La Magia dei Numeri

User avatar
Andrew
Posts: 608
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

La Magia dei Numeri

Post by Andrew » Thu Oct 18, 2012 15:29

Irinushka wrote:...nelle unità di misura del tempo da scegliere a vostra discrezione...
A proposito della misura… da un po’ di tempo sento che c’è qualcosa nell’aria che riguarda i numeri, e che Irina mi ha confermato stamattina condividendo su Skype il riferimento High Numbers.

Sono sempre stato affascinato dei numeri e dalla “magia” di certe loro proprietà nascoste, dai loro nessi con le forme del mondo esterno, dalla bellezza dei sistemi dei quali sono la base (come ad esempio i frattali), dalla loro capacità di unire il mondo astratto al mondo fisico.

Spesso sento che loro mi parlano, magari sottolineando l’importanza di certi eventi o circostanze dove essi sono in qualche modo presenti, ma non mi sono mai sbilanciato troppo sull’argomento perché in qualche modo lo sentivo troppo delicato e “a rischio di distorsioni”. Finora.

L’altro giorno dopo aver letto questo
Irinushka wrote:Non è e non sarà una giornata facile.

Viene "terremotato" tutto quanto l'alfabeto vibrazionale, allo scopo di acquisire e di disimballare dei suoni ad alta qualità, ad alta esprimibilità, vengono surriscaldati e messi in tensione tutti i nostri motori di ricerca, sia individuali che collettivi.

"Lo choc" (quello che dissolve la qualità dell'esprimibilità di prima nonché la qualità della fede di prima nonché...*** di prima) è appeso nell'aria... è importante non prenderlo come una faccenda personale...
ho notato che si trattava del post numero 4499, e nel momento in cui lo facevo sentivo molto forte la sensazione “del raggiungimento di una soglia”, di un passaggio importante (tutt’ora in corso?) messo in risalto da quel numero e da certi suoi significati più o meno noti.

Qualche tempo dopo la lettura, ho cominciato a “fantasticare” circa il fatto che Irina scrivesse il post numero 4500, confermando la potenza del numero magico 500 e magari avvisandoci dell’inizio “di una nuova fase”, facendo così una specie di “uscita spettacolare supportata dai fuochi d’artificio numerici”.

Quando il giorno successivo questa circostanza invece non si è verificata, mi sono reso conto che si trattava di una sequenza troppo calcolata a priori, artificiale, non legata alla reale conduttività del presente, e ne è uscito questo spunto:

I numeri vorrebbero forse essere calcolati nel presente? Le operazioni aritmetiche sono l’omologo del contatto fisico per il Corpo dei Numeri, che magari cominciano a chiedere una maggiore tangibilità, una sorta di “fisicibilità” ?

Subito dopo questa illuminazione, un bel 666 è apparso dove non me lo sarei mai aspettato, come per dirmi: Complimenti, ci sei arrivato! E' proprio così! :-D ;-)

Da quel momento in poi, i numeri mi hanno fatto sapere alcune cose riguardo la loro situazione corrente ed in prospettiva.

La loro stabilità, il loro ordine e le loro caratteristiche energetiche sono state usate (o per meglio dire abusate) come un vettore o una misura della bassa consapevolezza, un supporto incontestabile per i giudizi di bassa lega (del tipo: i numeri mi danno ragione!), per dimostrare una fede o una forza irreali, non basate sulle emozioni e la sensualità ma sulla “fredda ed insindacabile logica dei numeri”.

I numeri sono stati usati per stupire, incantare ed impressionare la mente (l’evidenza dei numeri), e quindi anche la realtà manifestata nella pellicola di bassa qualità. La loro forza e stabilità sono state decisamente torchiate e sovraesposte per dare forza e stabilità ad una realtà manifestata “oggettiva” (?) che non ne avrebbe avute da sola a sufficienza.

E poi sono stati coinvolti nella misura delle “performance” (quanta vitalità sprecata e subordinata a questa parola!), nei falsi valori dell’era sottomanifestata, nella quantità opposta alla qualità. A tale proposito condivido un video esemplificativo del concetto (notate il titolo :wink: ), il quale mi è stato incredibilmente inoltrato da una persona che non sentivo da un paio d’anni proprio mentre redigevo questo post :shock: come se i numeri volessero essere certi che siamo tutti allineati sulla questione della loro prigionia.



