: "E' vero che il nostro "Principale" (il capo di tutta questa produzione clandestina multiprofilo) è di origine divina? Però "di sinistra, di orientamento sinistro"?

Ed era abbastanza evidente a quale personaggio lei si riferisse, parlando del "Principale" (lo stesso a cui mi riferivo io, parlando dell'avvertimento " : "Ivanushka, non bere da questo pozzo - altrimenti ti trasformerai in un capretto!" :mrgreen: Nel topic "Io quante cose non avevo capito": viewtopic.php?f=10&t=121&p=11999&hilit=Ivanushka#p11999" onclick="window.open(this.href);return false;) )

Io le dicevo "Guarda, in questo momento non ti posso rispondere", ma lei comunque non insisteva, anzi, sembrava sconvolta per la propria audacia.

Sono stata parecchio impressionata da questo insolito abbinamento: "origine divina" e "sinistro/a".

La mia prima associazione, quando mi sono svegliata, è stata di carattere politico, e non riuscivo a capire che cosa c'entrassero le forze politiche di sinistra con tutto ciò.

E solo alcune ore dopo ho realizzato che nella lingua russa la parola "sinistro/sinistra" ha anche questo significato molto diffuso: non autentico, falso, finto, non in regola...

In questo momento non mi va di "grattare" oltre, però vorrei mettere a verbale sul forum questa domanda.

È possibile, è necessario, è conveniente introdurre in uso questo concetto: del principio divino finto, falso, non del tutto autentico?

Potrebbe essere la chiave per la nostra ulteriore illuminazione?

Per aiutarci a rilasciare un'enorme massa di cose che hanno di gran lunga esaurito la loro scadenza nominale?
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7180
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Irinushka » Wed Jan 11, 2012 19:33

Irinushka wrote:
Ed era abbastanza evidente a quale personaggio lei si riferisse, parlando del "Principale" (lo stesso a cui mi riferivo io, parlando dell'avvertimento " : "Ivanushka, non bere da questo pozzo - altrimenti ti trasformerai in un capretto!" :mrgreen: Nel topic "Io quante cose non avevo capito": viewtopic.php?f=10&t=121&p=11999&hilit=Ivanushka#p11999" onclick="window.open(this.href);return false;) )
Oggi ho casualmente :wink: ricordato che anni fa avevo scritto a quel personaggio qualcosa di non del tutto comprensibile :mrgreen: sul passaggio dalle armoniche a base 8 alle armoniche a base 12, e ora ho trovato il testo, era nella mia lettera del 17.10.07, e le tarature che avevo verbalizzato allora mi sembrano decisamente pertinenti a quello che succede, che sta per espandersi adesso, perciò vi traduco alcuni frammenti.

*************************************************
"I tuoi fattori protettivi si trovano nella condizione del passaggio dall'acustica a base 8 all'acustica a base 12 (cioè, sta cambiando l'accordatura di base, la colonna sonora, l'udibilità, la qualità dei suoni).

In questo momento loro assimilano la nuova acustica (l'onda corrente di quello che succede) ancora alla vecchia maniera, la inchiodano e poi la sollecitano/solleticano dentro se stessi, non la espandono abbastanza velocemente; il che comporta la formazione di "gobbe e gobbette" e anche di pareti interiori (un fenomeno delle risonanze non produttive e che non sono alimentate dal movimento reale della Forza). Nonché la tendenza a trovare/formare degli equivalenti (a livello mentale) troppo rigidi e con pochissime tolleranze.

Non è che tu hai da qualche parte presso di te una super-valvola regolatrice, oppure un tasto che dovresti mettere nella posizione "acustica a base 12"? :)

Questo darà una spinta supplementare al processo della sparizione dei sensi e significati arcaici, dei "play" arcaici, nonché stimolerà l'apparizione di diverse novità che hanno a che fare con il conteggio del Tempo, con la nuova condizione del "vivere nel tempo", "manifestare se stessi nel tempo"...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 607
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Andrew » Wed Jan 11, 2012 21:25

Oggi pomeriggio, dopo aver letto il post di Chiara (che mi ha fatto da chiave di accensione :wink: ) sono partite ulteriori considerazioni nel mio dialogo interiore.

Di li a poco mi é tornato in mente quanto scriveva Irina qui viewtopic.php?f=10&t=175&p=10688#p10688 a Marzo dell'anno scorso:
Irinushka wrote:Quando era stata creata la materia terrestre, qualcosa è andato storto (un certo filone del codice primordiale si è allungato in modo spropositato) ed è come se a livello della configurazione di base fosse stata creata una specie di "ridondanza distorta", un raggio degli eventi "pieno" che coesiste con un raggio degli eventi "vuoto" (non riempito).

La Vita che coesiste con una Non Vita, il volume che coesiste con un non volume, la causalità che coesiste ed è intrecciata con la non causalità, e questo "bug originale" si riproduce a tutti i livelli, in ogni cosa sia piccola che grande, in ogni regime della presenza, in Terra e in Cielo (almeno in quella parte del Cielo che ha a che fare con questa nostra conduttività ed eccitabilità terrestre non del tutto a posto).