I numeri vengono anche usati per prevedere (e quindi inchiodare) un futuro considerato lineare col presente, con l’effetto di distruggere od influenzare pesantemente vari assetti delle possibilità di scelta della vitalità.

E che dire dell’ 1 + 1 = 2 come l’emblema dell’ovvietà, della scontatezza, della non emozione, del non stupore, del meccanismo ripetitivo, della non vita… :-|

E avanti di questo passo.

Adesso invece i numeri reclamano un nuovo ordine, una loro specifica sensualità, perché come i soldi i numeri vogliono contare ma allo stesso tempo non vogliono essere presi alla lettera :wink: , hanno bisogno di maggiore flessibilità e scelte.

Sono i Numeri di Dio, e vogliono essere se stessi.


E, giunti ad un certo livello della maturità, non è possibile negare questa sensualità ai numeri, non liberarli dal sovraccarico di responsabilità che hanno loro malgrado nel sostenere un mondo esterno “oggettivo”, lineare e ripetitivo quale lo conosciamo.

1 + 1 = 2 non come un mero calcolo, un obbligo necessario da parte dei numeri, un'azione dove non è presente la gioia dell’essere se stessi, ma come il “fare l’amore” del Corpo dei Numeri, da guardare con senso di rispetto, ammirazione, benevolenza e gratitudine, un atto della Vita che si esprime anche tramite la Logica e la Ragione dei Numeri.

Dare i numeri nel senso di dare ***** ai numeri, uscire dagli schemi, senza comunque sottrarre loro le caratteristiche che gli sono proprie e naturali. Dare loro l’Amore autentico, non quello vincolato al fatto che i numeri rappresentino l’indice del raggiungimento di certi obiettivi (e quindi della “felicità”) tipici dell’umano generico.

Se un giorno 1 + 1 = 2.000001 il mondo esterno come lo conosciamo avrebbe “qualche serio problema di continuità”.

Quindi – dopo esserci scusati con i numeri per averli tanto sottostimati e maltrattati - ringraziamoli per ciò che stanno dando alla vita, e sapendoli nostri alleati tentiamoci pronti ad eventuali loro “nuove ed inedite scelte” che inevitabilmente avranno delle ripercussioni nel mondo manifestato...

E per oggi, in omaggio ai numeri, mi firmo così
4NDR34 :-D

User avatar
Andrew
Posts: 608
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Andrew » Thu Oct 18, 2012 16:28

Poco fa, dopo che la macchinetta del caffé mi ha salutato con un 2.22 :mrgreen: , pensavo alle implicazioni di questo
Andrea wrote:Se un giorno 1 + 1 = 2.000001 il mondo esterno come lo conosciamo avrebbe “qualche serio problema di continuità”.
e ad un certo punto mi sono chiesto: sarebbe possibile calcolare con Amore? calcolare l'Amore?

E se i calcoli risultassero "corretti" solo quando sostenuti da una conduttività energetica autentica?

A quel punto ho sentito un richiamo all'Algebra dell'Amore, che Irina ha menzionato per la prima volta in questo post.

L'Algebra dell'Amore e i Numeri dell'Alta Consapevolezza.

User avatar
ValeCiceri
Posts: 128
Joined: Fri Jun 01, 2012 19:11
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by ValeCiceri » Thu Oct 18, 2012 17:47

:D

Sei arrivato..anzi..siete arrivati :mrgreen: con questo post in un periodo (che si è intensificato da 15 giorni circa) in cui i numeri mi si presentano in continuazione..mi sentivo perseguitata :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
A parte gli scherzi..mi sono chiesta giusto martedì..anzi ho chiesto a loro...che cosa volessero da me......cioè ovunque mi giro, che siano digitali, scritti, sentiti, letti...e tantissimo anche nei sogni ...NUMERI NUMERI E ANCORA NUMERI :shock:
Alcuni poi con una frequenza ed insistenza davvero assordante ...oltre al sopracitato anche il 45, il 31 ed il 12 su tutti :wink:
Poi altri...e via via....tutti.
Ed ecco finalmente che hanno risposto.......anche loro vogliono essere QUALITA' e non solo quantità....guardandoli poi con un vecchio approccio sarebbe ancora più facile riferirli solo alla quantità.....

E' partita allora anche la LIBER-AZIONE NUMERICA :mrgreen:

NUMEROERILANCIO
ValeCiceri
CheDioMiArtista

Daniele
Posts: 302
Joined: Fri Mar 20, 2009 10:39
Location: Roma, Italia

Re: La Magia dei Numeri

Post by Daniele » Thu Oct 18, 2012 18:22

ValeCiceri wrote: E' partita allora anche la LIBER-AZIONE NUMERICA :mrgreen:

NUMEROERILANCIO
Dalla scoperta dell'America alla scoperta della Numerica...
Che poi PASSO, LANCIO, RILANCIO, stò sito da un forum spirituale mi sembra diventato quello di un casinò online...

User avatar
Andrew
Posts: 608
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Andrew » Thu Oct 18, 2012 18:36

Daniele wrote:Che poi PASSO, LANCIO, RILANCIO, stò sito da un forum spirituale mi sembra diventato quello di un casinò online...
Beh, in effetti questa Trasformazione é una scommessa a tutti i livelli :mrgreen: :-D :wink:

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Irinushka » Fri Oct 19, 2012 9:21

Daniele wrote: Che poi PASSO, LANCIO, RILANCIO, stò sito da un forum spirituale mi sembra diventato quello di un casinò online...
Ieri ero in stand-by (oggi anche, ma meno di ieri ) e questo vostro ultimo scambio di repliche l'ho letto dal telefonino, però dopo aver letto il post di Daniele non la smettevo più di ridere... :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Andrea wrote:
Adesso invece i numeri reclamano un nuovo ordine, una loro specifica sensualità, perché come i soldi i numeri vogliono contare ma allo stesso tempo non vogliono essere presi alla lettera :wink: , hanno bisogno di maggiore flessibilità e scelte.

Sono i Numeri di Dio, e vogliono essere se stessi.
ValeCiceri wrote:
E' partita allora anche la LIBER-AZIONE NUMERICA :mrgreen:
Ieri, in un PM ad Andrea che mi informava di aver aperto questo topic, mi è venuto da scrivere questo:

"meno male che questo è uno spazio protetto :lol: ... ti rendi conto, vero, di ciò che stai/stiamo sfidando?" :mrgreen:
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Andrew
Posts: 608
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Andrew » Sat Oct 20, 2012 19:26

Andrea wrote:
Adesso invece i numeri reclamano un nuovo ordine, una loro specifica sensualità, perché come i soldi i numeri vogliono contare ma allo stesso tempo non vogliono essere presi alla lettera :wink: , hanno bisogno di maggiore flessibilità e scelte.

Sono i Numeri di Dio, e vogliono essere se stessi.
A proposito del Linguaggio dei Numeri in evoluzione...

Stanotte ho visto un cartello pubblicitario in cui era ben evidente un simbolo, che posso ricordare come una grande H (forse l'HP?) fusa/sovrapposta/affiancata ad una i (la "i" di cui abbiamo parlato di recente?) quindi complessivamenite una sorta di "Hi" (anche se non era così esplicito), sotto al quale si leggeva lo "slogan":

La prima Variabile ad essere realmente se stessa.

Questa Variabile sembrava avere a che fare con quelle usate nelle formule matematiche, oppure nei programmi per computer...

La Variabilità Autentica, autonoma e consapevole al posto della variabilità sottomanifestata, dipendente dall'esterno. Che impatti potrebbe avere nelle varie "formule" (ma non solo) che sostengono il manifestato? :roll:

Chiara
Posts: 133
Joined: Fri Jul 09, 2010 18:00

Re: La Magia dei Numeri

Post by Chiara » Sat Oct 20, 2012 19:58

Andrea wrote:
Stanotte ho visto un cartello pubblicitario in cui era ben evidente un simbolo, che posso ricordare come una grande H (forse l'HP?) fusa/sovrapposta/affiancata ad una i (la "i" di cui abbiamo parlato di recente?) quindi complessivamenite una sorta di "Hi" (anche se non era così esplicito), sotto al quale si leggeva lo "slogan":

La prima Variabile ad essere realmente se stessa.
Se non sbaglio «hi» in inglese è il saluto cordiale e fraterno ...
e mi ha ricordato quanto scritto poco tempo fa da Irina
:-)
Irinushka wrote:

P.S. Forse per essere immortali, per usare le nostre energie nella modalità degli esseri immortali bisogna imparare a non salutare, non approvare e non sostenere quello che ci risulta morto... Non inclinare l'orecchio con garbo e buona educazione verso gli scheletri e le carcasse morte, ...
Il saluto, quindi, come La prima Variabile ad essere realmente se stessa.