Comunque a questo punto la Terra sembra essere pronta per poter "esorcizzare la sindrome del raggio vuoto e delle oscillazioni vuote", per farla fuori, per riformattare l'hard disk della sua stabilità esistenziale, il che, ovviamente, non potrà non avere effetto su tutte le forme dell'attualmente manifestato, su tutte le correnti della Vita che conosciamo e con cui siamo (o pensiamo di essere) in contatto.
E subito dopo, pensando alla mia affermazione di ieri
andrea wrote:...di modo che la sua Realtà (di Dio) sia il nostro Universo. :roll:
mi sono chiesto:

E' possibile che questo creatore sia "scivolato" durante l'atto della creazione in una frequenza non autentica che ha causato tutto questo? (intendo ciò che é stato descritto ad Irina)

La frase "Dio ha fatto l'uomo (che é attualmente sottomanifestato) a sua immagine e somiglianza" potrebbe nascondere alla luce del sole una certa non-autenticità, sottomanifestazione o non completa maturità del creatore stesso?

E' possibile aver così tanto sovraccaricato di responsabilità ed aspettative questo concetto di Dio, da aver attribuito lo status di "Dio infallibile" ad un creatore che non lo era?

A questo punto, ciò che finora l'umanità ha sempre chiamato Dio potrebbe essere (a livello delle frequenze) una semplice facciata? E quindi il "vero Dio", cioé il vero principio autentico della creazione che sta a monte di Tutto/nel Tutto potrebbe essere qualcosa che nessun essere umano fino ad ora non ha mai potuto sfiorare (nemmeno con l'immaginazione), perché questa facciata lo impediva come un formidabile depistaggio?


Quando poi ho letto Irina in queste sue domande finali
Irinushka wrote:È possibile, è necessario, è conveniente introdurre in uso questo concetto: del principio divino finto, falso, non del tutto autentico?

Potrebbe essere la chiave per la nostra ulteriore illuminazione?

Per aiutarci a rilasciare un'enorme massa di cose che hanno di gran lunga esaurito la loro scadenza nominale?
sono rimasto sbalordito :shock: dal fatto che avevo già pensato alle mie risposte...

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7180
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by Irinushka » Thu Jan 12, 2012 11:15

Ora, però, è meglio che entriamo nel regime del Silenzio Stampa... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

alessandra
Posts: 14
Joined: Fri Nov 25, 2011 3:57

Re: Cosmologia della Nuova Realtà

Post by alessandra » Fri Jan 13, 2012 22:58

Può essere che io sia troppo semplicistica , ma per quella che è la mia personale comprensione attuale, ritengo che Dio sia un energia neutra che ha bisogno anch’essa di evolversi espandersi e per farlo ha bisogno di essere espressa.
Se noi apparteniamo a questa energia universale, noi siamo quelli che hanno scelto di esprimerla già dal primo momento che comparimmo su questa nostra amata Terra ,con i nostri corpi, con le nostre tante vite e l’unico modo per manifestare tale energia era ed è l’esperienza .
Nella materia facemmo i primi passi, la Terra fu progettata da noi come luogo idoneo dove potere udire, odorare toccare, e tanto altro, ma tutto questo avvolto da una densità difficile da gestire dove la neutralità assumeva connotazioni a seconda di come ognuno di noi sapeva filtrare.
Abbiamo fatto del nostro meglio per “dare vita “a questa energia con i mezzi che fino ad adesso sono stati a nostra disposizione,
Fino quando abbiamo dato vita all’ego
Ecco l’imperfezione del ” vero Dio “.
Un Dio umanizzato
Un Dio ipotetico e idealizzato nella dualità
Quella dualità che abbiamo contribuito a mantenere fino ad adesso dentro la quale potevamo immaginare non più di un dio limitato con le sue ombre e le sue contraddizioni e così l’essere umano. Ognuno di noi con ogni personale sentimento ha emanato energie dettate dall’amore o dalla paura e attorno a questo nostro incosciente gioco molti di noi ci hanno costruito un dio.
….A nostra immagine e somiglianza….le energie disponibili di all’ora erano quelle…

Se adesso abbiamo raggiunto le condizioni ideali per poterlo esprimere al meglio, non dobbiamo fare altro che attivare i giusti codici che allora non erano disponibili…
Io non credo in un Dio definibile
Credo che così dal momento che noi siamo in continuo movimento ed espansione, così a pari passo il Principio Universale o Dio si evolva di conseguenza
Impariamo a fare gli equilibristi , scopriamo cosa vuol dire l’unità, sopraeleviamoci dal mondo duale assaporiamo la dolcezza dell’amore
chiara wrote:
Per me sarebbe già una meraviglia poter sperimentare tutti che la casa è la stessa, del divino e dell'essere completamente manifestato ... convivenza terrestre consapevole ... che sia l'unificazione consapevole dello spazio il primo passo? :)
Irinushka wrote:
...perché Dio finora non era mai stato direttamente presente sulla Terra,e quindi è un inizio anche per lui e per altri motivi ancora...
andrea wrote:
Una caratteristica chiave dei figli veramente maturi é proprio l'autodeterminazione, l'autoriconoscimento del proprio status di adulti, la scoperta e manifestazione della propria autonomia. In questo modo, il rapporto genitori-figli diventa più paritetico, all'insegna dell'ammirazione delle specifiche diversità e con un regime di scambio molto diverso che in precedenz
Scopriamolo giorno per giorno, attimo per attimo e poi chissà….

Sento il Cambiamento.
Grazie a tutti voi
Grazie a Irina.

Locked

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 10 guests