:-) :-)

User avatar
Andrew
Posts: 608
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Andrew » Mon Oct 22, 2012 9:20

Hi all! :D

Alcune precisazioni su questa Variabile Hi.

Hi come High, come portatrice dell'Alta Consapevolezza, di tutto ciò che eleva, nobilita e quindi trasforma.

Ma anche come Hidden, perché si tratta di una variabile nascosta, implicita, che può essere/penetrare ovunque ma senza farsi scoprire direttamente, come se fosse "la parte non visibile (ma presente) della formula".

E stamattina, mentre pensavo ad Hi applicata al mondo degli oggetti, la Variabile si é auto-ricomposta come Varialibe, la Varialiberazione...

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Irinushka » Mon Oct 22, 2012 10:26

chiara wrote:
Andrea wrote:
Stanotte ho visto un cartello pubblicitario in cui era ben evidente un simbolo, che posso ricordare come una grande H (forse l'HP?) fusa/sovrapposta/affiancata ad una i (la "i" di cui abbiamo parlato di recente?) quindi complessivamenite una sorta di "Hi" (anche se non era così esplicito), sotto al quale si leggeva lo "slogan":

La prima Variabile ad essere realmente se stessa.
Se non sbaglio «hi» in inglese è il saluto cordiale e fraterno ...
e mi ha ricordato quanto scritto poco tempo fa da Irina

:-)
Irinushka wrote:

P.S. Forse per essere immortali, per usare le nostre energie nella modalità degli esseri immortali bisogna imparare a non salutare, non approvare e non sostenere quello che ci risulta morto... Non inclinare l'orecchio con garbo e buona educazione verso gli scheletri e le carcasse morte, ...
Il saluto, quindi, come La prima Variabile ad essere realmente se stessa.

:-) :-)
Quando ho letto questo vostro dialogo (complimenti per aver centrato una cosa importantissima! :D ), ho ricordato che più di tre anni fa, come un dono ad una persona che in quel momento sentivo "dentro la mia onda" (e che alcuni mesi dopo ha dimostrato con le parole e con i fatti che non era affatto così :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ), ho messo per iscritto alcune considerazioni, che in qualche modo si agganciavano tutte all'ARTE DEL SALUTARE.

Ora le posto qui (tra l'altro erano parecchio in anticipo sui tempi e quindi non sono state un granché capite ed apprezzate :mrgreen: ).

****************************************

"La tua naturale eccitabilità quantica potrebbe essere espressa tramite questa espressione: SAPER SALUTARE (saper dire “Buon giorno”).

Inventare e/o scoprire e/o mettere in piedi tanti possibili “quanti di un saluto trasversale”; nel senso che quando tu attivi un certo invito, una certa formula di saluto e di prosperità a livello di superficie indirizzata a qualcuno oppure a qualcosa, fai nascere (oppure ribattezzi) un flusso di eccitazione parzialmente terrestre e parzialmente “extraterrestre”, che si presenta come un “volume di merletti che ruotano e parlano” oppure come un lavoro a maglia delle interconnessioni trasversali, delle interconnessioni a tutto campo.

Potrei addirittura descrivere la tua presenza sulla Terra come l’attività di scegliere, testare, brevettare e fabbricare tanti “riti” ed immagini del salutare (umani e non; alcuni più concentrati, altri più diluiti, alcuni complessi ed orientati ad avere numerosi anelli annidati (merletti dentro merletti dentro merletti), altri con delle strutture conduttive più semplici); è questa è la chiave della tua professionalità nell’ampio senso del termine e del tuo saper essere.

Tra l’altro, ho sentito la parola “salutare” in russo: “Zdravstvuite”, il che letteralmente vuol dire: “Stia in salute, sia prospero, sia in fioritura”.

Quindi tu generi dentro di te questo impulso e poi lo trasmetti “come si deve” allo spazio esterno (oppure ecciti lo spazio esterno con questa tua maestria di salutare, con il tuo status di colui che conosce la lingua del Salutare magico).

E lo spazio esterno reagisce, ti risponde con la sua trasmissività, coinvolgendo degli stati e i degli agganci consoni a questa o quella particolare “formuletta del rito del saluto di tua propria produzione ”.

Ecco, queste sono, diciamo così, le tue inclinazioni naturali profonde, e il tuo compito principale è quello di impegnarti a scoprire e a mettere a punto diverse “sfaccettature”, e “profili”, ed “ottave”, e “tonalità” e “melodie” del tuo intrinseco salutare.

Manifestandole anche attraverso il tuo naturale “play” umano, tramite il tuo essere un essere umano.

Scoprendo empiricamente dei “know how” personalizzati, relativi alla manifestazione della tua autonomia originaria nello spazio della materialità terrestre.

Sei presente qui per inventare dei merletti (delle trame e dei look dell’eccitabilità assolutamente unici e “di prima mano”) che saranno le chiavi per “il recupero dello stato naturale delle cose” su scala planetaria, è questo il tuo regime dell’Azione.

Quindi è importante che tu, nel tuo atteggiamento verso te stesso, sia conscio di quello che sei: un catalizzatore dell’eccitabilità intrinseca dei vari volumi esistenziali (delle varie onde terrestri e non), colui che gestisce e coordina diversi regimi ed algoritmi della manifestazione, usando come strumento la propria maestria del salutare (l’arte di configurare dinamicamente e di trasmettere un saluto fatto “su misura”).

Ecco, dopo che ho inquadrato questa principale chiave di lettura, possiamo interpretare (approfondire) alcuni tuoi stati esistenziali in quest’ottica.

Per esempio, in questo momento è come se in un certo senso ti mancassero “il materiale, i nodini, la materia prima per formare i merletti”, per emanare, diciamo così, non un semplice “saluto effettivo”, oppure un “saluto di uso comune”, ma un richiamo assolutamente unico che avrebbe un potere eccitante molto più forte (e qui sento il termine “termo-realtà, realtà termica, che mi è ancora nuovo, anche se posso intuire il suo significato).

E per procurarti (sviluppare) questa “legatura acustica”, tu dovresti prima di tutto perfezionare la tua arte di ascoltare..."
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Irinushka » Fri Nov 02, 2012 10:39

Pur non essendo ancora del tutto operativa, come ho scritto adesso nei Fatti di cronaca, metto a verbale che sento con una certa insistenza "Seven", Sette in inglese, e stamattina ho anche sentito la parola "Eptagramma" (che nemmeno conoscevo :oops: :lol: ma l'amico Google ha volentieri condiviso con me il suo attualmente conoscibile :) ):

L’eptagramma, il simbolo del Tutto

http://www.carpool2nashville.com/index. ... &Itemid=60" onclick="window.open(this.href);return false;


http://it.wikipedia.org/wiki/7_(numero" onclick="window.open(this.href);return false;)

******************************
La mia sensazione (ancora da confermare) è che Lui stia indicando questo "Seven" come una delle carte o fiches da gioco che prossimamente userà per fare le Sue mosse DENTRO IL MONDO DELLE CIRCOSTANZE UMANE...

E se sappiamo che cosa ha in mano Dio :lol: (visto che ci lascia sbirciare) :mrgreen: :D , forse a questo punto possiamo calcolare meglio che cosa abbiamo in mano noi, come è meglio usufruire delle nostre carte e fiches correntemente disponibili...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Lastochka
Posts: 523
Joined: Tue Jan 08, 2008 8:20

Re: La Magia dei Numeri

Post by Lastochka » Sun Nov 04, 2012 11:51

Иринушка, число твоих постов сейчас приближается к четырем четверкам! :roll: :) :roll: :)

Lastochka mi sta segnalando che il numero dei miei post sta per arrivare a quattro quattro quattro quattro...

Ora ci devo pensare, a come usare questa super carta
... :roll: :D

Iri

User avatar
Andrew
Posts: 608
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Andrew » Wed Nov 14, 2012 9:28

Ieri sera ad un certo punto é stato evidente che non soltanto la QUALITA' DEL TEMPO da impiegare per Manifestare l'Amore é scarsa, ma lo é anche “oggettivamente” la QUANTITA’.

E grazie anche a delle interazioni private con alcuni di voi, é arrivata presso di me questa super-dritta su come dovrebbero essere interpretati e ricodificati i concetti di “OGGETTIVO” e “QUANTITATIVO”:

Proviamo ad usare il NOI quando si é in presenza dei numeri, in modo da tenere i confini aperti, e liberare la loro componente soggettiva dell'Alta Consapevolezza. Anche se stiamo contando 5 dita, 3 euro o misurando 19cm nel mondo (apparentemente) concreto e tangibile, è importante percepire questo 5, questo 3 o questo 19 non come strettamente chiusi, ma aperti, liberi, morbidi, lasciando lo Spazio per un loro margine di flessibilità, per una qualche loro "intercambiabilità" ed "intercomunicabilità". :D

Questo gradualmente trasforma i numeri manifestati nel mondo terrestre negli High Numbers, con tutte le conseguenze del “caso”.

Ed in particolare, poiché gli oggetti sono intimamente collegati a numeri, … :|

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Irinushka » Wed Nov 14, 2012 10:00

Quoto subitissimo High Numbers, perché è uno dei riferimenti che sentivo stanotte, una notte estremamente mossa :mrgreen: , e metto anche a verbale che ieri sera ho sentito forte e chiaro questo 19, senza altre spiegazioni, magari, riusciremo a farci chiarezza insieme.
Andrea wrote:... è importante percepire questo 5, questo 3 o questo 19 non come strettamente chiusi, ma aperti, liberi, morbidi, lasciando lo Spazio per un loro margine di flessibilità, per una qualche loro "intercambiabilità" ed "intercomunicabilità". :D

Questo gradualmente trasforma i numeri manifestati nel mondo terrestre negli High Numbers, con tutte le conseguenze del “caso”.
Quando Massimo insegnava a Mosca per conto dell'Olivetti e io gli facevo da interprete, c'è stato un episodio divertentissimo, lui spiegava il funzionamento di certi componenti elettronici che avevano la tensione di +12 o - 12 volt, una frase che io avevo tradotto con molta disinvoltura come: "più o meno dodici volt" (insomma, fate voi, scegliete voi, decidete voi quello che vi piace... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ).

E gli studenti che continuavano a fissare sia me che l'insegnante con gli occhi stralunati... :mrgreen:

Ora che ci penso :lol: forse mi riferivo già agli High Numbers, quelli che non sono affatto rigidi, ma morbidi, altamente consapevoli e che dentro il proprio campo di forza POSSONO ANCHE USARE DELLE VARIABILI.

Metto qui anche un riferimento ancora enigmatico che sento da un po': Tempo Record.

So che accenna a qualche aspetto o filo conduttore della Trasformazione, ma ancora non so come esprimerlo, comunque questo "record" per me è l'oggetto del database.

La Vita che opera attraverso i record, che si esprime attraverso i record...

Il tempo (dell'alta consapevolezza, degli High Numbers, ) che si scinde formando e anche riscrivendo dei record?

E ovviamente la gestione vera è possibile solo considerando tutto l'insieme dei record, dei propri record della Forza, della propria qualità della pellicola, il che pone definitivamente la parola FINE all'era dell'essere umano isolato nelle sue specifiche circo - stanze.
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7294
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: La Magia dei Numeri

Post by Irinushka » Wed Nov 14, 2012 11:58

Vi traduco il PS del post di Skynew (lungo e che parla sia degli "High numbers" che del "Palinsesto", della riscrittura totale dei codici.)
Skynew wrote:
P.S. Facendo un riassunto dei sogni metaforici del mese di novembre sulla "fine del mondo".

In quei sogni c'era una grande quantità dei "non risvegliati" che aspettavano in coda il proprio turno.

La quantità dei risvegliati era piccola e ricevevano appunto l'incarico di prestare l'aiuto ai "risvegliandi".

E stava a loro scegliere le forme e le modalità di tale aiuto, conformemente alle proprie inclinazioni naturali.

C'era un'enorme pila di "moduli di richiesta" su fogli rettangolari, e ogni "modulo di richiesta" corrispondeva ad una persona.

I dati sul modulo erano presentati in formato digitale, però i numeri non erano fissi, ma continuavano a cambiare.

E probabilmente avrebbero potuto continuare a cambiare solo fino ad un certo momento del tempo, dopodiché basandosi su questi dati sarebbero state prese delle decisioni.

C'erano anche due alberi, "l'albero della vita e l'albero della morte", diversi, ma entrambi in fiore e coperti da fiori.

E c'era tanta Gioia...
Lo trovo bellissimo... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 5 guests